• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Truman Burbank

Statistiche

  • Primo articolo venerdì 11 Novembre 2012
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 2 219 4
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0




Ultimi commenti

  • Di Truman Burbank (---.---.---.124) 2 maggio 2017 23:13
    Truman Burbank

    Se l’obiettivo di Renzi era distruggere il PD, è già molto vicino al risultato, pur manipolando i dati (i votanti erano molto meno di due milioni e la percentuale di Renzi era sotto il 70%) il dato numerico è modesto, poco più di un milione di voti per Renzi. Se confrontiamo tale dato al corpo elettorale otteniamo indicativamente un partito del 5%.
    Vale sempre la pena di ricordare che in democrazia ci vuole il 50% (più qualcosetta) per governare, non il 5%.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.124) 2 maggio 2017 23:05
    Truman Burbank

    L’articolo non è male, ma la frase " le ONG che vanno a cercarsi i profughi a pochi chilometri dalla costa libica si stanno collocando sul piano della ‘disobbedienza civile’" mi convince poco.
    Dal punto di vista del Codice Penale italiano commettono platealmente il reato di "favoreggiamento dell’immigrazione clandestina" punibile anche con 15 anni di carcere. (Legge Bossi-Fini e successive modifiche).
    In precedenza erano gli scafisti a accompagnare gli immigrati irregolari italiani fino alle vicinanze delle acque territoriali italiane. La magistratura si è espressa più volte nel senso che gli scafisti erano punibili secondo la legge italiana, anche se avevano agito in acque internazionali.
    Le ong arrivano addirittura a prelevare gli immigrati irregolari nelle acque territoriali libiche, commettendo un crimine ben peggiore di quello che facevano gli scafisti stipendiati in modo diretto.
    Le modalità operative appaiono molto simili a quelle con cui i cosiddetti "scafisti" agivano in precedenza (contatto con telefono satellitare, imbarco degli immigrandi, trasporto fino all’Italia anche quando ci sono porti africani ben più vicini).
    La sensazione è che gli stessi enti che stimolavano l’immigrazione clandestina in precedenza stiano ora finanziando le ong, confidando nel loro vestito umanitario, pompato dalla stampa.
    Nel caso di Medici senza frontiere non è difficile verificare che tra i finanziatori c’è Soros.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.242) 2 maggio 2017 15:45
    Truman Burbank

    L’articolo è una sequenza di arroganza e disinformazione che si esaltano a vicenda.

    Evidenzio un punto: "vaccinazioni, la loro storia, la loro utilità, la grande efficacia e la sostanziale innocuità". Essendo proibita la sperimentazione di medicinali su esseri umani, in particolare su bambini nella primissima infanzia, non è possibile dimostrare la loro "efficacia ed innocuità".

    Qui si potrebbe rispondere che la dimostrazione è data dalle abbondanti statistiche esistenti sull’uso dei vaccini. Il che equivarrebbe a confermare che si è fatta sperimentazione sulla pelle dei neonati. Insomma, per i venduti a Big Pharma, i nostri figli sono carne da macello, nel nome della "scienza". Mi sembra di ricordare che qualcosa di analogo valesse in Germania circa 80 anni fa.

    Viene inizialmente da ridere, ma poi viene da piangere, leggendo frasi del tipo "non si possono vendere bugie e falsità mediche impunemente". La frase è abbastanza vera, ma manca la parte finale "a meno che le menzogne non siano a vantaggio di Big Pharma".

    Per chi avesse dubbi su quanto affermo io, basterebbe leggere il foglietto illustrativo (che alcuni chiamano impropriamente "bugiardino") che accompagna il vaccino, lì troverete gli svariati inconvenienti ed effetti collaterali del vaccino.

    Va poi detto che i tribunali sono abituati a valutare i fatti invece che prendere per oro colato le esternazioni "scientifiche" dei dipendenti di Big Pharma, e quindi hanno più volte condannato il Ministero della Salute. 

    Il miscuglio di arroganza ed incompetenza si estende al settore giuridico: "Il principio della libertà di cura sancito dall’art. 32 della Costituzione non si può applicare nel caso delle vaccinazioni". Questa affermazione, presa letteralmente, è certamente falsa. Basta leggere la Costituzione all’art. 32 per vedere che non fa alcun riferimento a vaccini e vaccinazioni. Ergo si applica.

    Conviene riportare per intero l’art. 32:

    " La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

    Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana."


    E allora, se c’è una legge che non viola i limiti imposti dal rispetto della persona umana, tale legge potrebbe imporre qualche vaccino in qualche caso particolare. E’ molto dubbio che si possano in generale imporre i vaccini in accordo alla nostra Costituzione. Comunque esiste una Corte competente a cui ci si può rivolgere.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.103) 9 ottobre 2015 15:06
    Truman Burbank

    E’ comprensibile che tutti quelli che sono stipendiati da Big Pharma chiedano sempre più vaccinazioni. Difendono il proprio stipendio.
    Eppure non è difficile ricordare che anni fa sono state inventate finte epidemie per acquistare a peso d’oro vaccini che poi rimasero inutilizzati.
    Il problema dei vaccini in effetti è un problema di cattivo funzionamento del sistema giudiziario. Se i giudici perseguissero con impegno le truffe (a volte criminali) di Big Pharma il problema dei vaccini sparirebbe.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.180) 17 maggio 2014 23:43
    Truman Burbank

    Il mio commento precedente è errato. Avevo letto male il testo.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità