• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

paolo

L'età avanza e perciò la lascio perdere ,coniugato con figlio ,milite assolto ,laurea in fisica + corsi post ,vita lavorativa intensa e a tipologia variabile dall'insegnante(breve) all'autonomo con passaggi in mutinazionali .
Interessi personali in elettronica ed informatica .

Statistiche

  • Primo articolo martedì 08 Agosto 2010
  • Moderatore da martedì 11 Novembre 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 288 2849 1535
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 392 362 30
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di paolo (---.---.---.49) 22 gennaio 2021 16:40

    E però ho sentito, non ovviamente sui media main stream nostrani, che su Giggino, come lo chiami tu in modo evidentemente sprezzante, girano giudizi diversi dal tuo. Vedremo, il tempo è galantuomo e comunque a me non frega nulla difenderlo. Sarebbe però interessante sapere cosa contavamo prima di Giggino nel resto del mondo ( magari chiedere al conte Gentiloni). Non sono sicuro ma credo che già allora contavamo meno di zero. Oppure chiedere a Macron e al turco, che si stanno spartendo la Libia.

    Secondo me formarsi una opinione su quello che dice Cottarelli mi sembra un pò riduttivo. Non ne metto in discussione la competenza ma non mi sembra proprio un superpartes. Direi piuttosto che è espressione dell’Establishment o della turbo finanza, come direbbe quella testina di Diego Fusaro. Ovvio che veda il M5S come fumo negli occhi. Mi sorprenderebbe il contrario. E non è una eccezione perché di quella schiatta abbiamo già provato un certo Monti. Con i risultati che sappiamo.

    Tuttavia Conte (il tuo "e anche" è fantastico), se non erro, è farina proprio del M5S. Il PD invece ha prodotto Renzi.

    Comunque bene pensarla diversamente.

    ciao

  • Di paolo (---.---.---.49) 22 gennaio 2021 10:07

    "L’insipiena grillina.. Di Maio ecc.. ". Ingeneroso soprattutto se si valutano le alternative ( di destra e di sinistra) e quale spettacolo ci hanno offerto. 

    Su Renzi c’è poco da dire. Tutto l’ambaradan poggiava su due obiettivi : far saltare Conte e aprire una maggioranza che assecondasse gli interessi lobbistici che stanno dietro di lui. Poi c’è l’aspetto strettamente personale di questo soggetto borderline che concepisce la politica come un risiko per assecondare il proprio ego, decisamente ipertrofico. La miglior sintesi sul fringuello di Rignano ce l’ha offerta Bersani (padrino del rottamatore assieme a Silvio): " Il programma di Renzi è Renzi" . La controprova. Nella situazione in cui siamo il tapino martellava su Prescrizione, Servizi segreti e MES., avendo ben chiaro che questi erano e sono temi totalmente divisivi. Il resto solo fumo. Oltrettutto il MES, osteggiato dal M5S, mai avrebbe visto la luce sotto tutte le bandiere, visto che sia la Lega che F.d.I. non lo vogliono.

    Come finirà ? Conte, o di riffa o di raffa, va a scadenza di legislatura ed è, a mio avviso assolutamente un bene viste le alternative; il "compulsivo" (come tu giustamente lo definisci) dovrà, per la prima volta nella sua vita, trovarsi un lavoro; Italia Viva ormai è Italia Morta e i suoi sgangherati ed estemporanei componenti tenteranno di accasarsi altrove, seppur con parecchie difficoltà visto che sono schifati da tutti.

    Quindi ennesimo piano del pifferaio fallito. Prima questo paese si libera di questo signore è meglio sarà per tutti.

  • Di paolo (---.---.---.49) 17 gennaio 2021 00:06

    Caro Aragno si è sturato il lavandino. Il "cittadino" era partito benino poi il delirio fascioleghista ha preso il sopravvento.

    Cita la FAZ (Frankfurter Allgemeine Zeitung) come fosse il Vangelo secondo Matteo. Testata giornalistica, indubbiamente autorevole ma pur sempre di centrodestra con qualche deriva nazionalista, che vede comunisti nascosti anche nei pannolini dei bambini. Piller detto Tobias(tse!). 

    Un saluto a tutti. Anche al cittadino con l’augurio che trovi modo di affrancarsi dalla sua ossessione per i comunisti e magari si documenti un pò meglio. Perché oltretutto è anche un negazionista!! Porcaccia di una miseriaccia ......... mi fermo.

