• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Doriana Goracci

Doriana Goracci

Sono una blogger in copy left da molti anni e mi piace impegnare parte del mio tempo nel giornalismo partecipativo, usando il cestino-come mezzo- per raccogliere quelle piccole e preziose cronache di vita, spesso sotto traccia.

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 08 Agosto 2009
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 481 386 503
1 mese 7 3 4
5 giorni 2 0 1
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 325 166 159
1 mese 5 3 2
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.137) 14 agosto 10:56
    Doriana Goracci

    oggi 14 agosto 2019 dalla mia pagina Facebook ho invitato tutte e tutti ad un minuto di silenzio, sosta... alle 11.36, e che il silenzio non rimanga tale su questa sciagura. Sappiamo bene quanto sia stato sordo e muto lo Stato, di fronte a tante sciagurate tragedie sferrate alla nostra Italia.Giustizia e Verità, sempre, perchè come le famiglie delle vittime tutte, esistono e resistono.

    Genova 14 agosto 2019: UN PONTE DI AIUTI CONCRETI PER LE FAMIGLIE DELLE VITTIME
    Doriana Goracci


  • Di Doriana Goracci (---.---.---.14) 1 agosto 12:59
    Doriana Goracci

    da un articolo recentissimo, imperdibile per suggerimenti e notizie Acqua minerale: 10 cose da fare per dire stop alle bottiglie di plastica. Siamo i più grandi bevitori al mondo con 224 litri e 145 euro a famiglia l’Italia, considerato il primo paese al mondo per quanto riguarda il consumo di acqua minerale in bottiglia. Stiamo parlando di 13,5 miliardi di litri, pari a 224 litri a testa (a cui si sommano 1,5 miliardi di litri esportati). Togliendo quelle di vetro, si stima un parco bottiglie di 11 miliardi di pezzi che nel 80-90% dei casi finiscono nei termovalorizzatori, negli impianti di incenerimento, in discarica e in parte vengono dispersi nell’ambiente. Si tratta di un argomento che pochi hanno voglia di trattare, anche perché il consumo esagerato non trova giustificazione in un Paese dove l’acqua del rubinetto in molti casi è di ottima qualità. Se a quelle di minerale, si sommano le bottiglie in plastica delle bibite zuccherate e quelle delle bevande (birre e latte), si arriva presumibilmente a 15 miliardi di pezzi ...https://ilfattoalimentare.it/acqua-minerale-plastica-bottiglie.html

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.14) 1 agosto 12:53
    Doriana Goracci
    Un solo errore - Bologna, 2 Agosto 1980
    Il più feroce attentato della storia repubblicana, il cinico tentativo di abbattere la democrazia, un sanguinario colpo contro la popolazione inerme che sta partendo per le vacanze.I terroristi commettono un unico errore: aver scelto Bologna come obiettivo.I soccorsi sono immediati, la città manifesta il proprio sdegno "rioccupando" le piazze percepite come "luoghi della democrazia" e da subito, tramite la voce dell’allora sindaco di Bologna Renato Zangheri e l’immagine impressa nella memoria collettiva dell’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini, si leva con forza la richiesta di verità e giustizia.
    Le indagini dei magistrati bolognesi e l’impegno costante dell’Associazione dei familiari delle vittime conducono per la prima volta ad individuare e condannare gli esecutori materiali della strage: i neofascisti dei NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari); e i depistatori che fin da subito hanno ostacolato l’accertamento della verità: la P2 di Licio Gelli e i massimi vertici dei servizi di sicurezza, dalla prima manovrati.Dal lutto rinasce un’idea di società civile che dal lutto elabora un impegno ed una strategia collettiva che vede nelle giovani generazioni, ancora oggi troppo disinformate e disincantate, il principale antidoto alle trame occulte che fin da Piazza Fontana hanno avvelenato e avvelenano ancora oggi, grazie anche all’ubriacatura dei mass media, la nostra democrazia.Regia: Matteo Pasi
    Produzione: Associazione Pereira
    Con il supporto di: Arcoiris TV; Associazione Pedrelli
    Con la collaborazione di: Associazione 2 Agosto 1980; Cineteca di Bologna
    Musiche: Modena city ramblers; Daniele Silvestri; Francesco Guccini
  • Di Doriana Goracci (---.---.---.247) 23 luglio 11:03
    Doriana Goracci

    c’è purtroppo da aggiungere le ultime notizie dopo il 16 maggio: bomba Firenze, condannati 3 anarchici...All’alba del primo gennaio 2017 l’esplosione di una bomba rudimentale, ma potentissima, investì l’artificiere di polizia Mario Vece, intervenuto per mettere in sicurezza la zona. Perderà una mano e subirà altre gravi conseguenze. Per la procura di Firenze, gli autori dell’attentato sono un gruppo di anarco-insurrezionalisti, già attivi in città: la bomba era infatti destinata ai ’rivali’ di Casapound, perché l’ordigno era stato depositato in via Leonardo da Vinci, di fronte a "Il Bargello", una libreria che orbita nella destra. Non per tentato omicidio, bensì per lesioni gravissime (22 luglio 2019): "Tre dei quattro anarchici accusati di aver ferito l’artificiere Mario Vece sono stati condannati dalla Corte di Assise di Firenze. Il poliziotto fu investito dall’esplosione di una bomba artigianale la notte di Capodanno 2017 a Firenze. I giudici hanno però riqualificato il reato di tentato omicidio in quello di lesioni personali gravissime. E quindi hanno inflitto una pena di 9 anni e 6 mesi a Pierloreto Fallanca, 9 anni 10 mesi e 15 giorni a Giovanni Ghezzi e 9 anni a Salvatore Vespertino. È stato assolto invece Nicola Almerigogna per non aver commesso il fatto. Come riportato dall’Ansa, le condanne sono state emesse nell’ambito del processo a carico di 28 esponenti di area anarchica, accusati a vario titolo anche di diversi altri reati, come associazione a delinquere, manifestazione non preavvisata, imbrattamento, danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale. La lettura della sentenza è stata interrotta da cori e urla degli anarchici presenti in aula, che sono stati sgomberati e poi riuniti davanti al tribunale. "

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.126) 21 luglio 23:56
    Doriana Goracci

    "Le parole cose d’aria, sono" diceva Camilleri...tanto che aiutano a vivere. Grazie Gilda, con tutto il cuore