• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Truman Burbank

Statistiche

  • Primo articolo venerdì 11 Novembre 2012
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 2 216 4
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0




Ultimi commenti

  • Di Truman Burbank (---.---.---.138) 27 maggio 2017 15:55
    Truman Burbank

    La strategia serve per raggiungere obiettivi. Etimologicamente la strategia è la scienza o l’arte dei generali, essa nasce concettualmente in ambito militare, anche se poi trova molte altre applicazioni.
    Allora possimo accettare quanto ci dicono, cioè che l’attentato di Manchester è l’atto inconsulto di un esaltato, oppure provare a vedere se tale atto si può inquadrare in un piano teso ad obiettivi specifici. Non è difficile vedere che di atti analoghi ce ne sono stati molti altri. Quindi si potrebbe supporre che un piano esista. Ma se così fosse è difficile pensare ad un piano degli islamici per invadere l’occidente.
    Se però il piano fosse delle elite già al potere in occidente, per tenere sotto controllo la popolazione, indurre la popolazione a prendersela con gli immigrati invece che con i propri leader, militarizzare la società, ridurre un po’ la popolazione che è cresciuta troppo, ecco se insomma fosse un piano delle elite, il cosiddetto 1% contro il restante 99% della popolazione, allora avrebbe abbastanza senso.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.138) 27 maggio 2017 15:36
    Truman Burbank

    Il problema dei vaccini non è la polemica, ma un atto di guerra compiuto dal governo gentiloni contro il popolo italiano. Imporre trattamenti sanitari obbligatori a bambini appena nati è qualcosa che non si vedeva nemmeno nelle peggiori dittature. Solo restando alle quattro vaccinazioni che erano già imposte è difficile capire che l’epatite B, la quale tipicamente si contrae con rapporti sessuali (o al limite cure dentistiche), sia qualcosa da cui proteggere un neonato. La poliomielite poi mi risulta che è assente in Italia.
    Il decreto del ministro lorenzin dice in sostanza che "la legge del profitto abolisce tutte le altre leggi" e quindi anche le protezioni costituzionali. Insomma dobbiamo garantire con la pelle dei nostri figli il profitto alle aziende farmaceutiche e a quelli che corrompono. Qui si spiegano le vaccinazioni imposte. Mi sembra di ricordare che la vaccinazione per l’epatite B fu imposta da un ministro poi condannato perchè era foraggiato dalle aziende farmaceutiche.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.142) 24 maggio 2017 23:55
    Truman Burbank

    Complicità.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.142) 24 maggio 2017 23:53
    Truman Burbank

    Questo genere di manifestazioni mi danno la sensazione che vogliano sigillare con cura la lapide sulla tomba, trasformando vite coraggiose in rituali vuoti. Fatica vana. Il Sud è capace di difendersi, nonostante la RAI e Saviano. Ma non vale la pena di rovinar loro la sorpresa.

  • Di Truman Burbank (---.---.---.142) 24 maggio 2017 23:44
    Truman Burbank

    Il decreto della lorenzin si configura come un trattamento sanitario obbligatorio.
    Invito tutti i genitori che intendono accettare (almeno temporaneamente) questo atto d’imperio a non firmare il "consenso informato" che i medici chiederanno di firmare. Se la vaccinazione è obbligatoria il consenso è comunque estorto mafiosamente al genitore. Il foglietto da firmare va rapidamente preso e conservato con cura.
    Dopo di che ci si rifiuta di firmare perchè la vaccinazione è imposta.
    - Se il medico vaccina il bambino lo si denuncia perchè ha praticato un trattamento medico in assenza di consenso;
    - Se il medico non vaccina il bambino lo si denuncia perchè si è rifiutato di applicare il decreto della lorenzin.
    Ripeto: il medico va denunciato sempre e comunque, perchè in assenza di consenso il suo comportamento può solo essere illegale e il consenso non è dovuto.
    Il foglietto sul consenso informato, conservato con cura potrà essere un utile supporto alla denuncia (specialmente nel primo caso).

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità