• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Doriana Goracci

Doriana Goracci

Sono una blogger in copy left da molti anni e mi piace impegnare parte del mio tempo nel giornalismo partecipativo, usando il cestino-come mezzo- per raccogliere quelle piccole e preziose cronache di vita, spesso sotto traccia.

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 08 Agosto 2009
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 413 309 348
1 mese 3 1 1
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 175 101 74
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.36) 7 maggio 17:13
    Doriana Goracci

    Aggiungo dalla cronaca odierna del Corriere della Sera «Mi ha urlato tu non sai con chi stai parlando, poi ha iniziato a picchiarmi, mi ha sputato in faccia, mi ha preso per il collo». Mentre Laura - nome di fantasia - ripercorre l’aggressione subita nel bar della Romanina, la voce le trema un po’ ma lo sguardo è deciso. Non sapeva quel giorno di Pasqua che quei due uomini che volevano essere per forza serviti per primi al caffè del quartiere, erano parenti dei boss Casamonica. Nessuno nel bar è intervenuto a soccorrerla, questo lo ricorda bene. «Quell’uomo mi stava pestando a calci e mi diceva “ti ammazzo”. - racconta ancora la donna, invalida civile e un coraggio incredibile - Io gli ho risposto che sì lui mi ammazzava, ma poi andava in galera». I motivi di quella violenza nemmeno Laura se li spiega. «Urlavano contro il barista che conosco da una vita, è un amico, e io gli ho semplicemente ricordato l’educazione» dice ancora la donna che poi ha denunciato tutto alla polizia. Erano forse ubriachi i due Di Silvio autori del raid punitivo contro quelli che additavano come “romeni”, i titolari del bar da anni inseriti nella comunità del quartiere.

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.2) 7 marzo 10:03
    Doriana Goracci

    ho letto di un fiato mi sembra un’analisi chiara e perfettamente condivisibile malgrado faccia male. Scrivo questo commento da lettrice e redattrice come te di Agoravox Italia ma devo camuffarmi in questo periodo con un nome di comodo su FB "Doriana Fanciulli", perchè mi hanno bloccata per avere condiviso una poesia antirazzista...si hai letto bene ma gli algoritmi che hanno letto evidentemente le molte segnalazioni di persone, infelici e razziste, hanno finalmente avuto la possibilità di farmi fuori per 30 giorni: gli algorirmi non capiscono l’ironia anche se parla molto chiaro, non leggono proprio. Da tempo non sono di niente anche perchè mio nonno era comunista l’altro fascista mio padre socialista il mio ex marito non votava il mio compagno morto era anarchico e io sto qui sempre a chiedermi se riuscirò a raggiungere i figli che lavorano in Francia. Ciao Francesco, buon tutto a noi da una pensionata italiana che se non ci fosse la Rete parlerebbe con i gatti che ama...e 4 amici rimasti.
    Doriana Goracci

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.45) 4 marzo 09:34
    Doriana Goracci

    cara Simona io non so chi mi abbia segnalata in massa, e tantomeno capisco l’orientamento politico. La poesia che riportavo, se l’hai letta e sentita da uno dei due video che allego, è antirazzista, compendio di infiniti luoghi comuni. Facebook meccanicamente (o quasi) risponde a un numero importante di segnalazioni. Il post era stato condiviso da centinaia di persone, tutto molto superficiale e in velocità...come la lettura della pagina di un amico vedere la stessa pagina con copertina in nero e chiedersi cosa sia successo, la pubblicazione di un articolo come questo che è una denuncia chiara...ma si va di fretta si aprono e chiudono amicizie come inumidirsi le labbra. Rimane una gran sete e fame di relazioni vere, di vita reale che alle volte si intravede con chiarezza dallo schermo...come le tue parole uscite di corsa con profonda rabbia e amarezza. Io in ogni caso oggi voto, senza dubbi e senza astensioni. Grazie infinitamente per avermi scritto. Spero a presto anche su FB.

    Doriana Goracci

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.98) 2 marzo 18:03
    Doriana Goracci

    ma che piacere rileggerla signor Rodolfo Marotta...non non mi dica che lei ha un fratello che mi ha esaurita nel commentare questo post sulla mia pagina FB, con le stesse puntuali osservazioni filorussemeteolinguistiche...E’ fantastico, come lo pseudonimo, il profilo un po’ orientale, non ha letto NIENTE se non quel burian buràn...ma neanche tutti i link che le ho mandato per dirle che di solito prima di scrivere quello che scrivo di getto, e chiedere la pubblicazione, lo "lego" a siti che ho consultato, riferimenti a mio avviso interessanti, come ho fatto per "buriana". E’ legittimo quanto ho scritto, si può usare e neanche lo riporto qui. Lei ha avuto molta costanza nel rispondermi e ribattere e io a risponderle anche qui: è l’ultima volta. E’ seccante e saccente, basta spostare 2 vocali, il risultato è lo stesso. Mi stia bene.

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.179) 15 febbraio 23:58
    Doriana Goracci


    ho letto stasera il suo articolo e sono rimasta piacevolmente colpita;qualcosa l’avevo immaginato ma non tanto da leggere con chiarezza quanto afferma. Porto a favore un esempio pratico. Ho scritto prima del 14 febbraio un post su questo sito per cui collaboro da tempo su San Valentino nel mondo, vietato in Pakistan e ho concluso con due righe e un loro video: "...Intanto il Volo è a livelli spaziali con il suo Grande Amore: 111.289.299 visualizzazioni, probabilmente anzi certamente non potrà essere ascoltato il 14 febbraio in alcune parti del mondo..." Stasera l’ho riascoltato e le visualizzazioni sono aumentate in due giorni così 111.619.333. Da ultimo, sempre nel mio piccolo...circa una volta a settimana mi sento con un’ amica non più giovane e francese, che vive a Marsiglia dove è stata insegnante di matematica, è pazza scatenata per il Volo, sa tutto di loro e io le anticipo i programmi dove potrà vederli in televisione. Lei come molte altre persone a Marsiglia, grandi di età non studenti delle scuole, vanno a lezione di cultura e lingua italiana in una associazione dove insegna italiano mia figlia con altre colleghe, Passa Parola. Forse molti non sanno che la lingua italiana è la quarta lingua parlata nel mondo: "l’italiano è la lingua principale del melodramma e nel mondo ci sono tanti melomani che apprezzano molto la nostra musica lirica, basti pensare al successo mondiale avuto da Pavarotti dagli anni ottanta in poi..."
    Grazie Patrizia Ciava, aggiungo il video che ho menzionato sopra, con grande piacere, a me che la musica poi piace tutta...https://www.youtube.com/watch?v=w1f6o1HQBvg