  • Di paolo (---.---.---.49) 16 gennaio 2021 12:33

    Come dice Aragno l’intervento del "cittadino italiano" non è proprio congruo al suo articolo, ma è pur sempre in ambito politico e allora perché non rispondere? Lo faccio io. Il commento del "cittadino"presenta due errori di fondo : 1) non siamo una repubblica fondata sui sondaggi (e sorvolo sulla qualità degli stessi ), 2) chi vince a livello locale non rappresenta la scelta politica a livello parlamentare. Cose entrambe già avvenute in passato quando il PCI vinceva a mani basse a livello locale e la DC vinceva a mani basse alle politiche. Quindi storia docet. Inoltre quando si dice "maggioranza del paese" ci si riferisce al 70% (votanti) del 60 % (aventi diritto che si presentano), ergo, se va bene, ad un 42% dei cittadini. 

    Poi sulla eventuale qualità dell’alternativa destrorsa a guida Lega e Salvini ci ha pensato il Covid a darcene una rappresentazione significativa. Meglio stendere un velo pietoso. E poi se uno ancora non ha capito chi è Salvini ......... ?!!

    A Enzo dico due cose.

    Ho detto di Renzi subito dopo che il fringuello aveva smesso di fare il Boyscout, ovvero alla soglia dei 21 anni, quando ancora era capo scout. Il sottoscritto a quella età era impegnato già da anni su altre strade notoriamente molto più accattivanti. Non sono un grillesco per militanza ma raziocinante e per ragioni ben ponderate. Vedo il buono e il cattivo ma credo, al momento, che il primo prevalga nettamente sul secondo. Gli altri li abbiamo già provati con i risultati sotto gli occhi di tutti ( quelli che vogliono vedere ovviamente). La cosa curiosa è che più questi fanno cose decenti (magari anche di sinistra) e più vengono bastonati dai media ad unisono. Qualcosa vorrà pur dire. 

    Su Conte libero di pensare quello che credi, il punto sono le alternative in campo. E se Draghi è una di queste chiediamoci cosa ha combinato alla Banca d’Italia. 

    A proposito di militanti camuffati. Ieri in tv (credo RAI 3 ma non sono sicuro) ho sentito il sociologo e politologo psicometrico (dalla cui bocca piovono polpette) Luca Ricolfi, accusare, in maniera molto alterata e scomposta, Conte di essere il responsabile di migliaia di morti per Covid e forse chissà per cos’altro. 

    saluto

  • Di paolo (---.---.---.49) 15 gennaio 2021 16:36

    Siccome stimo Enzo, gli sarei grato se mi elencasse, proprio per punti e senza entrare nel merito, quali sono questi problemi "noti" che il fringuello di Rignano ha sollevato.

    Azzardo alcuni: Conte (Dracula) despota? Il MES ? La gestione del Recovery Fund(o Plan) ?, .......... ? Voleva forse dire che questo governo ( di cui anche lui faceva parte) non sta facendo tutto bene ? Che sta facendo errori?. Ma pensa un pò ?!!. Chiedere a Merkel, Macron , Bojo.... please. Tutto sto casino che ci rende ridicoli di fronte al mondo solo per affermare questo ? O che altro??????. 

    Ma davvero c’è ancora chi ha dubbi su chi sia e cosa sia questo signore ( e soprattutto chi gli sta dietro) ? .

    La definizione escatologica su Renzi è di Bersani, uno dei massimi responsabili assieme a Berlusconi della creazione di Renzi : " Il programma di Renzi è Renzi ". Punto. Io su Renzi dicevo cosucce su questo blog diversi anni fa. Non sono stato smentito.

    Soltanto che ho l’impressione che questa volta gli andrà buca. Ha tirato il colpo nel momento peggiore e senza fare bene i conti su Conte che, non essendo un politico di professione, è poco incline ai riti da esorcista. Certo che Conte accetta di scendere a compromessi, e ci mancherebbe, lo impone il suo ruolo di regista, ma non per questo è disposto a giocarsi l’anima. Perché poi nella vita civile ha una faccia da preservare. E ne ha una sola.

    Provate a pensare cosa farà Renzi se esce dalla politica (ben retribuita) e cosa invece farà Conte. 

    Ad maiora semper.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità