• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

paolo

L'età avanza e perciò la lascio perdere ,coniugato con figlio ,milite assolto ,laurea in fisica + corsi post ,vita lavorativa intensa e a tipologia variabile dall'insegnante(breve) all'autonomo con passaggi in mutinazionali .
Interessi personali in elettronica ed informatica .

Statistiche

  • Primo articolo martedì 08 Agosto 2010
  • Moderatore da martedì 11 Novembre 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 255 2693 1241
1 mese 6 13 36
5 giorni 0 1 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 350 331 19
1 mese 5 3 2
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di paolo (---.---.---.49) 8 agosto 16:49

    Quello che è veramente stupefacente è che a fronte di un Salvini che in diretta tv da Sabaudia, con tutti in spasmodica attesa del fatidico annuncio, smorza i toni e si addolcisce "nessun rimpasto", "nessun ministro in più per la Lega", " avanti cosi" ecc...la stampa clonizzata e i media televisivi a reti unificate divulgano l’esatto opposto, anzi specificano persino i ministri dei quali Salvini starebbe chiedendo la testa a Conte, ovvero Toninelli, Tria e Trenta. E’ incredibile. O Salvini ciurla nel manico, e ci può stare dato il personaggio, o abbiamo una " (dis)informazione" che più in malafede non si può. Io propenderei più per la seconda ma tutto sembra possibile.

    Poi starei molto attento a quello che sta succedendo nel M5S, ho l’impressione che il tira tira di Salvini stia mandando in ebollizione e non mi sorprenderei se a staccare la spina al governo siano proprio per primi i grillini. Infine occhio con i sondaggi ,si rischia di fare i conti senza l’oste. E non sarebbe la prima volta.

  • Di paolo (---.---.---.49) 7 agosto 11:37

    Senza dilungarmi su aspetti che esulano da questo contesto, ti segnalo che nel caso della fusione non si pone il problema delle scorie come per la fissione.

    La reazione di fusione produce un nucleo di He( Elio) che è un gas inerte (quello usato per gonfiare i palloni o dirigibili) + 1 neutrone, non si producono gas serra o nocivi. Brucia deuterio e trizio, il cui radioisotopo ha un tempo di dimezzamento di una decina d’anni, quindi assolutamente gestibile. Insomma non confondiamo, siamo su un piano totalmente diverso dalla fissione in cui il problema delle scorie è effettivamente di difficile soluzione. La fase è tutt’altro che sperimentale, purtroppo ci sono i soliti interessi che spingono nella direzione opposta, come tu hai bene evidenziato.

    ciao


  • Di paolo (---.---.---.49) 5 agosto 15:40

    Totale condivisione.

    Ricordo, tanto per non farci mancare nulla, il fulgido esempio di sciatteria intellettuale fornitoci dall’ex premier (oggi sanatore semplice) Matteo Renzi in sue due performance, una con la d.ss Gentilini oncologa dell’ISDE e l’altro con il dott. Montanari esperto ricercatore nel campo delle emissioni tossiche da inceneritori. Nello specifico l’inceneritore di Firenze. Il tapino ne ha dette di cotte e di crude senza avere la più pallida idea di cosa andava dicendo e purtroppo non è il solo.

    Se è vero come dici che questo governo frena sul riciclo e punta sugli inceneritori, tanto lo dobbiamo solo e soltanto al partito degli affari, ovvero alla Lega. Semmai la colpa del M5S è quella di rimanere in questo governo, anche se per forza maggiore.

    Un solo appunto e in campo energetico. L’Italia è già ai primi posti nel mondo per fonti rinnovabili. Ma ritenere che la decarbonizzazione sia possibile puntando sul fotovoltaico o eolico è pura utopia. Tralascio considerazioni tecniche relative al fattore di potenza che ne limita l’impiego a fronte di utenze fortemente energivore, oltre alle implicazioni di impatto ambientale. Le strade sono altre, forse il solare termodinamico o il geotermico meglio, ma in un futuro (speriamo) non troppo lontano la fusione nucleare. L’ esseci affrancati dalla produzione energetica bruciando Uranio, ci impone l’importazione dai paesi limitrofi senza esserne tuttavia affrancati dai rischi. Ora come ora bisogna puntare soprattutto sull’efficientamento e sul risparmio energetico.

    ciao


  • Di paolo (---.---.---.49) 4 agosto 13:06

    @Kocis : bravissimo , tu non ti fare inquinare la mente, continua ad essere cittadino del mondo e aspetta che la nostra magistratura, al di sotto di ogni sospetto, fornisca prove chiare e certe. Siccome però ho stima ti auguro di essere nel giusto e di vivere in pace con te stesso.

    P.S. " gentile" lo trovo pleonastico .

    ciao

  • Di paolo (---.---.---.49) 4 agosto 10:51

    Enzo mi trascini in un campo che mi è indigesto e semisconosciuto. I trattati internazionali prevalgono sulle leggi ordinarie, ma non possono andare in conflitto con il dettato costituzionale. Art.1 ) La sovranità appartiene al popolo che la esercita ecc... E se la maggioranza popolare vuole uno stop all’invasione, stop deve essere , certo nei limiti non disumani ovviamente.

    In nessun paese al mondo un trattato internazionale può interferire con i principi costituzionali. In Germania, per esempio, neanche i trattati internazionali a scopo umanitario. Comunque lascio il giudizio a chi conosce la materia e abbandono il tema per palese incompetenza.

    ariciao

    @Nel Merito non avevo dubbi in proposito.


TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità