• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Enzo Salvà

Enzo Salvà

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo mercoledì 09 Settembre 2018
  • Moderatore da venerdì 09 Settembre 2018
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 13 110 13
1 mese 5 27 52
5 giorni 1 7 4
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 61 53 8
1 mese 17 16 1
5 giorni 5 5 0












Ultimi commenti

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 17 agosto 09:32
    Enzo Salvà

    Aggiungo, le parole dell’Assessore Istruzione Regione Veneto Elena Donazzan sulla situazione in Veneto e a livello nazionale del Ministro Istruzione Alberto Bonisoli , tanto per comprendere che casino sta provocando la Lega ....... e poi mi parlano di "prima gli italiani" . Questi hanno una fame di potere e di affari ormai incontrollabile.

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 17 agosto 09:07
    Enzo Salvà

    Oggi se ne occupa anche il Messaggero , in maniera assai più professionale.....

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 13 agosto 11:27
    Enzo Salvà

    perché la sinistra è sempre infognata in quel modo: credo sia uno dei misteri gloriosi rivolgiti ad un prete, hai visto mai.

    Ieri leggevo di Calenda: Renzi ha i parlamentari ma non ha più la base, sarei portato a credergli. Il che significa che in caso di elezioni, nelle sezioni PD si andrà alla conta e si sceglieranno i candidati. Potrebbe non succedere e se ne va prima: sospetta una debacle per sé? Si potrebbe chiederlo a lui.

    Troppe parole in giro .......

    La finanziaria: dirlo è facile si è già visto come è andata a finire nel 2018, 2,4 no 2,04, crescita 1,5 minimo, ma forse anche meno, 23 miliardi di clausole di salvaguardia più 2 già congelati.

    I soldi per i navigator non ci sono quindi facciamo il RdC alla rovescia pur di farlo,

    i Soldi per quota 100 non ci sono quindi non sblocchiamo il turn over e a fine di quest’anno ci ritroviamo PA Scuola Sanità Polizia allo sfascio, 

    Decreti Sicurezza che staranno in piedi il tempo della Corte Costituzionale ma se la Lega vince le elezioni, finiamo dritti sparati di fronte alla Corte dei Diritti dell’uomo e a dover rendere conto di tutti i Trattati cui stiamo trasgredendo, vuoi scommettere...? 

    senza contare un sacco di altre amenità.

    La Lega, se vince, si calerà le brache come i 5S hanno fatto con loro. 

    Lasciate fare a Mattarella...! e lasciate stare il PD (ma guarda cosa mi tocca fare)

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 13 agosto 10:49
    Enzo Salvà

    Sulla Lega ha perfettamente ragione, 

    Se la memoria non mi inganna l’Ulivo è stata l’alleanza che ha trascinato i DS lontano dalla Socialdemocrazia che rimaneva. In fondo Berlusconi e Prodi hanno fatto politiche molto simili, con stile diverso, con Prodi che chiudeva i buchi prodotti da Berlusconi. (ho ben presenti le enormi difficoltà di quel tempo)

    poi venne il PD, fatto di ex PCI-PdS-Ds ed ex DC-Popolari, due ideali politici diversi che pretendono di copiare e superare la Grosse Koalition tedesca che è una provvisoria alleanza di Governo. Perché venga considerato di Centro Sinistra è comprensibile ma impreciso. Socialdemocratico è un mistero.

    Se la Carta dei Valori del PD fa fede, chi sono lo dicono loro stessi.

    Poi venne Grillo, con i 5S “post-ideologici” termine che ha il sapore di “qualunquista”, e lo dimostra l’alleanza con la Lega.

    Creare una forte alleanza fra piddini e grullini mi sembra aleatorio e controproducente. Se poi consideriamo che ora la vuole Renzi, penso più al suicidio che alla futura socialdemocrazia. Mi sembra corretto quanto ha affermato Calenda: Renzi ha i parlamentari, ma la base, il renzismo, lo ha abbandonato da tempo.

    Io credo di capire quello che viene detto però poi mi fido di quello che viene fatto, anche di quello che si tenta onestamente di fare: ciò che resta è amaro in bocca.

    Una cosa sono i gruppi dirigenti con le loro tattiche e tatticismi, altro è la base, altro ancora gli elettori. Se ci sono ex Pd che hanno capito il vuoto grillino possono ovviamente tornare alle origini, non credo sia vietato, ad altri piacciono le bandierine, la demagogia, o danno sfogo all’intolleranza. In Italia l’offerta è ampia, è la qualità che lascia a desiderare.

    Forse molti riflettono ed anziché affannarsi in politica partitica, cominciano a tirare le somme e verificare quanto successo nei caotici mesi passati ed è questo, mi sembra, il giusto atteggiamento per affrontare il futuro. Sarebbe più corretto analizzare ed approfondire il recente passato che trovare immediatamente soluzioni posticce.

    Il PD ha responsabilità politica certamente, ma non in questo caso. Perché un elettore PD dovrebbe essere contento di una alleanza politica con chi ha votato i Decreti Sicurezza, ad esempio? Perché fior di ambientalisti che hanno votato PD presumendo un voto utile, dovrebbero starci?

    Personalmente penso a quella “quinta” stella ambientalista dei 5S e mi fa incavolare il solo pensiero che ci siano stati dei verdi che hanno potuto credere alle fregnacce propinate da Grillo & Co., ed ancora di più mi sembra incredibile che un alto ufficiale della Forestale, poi dei Carabinieri, dunque una persona preparata e che aveva dimostrato capacità, abbia accettato di fare il Ministro dell’Ambiente e sia finito con l’essere la foglia di fico in quota di un partito che dell’Ambiente, della sua importanza a tutti i livelli, ha dimostrato di fregarsene altamente.

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 13 agosto 09:14
    Enzo Salvà

    A breve un Governo bene o male lo si dovrà pur fare e ci pensa Mattarella.

    Il mancato ritiro dei Ministri leghisti ha un senso. Un governo politico che possa governare decentemente, a fronte del marasma propagandistico che ne seguirebbe, sarebbe drammatico. 

    Ribadisco, secondo me serve un Governo del Presidente. Non potrà sottrarsi agli attacchi, è scontato, ma per un certo periodo governerà, sarà presentabile e senza politici che, francamente, sono tutti imbarazzanti.

    Sotto sotto anche i leghisti saranno contenti perché la finanziaria 2020 i leghisti "non riescono a farla" non si vive di soli decreti sicurezza, anche questo è assodato. (potrebbe ripresentarsi la situazione 2006 o 2007 Prodi-Padoa Schioppa che non avevano margini ma se mancavano in 5 della maggioranza mancavano altrettanti berluscones e produsse una finanziaria monstre)

    paolo, fai mente locale, la destra ha sempre avuto la capacità di dividersi e riunirsi in occasione di elezioni. Rimane unita se vince, altrimenti ognuno va per un certo periodo per la sua strada.

    Un Saluto

    Es.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità