• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Enzo Salvà

Enzo Salvà

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo mercoledì 09 Settembre 2018
  • Moderatore da venerdì 09 Settembre 2018
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 19 151 90
1 mese 0 3 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 78 68 10
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 10 agosto 10:40
    Enzo Salvà

    Francamente di piazzisti in giro ce ne sono parecchi e il "Conte", aggiungo "Costa", che accettano di aggregarsi non sono meglio.

    Sul dimezzamento dei Parlamentari io non sono d’accordo, è un controsenso, si parla addirittura di democrazia diretta e si ampliano a dismisura i collegi elettorali? dei quali poi gli eletti non avrebbero tempo di occuparsi? Già non lo fanno molto.

    Già adesso siamo al verticismo più sfrenato e grazie a Renzi, al proporzionale. (che peraltro gli ex dioscuri non ci pensano nemmeno a toccare. Ma non erano contrari a suo tempo?). 

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 9 agosto 08:40
    Enzo Salvà

    questo pozzo dal quale sinora ho attinto potrebbe essere esausto?  Con l’apertura ufficiale della crisi e i pesanti rilievi del Presidente della Repubblica al Decreto Sicurezza bis e forse anche a causa dell’instabilità meteorologica, direi che il pozzo si è riempito, scommettiamo.....??

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 8 agosto 10:52
    Enzo Salvà

    La vedo dura. La finanziaria bisogna farla per forza e le promesse sono piuttosto "ambiziose", non ce la fanno, è probabile che vadano a sbattere.

    Si sono sforzati di chiudere la finestra elettorale e ci sono riusciti, ora il Pres. della Repubblica, se cade questo governo, sarà costretto a nominare un governo tecnico di minoranza, che evidentemente sarà subissato di critiche perché non potrà che applicare quanto scritto nel DEF di Aprile. Meglio non pensarci ma gli attuali alleati tornano ad essere oppositori e la propaganda ne guadagna.

    Un anno guadagnato in pochi mesi. 

    Per ora si accoltellano alla grande ma intanto il TAV è passato all’ultimo giorno utile e non raccontarmi che Conte l’ha fatto di sua sponte. Non credo proprio che abbia l’autorità, non dico la forza, di fare passare un provvedimento così.

    Quanto sopra ammesso e assolutamente non concesso che il dolce sapore del potere non abbia prodotto dopamine tanto da creare dipendenza ed allora vedremo arrivare, oltre al cemento, un nuovo condono, l’autonomia differenziata, uno straccio di flat tax per ricchi, ed una bella riforma costituzionale, ovviamente accompagnata da Referendum.

    Chissà come sarà la conseguente riforma elettorale e come disegneranno i nuovi collegi.

    La vedo male per Sanità, Scuola ed Assistenza Sociale. Mah...........

    Un Saluto 

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 7 agosto 11:47
    Enzo Salvà

    Grazie dell’informazione, non è mai troppo tardi per imparare......

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 6 agosto 17:02
    Enzo Salvà

    paolo, premesso che, per ora, la fusione nucleare è solo sperimentale, poi si dovrà parlare di scorie. Renzi: nel suo Sblocca Italia che era del 2014 ci andava giù pesante con gli inceneritori, poi tutto si è fermato quando nel 2017 le UE ha tolto i contributi per questa pratica. 

    Sul riciclo è implicito "secondo me", nell’appello non c’è scritto. Se leggi il link con attenzione vedrai che il Governo non ha dato spiegazioni su questa retromarcia. Io ho verificato sul sito Minambiente.it e non c’è uno straccio di spiegazione. A me è venuto da pensar male. 

    Energie rinnovabili: l’impianto in Oklahoma è un ibrido eolico-solare-accumulo, non è utopia è un ulteriore passo avanti. Se mi dici che ora si utilizza energia da fossili per costruire impianti ed accumulatori, rispondo che domani questi produrranno essi stessi l’energia per prodursi. Ma se rimaniamo fermi è un casino.

    Il problema, caso mai, sta nel "rifornire" di denaro, in un Paese che è pieno di debito, ricerca-sviluppo-progetto-produzione e commercializzazione. Ora, senza andare tanto a fare gli economisti, se può farlo il Portogallo non lo facciamo noi che eravamo già più avanti ed abbiamo maggiori capacità?

    Dai, quello che manca sono le chiare spiegazioni e in queste il perchè l’Italia finanzia con contributi e bonus la parte "fossile" per 15 miliari l’anno e non è capace di stornarne una parte da trasferire alla produzione/modernizzazione del contenimento climatico in "aggiunta" ai contributi europei che ci sono e non siamo nemmeno tanto bravi a sfruttare.

    Un Saluto

    Es.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità