• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

paolo

L'età avanza e perciò la lascio perdere ,coniugato con figlio ,milite assolto ,laurea in fisica + corsi post ,vita lavorativa intensa e a tipologia variabile dall'insegnante(breve) all'autonomo con passaggi in mutinazionali .
Interessi personali in elettronica ed informatica .

Statistiche

  • Primo articolo martedì 08 Agosto 2010
  • Moderatore da martedì 11 Novembre 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 273 2815 1510
1 mese 1 7 0
5 giorni 0 3 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 377 352 25
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di paolo (---.---.---.49) 25 giugno 11:50

    E’ la solita storia, grandi opere"strategiche" (nel bene e nel male) significa succose tangenti. Oltre a colossali business per i soliti "prenditori" che sono anche i padroni di tutta l’italica informazione. Gli unici che si sono messi di traverso a questo andazzo sono quelli del M5S e per questo motivo sono quotidianamente sotto tiro da parte dei media nostrani. Nel frattempo una massa di narcotizzati e ipodotati si lascia affascinare da personaggi come Renzi, Salvini o la Meloni. Non cito Silvio per non offenedere la decenza. 

    Non cambierà mai nulla.

  • Di paolo (---.---.---.49) 5 giugno 00:18

    E siccome il quadro è proprio esattamente quello che lei ci descrive, c’è chi pretende che Conte allenti o azzeri i controlli sui fondi pubblici da destinare per tirare fuori il paese dal disastro economico provocato dal Covid19. Soldi a tutti e sulla base di una semplice autocertificazione, poi si vedrà (sic!!) . Poi niente tasse per tutto il 2020, ovviamente anche per chi, nel frattempo, ha fatto affari d’oro proprio a causa della pandemia.

    Questo è quello che va ripetendo tale Matteo Salvini, funambolo della cazzata, citando, tra l’altro quello che avviene in Svizzera (peraltro smentito da fonti ufficiali ). Oltretutto soldi che non abbiamo, proprio per il livello spaventoso di evasione ed elusione fiscale, da assoluto primato mondiale. Politici estemporanei, affabulatori di masse di ipodotati, che denunciano come mai questo paese ( leggi Conte ) afflito dai mali endemici che lei ci ha ben descritto, non metta in campo tutte le risorse che altri paesi, come la Svizzera appunto, la Germania o la Francia possono fare.

    Se questi pifferai riusciranno a prendere in mano il timone, assisteremo al più grande spolpaggio di soldi pubblici che il paese abbia mai visto. E si che di saccheggi da parte di "prenditori" o "patrioti" ne abbiamo già visto a iosa.

    saluto

  • Di paolo (---.---.---.49) 25 maggio 17:50

    Purtroppo dare rappresentanza privileggiata della volontà popolare ai partiti e la conseguente relazione biunivoca " ti voto se tu mi dai" ha creato il quadro che tu dici, su questo non ci sono dubbi. Poi la degenerazione ha fatto il resto.

    Ma il mio dubbio è come disinnescare i politici di professione, ovvero come sostituirli con rappresentanti delle classi sociali, delle professioni, della cultura ecc.. .

    Certo, caro Persio, riuscirci sarebbe come fare bingo. In fondo il M5S è proprio nato per questo, anche se l’improvvisazione ha creato anche dei problemi. Tu dici che una parte del PD sarebbe pronta e che i numeri in Parlamento ci sono, io invece dubito. Purtroppo temo che nessuna riforma cosi’ radicale possa scaturire dal Parlamento. Ecco perché insisto sul metodo step su step, ovvero il M5S, nei due anni che rimangono, deve riuscire a mettere in cantiere quante più riforme possibili. Deve limare il limabile, creare i presupposti per una rinascita della coscienza civile.

    Poi però deve essere il popolo ad agire. E ti dico la verità, io sugli italiani nutro poca fiducia.

    ciao

  • Di paolo (---.---.---.49) 24 maggio 23:37

    Non voglio santificare il M5S, ma vale il detto popolare " chi troppo vuole nulla stringe" . E finché il Parlamento è composto di nominati dai partiti c’è poco da sperare. La Costituzione non prevede una democrazia senza partiti e anche la democrazia diretta è pura utopia. Porre una sorta di vincolo di mandato, con tutti i presupposti negativi che pure esso comporta, è necessario per evitare la prassi del salto della quaglia, che ha raggiunto nel nostro paese livelli patologici, con risvolti spesso anche legati alla corruzione. In nessuna democrazia del mondo succede quello che avviene da noi. La soluzione potrebbe essere che se vai in contrasto con i valori fondanti del partito o forza politica con la quale sei stato eletto, ti dimetti e ti ripresenti al corpo elettorale. 

  • Di paolo (---.---.---.49) 24 maggio 16:43

    Persio, io non tifo per le elezioni subito perché è probabile se non certo che il paese cadrebbe nelle mani della destra. Può anche darsi però che i due anni a seguire, ammesso e non concesso che la legislatura non termini prima per qualche accidente, riescano a logorare Salvini e soci e credo che Conte punti proprio su questo. Rimandare il M5S all’opposizione, magari bastonato, sarebbe una occasione unica persa per dare una svolta vera a questo paese, ma poi alle elezioni bisogna pur tornare. E allora vedremo se gli italiani hanno riconosciuto il ruolo istituzionale riformatore del M5S. Molto ovviamente dipenderà da come usciremo da questa situazione, ma con tutti i poteri economico mediatico finanziari contro sarà dura.

    Sul fatto che sinistra e lavoratori siano più forti che mai, e qui mi riferisco a Veruggio, io francamente ho parecchi dubbi. Non solo non sta nei numeri ma non vedo neanche segnali in quella direzione. Già citare Prodi come "sinistra" mi sembra un pò azzardato e, sempre rimanendo in tema PD, semmai le derive degli ultimi 25 anni sono state tutte verso l’area moderata, segnatamente democristiana.

    Ma di quale sinistra stiamo parlando?

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità