• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Fabio Della Pergola

Fabio Della Pergola

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo sabato 09 Settembre 2011
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2011
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 583 1080 3343
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 91 42 49
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0









Ultimi commenti

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.137) 19 aprile 08:34
    Fabio Della Pergola

    Sì certo. Il gigante delle stupidaggini. E non da oggi. Saluti.

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.109) 18 aprile 19:37
    Fabio Della Pergola

    1 Se lo dici tu, non abbiamo più dubbi sulla tipologia di edificio. Comunque da anni l’Iran fornisce tutto l’armamentario con cui i suoi "proxy" (ormai tutti li chiamano così) sparano a casaccio sui civili israeliani e non basterà la foglia di fico della "sede diplomatica" per cancellare la sostanza: è l’Iran che ha attaccato Israele e non viceversa. Alla fine Israele ha risposto.

    2 Tu "avresti dato la caccia ad Hamas". Immagino non entrando a Gaza ma aspettando che Hamas ne venisse fuori, altrimenti come gli dai la caccia se quello si nasconde dietro i civili di Gaza, sotto le scuole, gli asili, le moschee e gli ospedali? E spara ai riservisti (cioè civili in armi) che si avventurano per le strade di Gaza city nascondendosi dietro le famiglie, i bambini, i medici e gli ammalati? O gli avresti messo delle trappole con il formaggio dentro come si fa con i topi? Siamo sempre al commissario Basettoni di cui sopra. Cioè alle ciance a cz di cane.

    Il resto lo vedremo, quello che si è visto finora è che Hamas/Hezbollah/Houti/Iran hanno scatenato la guerra che è sotto gli occhi di tutti e che, come chiunque scateni una guerra, ne portano la responsabilità piena. Anche delle loro vittime.

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.254) 18 aprile 11:06
    Fabio Della Pergola

    Il Fatto quotidiano: "un edificio dell’ambasciata iraniana a Damasco"

    Avvenire: "il palazzo colpito era vicino alla sede dell’ambasciata di Teheran"

    Il Sole 24ore: "un edificio del consolato iraniano"

    Il Post: "un edificio annesso all’ambasciata iraniana"

    Sempre Il Post: "bombardamento dell’ambasciata iraniana a Damasco"

    Internazionale: "la sezione consolare dell’ambasciata iraniana nella capitale siriana"

    Euronews: "una parte dell’ambasciata iraniana a Damasco"

    Rainews: "nei pressi dell’ambasciata iraniana a Damasco"

    Potrei continuare (anche se il lavoro di ricerca, se vuoi contestare qualcosa, te lo dovresti fare tu senza far perdere tempo a me). Sta di fatto che ambasciata, edificio vicino all’ambasciata, o annesso all’ambasciata, sezione consolare, consolato, parte dell’ambasciata o nei pressi dell’ambasciata... sono notizie un po’ confuse. Dal momento che non vivo a Damasco e non posso andare di persona sul posto a chiedere alla casalinga che abita di fronte che cosa fosse quell’edificio, registro le contraddizioni della stampa ed esprimo il mio legittimo dubbio. Tu, che di dubbi sei privo, saprai certamente cosa ci facevano i generaloni dei Pasdaran lì dentro e cos’era l’edificio che li ospitava.

    Per il resto direi che non giustifico niente, registro quello che accade. A te che hai "chiarissimo" il quadro nonostante le tue "risicate possibilità intellettuali" chiedo: che cosa avresti fatto tu se fossi stato a capo del governo di uno stato che ha subito un attacco che ha causato 1200 vittime civili? Avresti mandato il commissario Basettoni dentro Gaza a indagare? Sono davvero curioso.

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.112) 18 gennaio 20:14
    Fabio Della Pergola

    Un grossolano errore di calcolo (mea culpa) mi ha portato a scrivere "Grossomodo parliamo di 60% arabi e 40% ebrei intorno al 1937, fino a circa 55% arabi e 45% ebrei nel 1947." In realtà si trattava più o meno di 2/3 e 1/3 cioè 66% arabi e 33% ebrei a fine guerra. Ho segnalato l’errore alla redazione e spero che venga corretto. Se non accadesse questo commento vale come correzione a posteriori.

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.32) 4 dicembre 2023 15:51
    Fabio Della Pergola

    Quale metamorfosi? Sono sempre stato (salvo i miei anni adolescenziali in cui protestavo contro tutto e tutti ma senza aver mai aperto un libro) a favore della soluzione a due stati. Cioè alla definizione concordata di un confine da rispettare. Cosa che non è stata possibile finora (a differenza del confine internazionale dell’Ucraina che anche la Russia si impegnò a rispettare firmando a Budapest un apposito accordo, anche se poi abbiamo visto come li rispetta i trattati...). Nel caso in questione addebito ai palestinesi (e prima ancora agli stati arabi) l’aver reso impossibile quel necessario accordo, a partire dal rifiuto della proposta di spartizione britannica del 1937 fino a oggi, dal momento che Hamas è la forza politica prevalente e nel suo statuto ha scritto, bello chiaro, l’obiettivo di eliminare Israele dalla faccia della terra. Cosa che ha conseguenze evidenti sulla gente di Gaza, poveretta. Orsini è uno che all’indomani del 24 febbraio chiedeva all’Ucraina di arrendersi per non farsi distruggere e oggi accusa Israele di distruggere Gaza. Doppiopesismo a iosa. Impossibile prenderlo sul serio, troppo fatuo. L’Ucraina se si fosse arresa subito avrebbe perso la sua indipendenza, non arrendendosi l’ha conservata. Se ti pare poco... Le mie origini? Come le tue: un babbo e una mamma. Continua a leggermi, mi fa piacere. Saluti.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Attualità Mondo Cinema Europa

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità