• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

paolo

L'età avanza e perciò la lascio perdere ,coniugato con figlio ,milite assolto ,laurea in fisica + corsi post ,vita lavorativa intensa e a tipologia variabile dall'insegnante(breve) all'autonomo con passaggi in mutinazionali .
Interessi personali in elettronica ed informatica .

Statistiche

  • Primo articolo martedì 08 Agosto 2010
  • Moderatore da martedì 11 Novembre 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 293 2876 1536
1 mese 3 6 2
5 giorni 0 1 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 402 371 31
1 mese 8 7 1
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di paolo (---.---.---.49) 13 luglio 19:00

    E’ proprio quello che Conte ha ribadito a Draghi nella cosiddetta "letterina" tanto sputtanata dai soliti noti, che affollano stampa e talkshow ammaestrati. Il punto è che lo scopo fondante di questo governo è proprio quello di "spegnere" il M5S. Non possono correre rischi alle prossime elezioni politiche. Per finalizzarlo Mattarella(PD), Draghi (PD) e Letta(PD) devono solo applicare il programma politico del PD. Come dire che coloro che sono usciti sconfitti dalle elezioni del 2018 stanno di fatto governando, dando l’indirizzo operativo. Soltanto degli artisti, dei virtuosi del trasformismo senza pudore potevano riuscire a tanto. Con il popolo beota che assiste narcotizzato.

    saluti

  • Di paolo (---.---.---.49) 23 giugno 14:41

    Ha dimenticato di sottolineare che Draghi è anche un gran bugiardo. Nell’ultima apparizione in Parlamento ha detto " sull’Ucraina ci sono due posizioni nel paese, una, che è anche la mia, è che bisogna sostenere l’Ucraina nella sua difesa di fronte all’invasore; l’altra (quella di chi?) che gli ucraini devono alzare le mani ed arrendersi ". Io non ho mai sentito da parte di nessuno una affermazione del genere. Mi dica se l’ha sentita lei.

    saluti

  • Di paolo (---.---.---.49) 8 giugno 17:12

    Ma no!!. Conte ha detto proprio bene. Il termine corretto è proprio "fisiologico", nel senso che appartiene al sano funzionamento di qualunque dispositivo normativo. Nel nostro paese la truffa è la norma; sarebbe patologico che non ci fosse nessuno a non metterla in atto. La plastica dimostrazione è che nulla sfugge ( persino gli scontrini del parcheggio). L’elenco sarebbe infinito.

    E’ non esiste neppure la "cura" perché la truffa è biologicamente insita nel DNA degli italiani. Prenda atto che nel paese alla rovescia anche il significato dei termini si rovescia. Quindi Conte ha usato il termine corretto per esprime una routine comportamentale.

    E guardi che le dimissioni di Marino le ha provocate il suo stesso partito, ovvero il PD. E non certo per il parcheggio della panda. 

  • Di paolo (---.---.---.49) 31 maggio 13:22

    Era il minimo sindacale che mi aspettavo da te. Sul nazismo no comment, non credo di dovere rendere conto a te. Su Putin invece concordo ma tu lo hai fatto diventare un alibi per vedere solo in una direzione. 

    Non te la prendere, accetta chi dissente dal pensiero unico.

    ciao

  • Di paolo (---.---.---.49) 31 maggio 09:50

    Alla prima domanda " perché inglesi e americani ... mentre ..ecc", la risposta è piuttosto facile : perché sono proprio loro che l’hanno provocata, avendo messo in campo, da anni, tutti i mezzi possibili ed immaginabili per indurre Putin ad agire. Zelensky è una loro pedina e l’Ucraina era programmata come una dipendenza USA al confine con la Russia. Aggiungici che la UE è una entità vuota ed inesistente e il gioco è fatto.

    Credo inoltre che ormai sia piuttosto chiaro, che non è la Russia a volere "deucranizzare", bensi’ piuttosto l’Ucraina che vuole "derussizzare". E che il nazionalismo di Zelensky sia del tutto simile, nei piani e nei fatti, al metodo nazista. Non credo ci sia ormai nessuno, sempre escludendo i benemeriti atlantisti tanto al chilo, a dubitarlo. Oltretutto avendo integrato nell’establishment ucraino, composto dal set televisivo, nazisti conclamati. Quelli con la svastica, tanto per capirci.

    Salto a piè pari questa tua comunque apprezzabile ricostruzione, seppur non totalmente condivisibile, alla domanda finale. " Cosa significa vincere per Vladimir Putin". Significa depotenziare economicamente e militarmente l’Ucraina, ovvero ridurla ad una dimensione territoriale e geopolitica non più appetibile per gli USA e i camerieri che la circondano. 

    Piaccia o non piaccia si chiama realpolitik. E se gli orrori a cui assistiamo connotano indubitabilmente Putin come un "bullo", Biden e i suoi predecessori, in primis il premio(ante) Nobel della pace Obama, sono dei "superbulli". E guarda che Orsini non ha glissato, perché, siccome il pareggio non esiste come in un confronto sportivo, dire che Putin (leggi Russia) non può perdere, significa che "deve vincere". Semmai il dubbio è sulla dimensione della vittoria. Dal momento che 6500 testate nucleari incombono sulla testa di tutti e nessuno ( spero ) sia cosi’ folle dal voler provare l’effetto che fa. Ecco perché il guerrafondaio Biden e i suoi camerieri, ben si guardano dallo spingersi oltre ( vedi fornire missili a medio raggio a Zelensky). 

    ciao

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità