• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Doriana Goracci

Doriana Goracci

Sono una blogger in copy left da molti anni e mi piace impegnare parte del mio tempo nel giornalismo partecipativo, usando il cestino-come mezzo- per raccogliere quelle piccole e preziose cronache di vita, spesso sotto traccia.

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 08 Agosto 2009
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 678 600 783
1 mese 4 6 1
5 giorni 1 2 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 1039 483 556
1 mese 31 18 13
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.231) 15 agosto 15:47
    Doriana Goracci

    che tristezza mi prende Paolo, per tutto. Disgraziato chi ci capita, altro che mai più.Ti abbraccio

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.212) 14 agosto 13:27
    Doriana Goracci

    "Fa sempre piacere vedere dei politici, è chiaro che quest’anno percepiamo che la campagna elettorale sia più impellente e quindi abbiano più voglia di essere visibili. Vorremmo però che durante l’anno portassero avanti le nostre istanze: il disegno di legge sulle vittime dell’incuria. Nessuno ci ha mai chiesto scusa. Nessuno è stato colpito dal punto di vista professionale, anzi: abbiamo regalato loro 8 miliardi per riacquisire la gestione di una nostra infrastruttura. Questo è dal nostro punto di vista imperdonabile. Quello che è successo pensavamo portasse a un cambiamento più radicale. Al momento non vediamo ancora cambiamenti che ci diano soddisfazione. In questo anno ciò che fa più male è la cessione della concessione. È inaccettabile quello che è successo, inaccettabile che questa concessione, già scritta come nessuno di noi l’avrebbe scritta neanche per comprare una bicicletta, non sia stata stracciata ma addirittura remunerata agli azionisti, una cosa che umanamente non potremo mai accettare, noi e credo anche tutti i cittadini che sapessero realmente cosa è successo, perché purtroppo tanti non sanno e quando capita di raccontarlo rimangono sbalorditi. Proveremo a costituirci parte civile al processo come comitato, in ogni caso la mia famiglia è costituita parte civile, e quindi in qualche modo ci siamo, in rappresentanza anche delle altre famiglie. Ma speriamo comunque di riuscire a essere presenti come comitato, la nostra non è un’associazione che si costituisce parte civile per incassare dei soldi, si costituisce parte civile per vigilare sul processo, per essere parte attiva nel processo, è impossibile che non si capisca che il comitato non poteva nascere prima rispetto alla tragedia, speriamo che i giudici possano capirlo, che accolgano la nostra richiesta e che questo possa fare giurisprudenza." Egle Possetti, presidente del comitato Ricordo vittime ponte Morandi oggi 14 agosto 2022
    Sono passati 4 anni, il 17 agosto scrissi "Genova, Ponte Morandi | Come vivere sotto una cupa minaccia? Sopra le case deve esserci il cielo, non un’autostrada" https://www.agoravox.it/Genova-Ponte-Morandi-Come-vivere.html quanto sopra lo metto a commento e ringrazio sempre Michele Guyot Bourg che nel 2012 presentava su Facebook alcune immagini da lui eseguite a quel mostro della modernità che era il Ponte Morandi: "Nel 2012 ho pubblicato parte di una mia ricerca fotografica effettuata negli anni ’80 sull’incidenza negativa dell’autostrada sul quotidiano vivere accanto e sotto questa opera e l’avevo intitolata "VIVERE SOTTO UNA CUPA MINACCIA".

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.166) 2 agosto 07:34
    Doriana Goracci

    dai miei ricordi su Facebook, spunta il post di David Sassoli che aveva scritto sulla sua pagina il 2 agosto del 2021 e che riporto oggi: "Carlo Mauri, la moglie Anna Maria e il figlio Luca, 6 anni, partono sorridenti in auto diretti verso la Puglia. Comincia agosto e la piena estate, il mare.All’altezza di Casalecchio di Reno l’auto viene tamponata, ore dopo arriva il carro attrezzi che li porta in un’officina dove trascorreranno la notte alla bell’e meglio dormendo nella vettura.
    Al mattino del sabato sperano di poter far subito riparare il guasto e ripartire, ma nonostante vari tentativi non è possibile, dovranno per forza proseguire in treno. Luca protesta vivacemente, sull’auto ci sono i suoi giochi di bambino e non vuole abbandonarli, i titolari dell’officina ricordano ancora il suo sguardo, al momento della partenza.La famiglia Mauri arriva alla stazione di Bologna. Si trova al primo binario, quando questa famiglia spensierata e felice viene massacrata, cancellata, assieme ad altre 82 persone, nella strage fascista del 2 agosto 1980.
    Per Carlo. Per Anna Maria. Per Luca.
    Per tutte le vittime.
    Per il diritto a una verità piena e completa su mandanti ed esecutori di questa pagina ignobile e nera della storia repubblicana.
    Per non dimenticare." David Sassoli

    La strage provocò 85 morti e 200 feriti, a Bologna

    altre notizie sulla mia copertina FB, oggi 2 agosto 2022 https://www.facebook.com/photo/?fbid=6236261613067327



  • Di Doriana Goracci (---.---.---.34) 28 luglio 08:31
    Doriana Goracci

    solo GRAZIE cara Maria Serafini.

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.96) 27 luglio 17:00
    Doriana Goracci

    a proposito di meduse, non è una consolazione ma questo accade, la notizia è del 27 luglio in Italia: Israele, invasione di meduse nel mare di Haifa Migliaia di esemplari circondano una barca. L’Autorità israeliana per la natura e i parchi ha catturato l’incredibile filmato del drone, che mostra una piccola barca circondata da quelli che sembrano quasi petali di fiori bianchi. Le macchie bianche sono meduse, tuttavia.

    Sebbene non sia raro trovare un gran numero di meduse nel Mediterraneo durante le alte temperature estive, questa intensità e dimensione dello sciame sono meno comuni.Il video è imperdibile.https://www.youtube.com/watch?v=bdZZ01VSync


Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità