• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Avanti con i finti Decreti Sicurezza

Avanti con i finti Decreti Sicurezza

Dovremmo esserci, il 1° Agosto il Decreto Sicurezza bis arriva in Senato ed il 6 Agosto votato (hanno infilato nel Decreto altre norme parte delle quali ci avvicinano sempre di più ad uno Stato autoritario, ma in fondo quello che si vuole colpire è il salvataggio in mare) tutto ok dunque?

Io non credo proprio, aggiungerà problemi ai già tanti creati del Decreto Sicurezza 1 (strano che subito dopo il decreto i media abbiano immediatamente tolto l'argomento dalle prime pagine):

Come ha dichiarato “Gregorio De Falco (senatore Gruppo Misto, ex M5S): Il decreto sicurezza bis viola le norme del diritto internazionale (pertanto è anticostituzionale)

'Che cosa devono fare il pescatore, il comandante della nave mercantile e quello della nave militare? Obbedire alle leggi italiane, che sono quelle di civiltà'.” (video LA7), (da vedere spiegazione molto efficace)

C’è dell’altro: a leggere bene il Ministero dell’Interno acquisisce nuove competenze di coordinamento, peccato che il Capo della Polizia Franco Gabrielli dichiari di essere in una tempesta perfetta e cioè ha 99 mila uomini in servizio sui 117 mila che dovrebbero essere. Aggiungiamo pure qualche altra competenza e vedremo gli ottimi risultati che verranno conseguiti con meno uomini.

Nel frattempo sono sbarcati da Nave Gregoretti della Guardia Costiera. Gli daranno un milione di euro di multa? Doveva andare a Marsiglia? Il cerchio voluto dal Governo Italiano, non Salvini, Conte, Di Maio & Company, ma il Governo Italiano nella sua interezza inclusa la maggioranza parlamentare, si chiude con l’intervento della Commissione Europea, che non c’entra nulla, con l’adesione di Germania, Francia, Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e CEI, ma naturalmente in "nostro Governo" non si sogna nemmeno di partecipare alla ricerca di soluzione di Dublino II.

A proposito: ma con i rimpatri come siamo messi? Se ne dovevano respingere 600 mila, non tutti immigrati africani. Mi sto chiedendo da tempo se non abbiamo accordi nemmeno con Ucraina, Serbia, Filippine, India, Sri Lanka ecc. che formano la grande maggioranza dei “clandestini” …….!

Si fa una bella fatica a parlare di Governo Italiano se si considera che la maggioranza se la racconta e se la canta in mille modi differenti ma la verità è che poi, in Consiglio dei Ministri, vengono prese decisioni condivise, la prova? Il TAV si fa, doveva firmare in Ministro dei Trasporti invece ha firmato un funzionario, va bene uguale. A futura memoria Toninelli non comparirà, potrà addirittura dire di essere stato contrario. Ma Conte chi è, forse un sovrano? Ovviamente no.

La pantomima continua, la minoranza sembra annichilita, oltre il 60% degli italiani è felice e contento di come ci stiamo governando, buon per noi. Oddio, magari la minoranza proprio silente non è, forse non ha spazio o accesso ai media, considerati i continui richiami dell’Agenzia per le garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) addirittura al servizio pubblico radiotelevisivo (RAI).

Per quanto mi interessa, gli ambientalisti italiani continuano a richiamare l’attenzione sui disastri accumulati negli anni dimostrando di essere capaci di proposte “serie” e lo fanno senza cedere allo sproloquio ed alla propaganda sciatta e caciarona.

Troppo poco in un Paese che ha fatto dell’intolleranza la cifra della sua convivenza, inevitabile se si vuole mantenere dignità ed educazione,

Un Saluto

Es.

Foto: Palazzo Chigi/Flickr

Commenti all'articolo

  • Di paolo (---.---.---.49) 3 agosto 19:23

    Caro Salvà rispetto quello che dici anche se non sono daccordo. D’altra parte è normale, tu sei un piddino resistente ad ogni affondamento, io sono un ex (molto ex) sinistrorso ancorato ai vecchi valori che il PD non ha mai rappresentato e non potrà, per sua intrinseca natura, mai rappresentare.

    Ciò detto obietto sull’affermazione di un soggetto molto sui generis del calibro di Gregorio De Falco. Intanto l’eventuale incostituzionalità del decreto bis o ter o quater...la decide la Corte Costituzionale e non l’ex nautico approdato, direi molto felicemente, alla greppia dorata deigli eletti in Parlamento, by M5S che in fatto di scelte alla carlona non ha fatto certamente rimpiangere Di Pietro o i radicali. Io credo che la Costituzione italiana sia prevalente su qualsiasi ordinamento sovranazionale, perché è scritta in nome e per conto del popolo italiano e non di altri. Comunque vedremo.

    Obietto inoltre sulla presunta poca visibilità mediatica dell’opposizione (segnatamente PD e F.I.) . Il PD, oltre ai telegiornali pubblici e privati e ai talk show nei quali nella stragrande maggioranza dei casi vanta sempre almeno un piddino in aggiunta al conduttore generalmente piddino (tralascio l’elenco), dispone di quasi tutta la stampa nazionale ( in primis La Repubblica che ha sostituito l’Unità ed il Corriere della sera che ha sostituito se stesso), mentre La 7 è ormai equiparabile ad una tv di partito (il PD ovviamente) visto che sono tutti o quasi ex renzucci. Che si lamentino è ovvio, prima erano in regime di assoluto monopolio dell’informazione, adesso devono convivere (soprattutto con il Cazzaro verde) e inoltre hanno ben poco da dire se non ripetere una sequela di slogan che definire stucchevoli è riduttivo. Penoso.

    Concordo invece con Kocis. Di delinquenti nostrani ne abbiamo a bizzeffe, visto che vantiamo ben 5 mafie, a cui si aggiungono tutti i miracolati da un sistema giudiziario colabrodo, specialmente se si dispone di buoni avvocati, ovvero di dané.

    Mi scuso per la lungaggine, comunque sempre un piacere interloquire con te.

    ciao.

  • Di paolo (---.---.---.49) 3 agosto 22:53

    Non so dove hai trovato che quelli dello spry siano un gang di nordafricani, temo purtroppo che siano di pelle biancastra e con un alto tenore di vita . Semmai è abbastanza strano che nessun organo di stampa ne ha subito evidenziato la nazionalità, se erano neri ci andavano dentro a caratteri cubitali. Io sono totalmente contrario agli sbarchi ( lo dico e ripeto alla nausea e Salvà mi è buon testimone) per le stesse ragioni che hai citato ( e anche per altre), ma razzista no. Anche nel caso dell’assassinio Cerciello la prima notizia apparsa è che si trattava di due "negri", poi sono spuntati i due bianchissimi statunitensi strafatti di coca e ubriachi.

    Quindi tieniti pure il tuo "voi", lo hai indirizzato a sproposito.

     

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.87) 4 agosto 01:54
    Enzo Salvà

    A Kocis: grazie per l’intervento, sono d’accordo, se consumiamo il nostro tempo su singoli casi e non ne cerchiamo le cause, non si finisce più o si finisce male e soprattutto si tralascia tutto il resto.

    Tralasciando questioni umanitarie che per me sono importanti, nel mio piccolo nel 2018 avevo cercato di analizzare la questione come se fosse un problema di logistica (che è parte della mia professione) senza intenti partitici. 

    Il Governo M5s-Lega e i migranti: ma siamo sicuri? 

    Decreto Salvini - Sicurezza e Immigrazione... ci siamo!

    A paolo: il soggetto sui generis De Falco è un ex Ufficiale della Marina Italiana che di marineria e delle sue regole ha solo da insegnarci, è un fatto,

    che sia stato invitato dai 5S a rappresentare il popolo italiano per un atto del tutto lecito e dovuto usando modi e termini poco ufficiali, non mi impressiona.

    Ordinamento sovranazionale vuol dire poco, i Trattati Internazionali che il nostro Paese sottoscrive prevalgono sulle leggi nazionali. Ne sono compresi i Regolamenti UE (non le Direttive) poiché c’è un trattato sottostante. (e comunque un Regolamento esce solo dopo che il Consiglio dei Capi di Stato e di Governo lo approva).

    La questione “media” io l’ho inserita in termini dubitativi in riferimento a "sembra annichilita". E’ un fatto che AGCOM sia intervenuta più volte sulla questione.

    La cosa meno importante ma che mi fa piacere ricordare: noi ci siamo conosciuti nel 2012 anno in cui io ho iniziato a commentare su Agoravox (allora usavo lo pseudonimo Epsilons).

    Forse ricorderai che io non ho mai considerato il PD un partito di sinistra e l’ho sempre definito una Grosse Koalition con il difetto che in Germania è un’alleanza provvisoria per governare mentre qui ex PCI-PDS ed ex DC-POPOLARI hanno fondato un nuovo partito ….. destinato a fallire.

    (La questione la vedo molto più complicata, il neoliberismo ha vinto parecchie battaglie e qui finisce che vince anche la guerra, le sue nuove armi sono populisti e post-ideologici …. Che minchia sono i post-ideologici?)

    Ma alla domanda che pone De Falco:

    cosa dovrebbero fare il pescatore, il comandante della nave mercantile o militare?

    solo Kocis risponde, esplicitamente nei suoi post, implicitamente anche in questa occasione!

    Un Saluto

    Es.





  • Di paolo (---.---.---.49) 4 agosto 09:04

    Caro Enzo alias Epsilons, poi chiudo, nessun trattato o regolamento internazionale può venir meno al dettato costituzionale. Eventualmente prima si modifica la Costituzione poi si sottoscrive o si applica. Comunque è materia che non mi compete, vedremo.

    Sul salvataggio dei migranti è sacrosanto che chiunque veda gente in pericolo la tragga a bordo. E’ un esplicito dovere sancito appunto da regolamenti internazionali( legge del mare) oltre che un dovere umanitario. Altra cosa è il traghettamento organizzato per fini e scopi che di umanitario hanno una beata mazza. Comunque chi lo fa nelle modalità del tassita (come sta plasticamente avvenendo sotto gli occhi di chi vuol vedere) poi si deve assumere le relative responsabilità, ovvero quelle di portarli a casa propria o da chi li accetta sua sponte. Stiamo sfiorando il ridicolo, se è una nave batte bandiera italiana è considerata territorio nazionale di primo approdo, se battono bandiere tedesche ,olandesi, spagnole o francesi (ora persino norvegesi) sono terra di nessuno. Alla faccia di Dublino. Poi la Libia no perché c’è la guerra ma per partire va bene, la Tunisia no perché ci sono porti sicuri solo per i turisti (milioni), Malta non li vuole perché è piccola, l’Algeria non si sa, Macron i migranti li piomba nei container, la Spagna spara a vista, la Grecia è alla frutta e la Merkel ce li rispedisce indietro sedati (ovvero drogati ); e allora dove si va? Ma in Italia naturalmente, terra piena di Salvà in buona fede e di misericordiosi un pò pelosi e dediti al business facile. Ma non sei stanco di farti prendere per i fondelli ( francesismo) ?. Un pò di orgoglio nazionale santo Dio, uno scatto di dignità altrimenti Salvini al prossimo giro prende il 60 % dei voti e la cosa mi preoccupa e non poco.

    Su De Falco fossi in te io non mi spenderei troppo.

    ciao

    • Di kocis (---.---.---.8) 4 agosto 11:54

      Il gentile “ Di paolo” scrive tra l’altro nella sua nota: “ il traghettamento organizzato per fini e scopi che di umanitario hanno una beata mazza”.

      Guarda caso, anche se non esplicitamente detto ( chissà perché??!!) Il riferimento è alle ONG. A meno che non pensi anche alle decine di altre unità navali che negli ultimi due/tre anni sono stati i protagonisti nel Mediterraneo ( lo dicono le quantità complessive e le ripartizioni) dei SALVATAGGI. Navi italiane e di altri paesi ( militari e non), pescherecci, guardia costiera, guardia di finanza……… “ arrivi autonomi”

      Infatti, giusto per ricordare i primi sette mesi dell’anno la quota dei salvati da parte delle navi delle ONG è totalmente minoritaria ( meno del dieci per cento). 

      Quindi, un’affermazione generica e priva di fondamenti, che, di fatto, nel corso degli ultimi anni è stato lo strumento propagandistico dei vecchi e nuovi nazionalisti, travestiti da sovranisti “pappagalli”.

      Le affermazioni, specie quando riguardano la vita delle persone e i drammatici eventi in atto, devono essere conclamate dai fatti reali e concreti. Non tanto dal chiacchiericcio propagato ad arte sulla falsariga che la “calunnia è un venticello” del famoso compositore. 

      Nella marea dell’enorme e scientifica cagnara sollevata UN DATO E’ CERTO:

      Gli addetti ai lavori, a partire dalla MAGISTRURA / nelle sue varie componenti operative nei territori interessati) e dagli organi giudiziari, non hanno mai individuato oggettive prove di raccordo tra ONG e organizzatori dei viaggi a pagamento. Questo è l’unico riferimento certo.

      Il resto è pura FANTASIA! Senza nessun straccio di prova! Montata ad arte, solo per inquinare le menti e i cuori dei cittadini. 

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.87) 4 agosto 10:10
    Enzo Salvà

    Paolo, non confondere le cose, sui trattati leggi (art.87 comma 8 Costituzione) sul resto intervengo più tardi

    Es.

  • Di paolo (---.---.---.49) 4 agosto 10:51

    Enzo mi trascini in un campo che mi è indigesto e semisconosciuto. I trattati internazionali prevalgono sulle leggi ordinarie, ma non possono andare in conflitto con il dettato costituzionale. Art.1 ) La sovranità appartiene al popolo che la esercita ecc... E se la maggioranza popolare vuole uno stop all’invasione, stop deve essere , certo nei limiti non disumani ovviamente.

    In nessun paese al mondo un trattato internazionale può interferire con i principi costituzionali. In Germania, per esempio, neanche i trattati internazionali a scopo umanitario. Comunque lascio il giudizio a chi conosce la materia e abbandono il tema per palese incompetenza.

    ariciao

    @Nel Merito non avevo dubbi in proposito.


  • Di paolo (---.---.---.49) 4 agosto 13:06

    @Kocis : bravissimo , tu non ti fare inquinare la mente, continua ad essere cittadino del mondo e aspetta che la nostra magistratura, al di sotto di ogni sospetto, fornisca prove chiare e certe. Siccome però ho stima ti auguro di essere nel giusto e di vivere in pace con te stesso.

    P.S. " gentile" lo trovo pleonastico .

    ciao

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.87) 4 agosto 21:14
    Enzo Salvà

    Grazie Kocis, contributo importante il tuo.

    I troll non entrano mai nel merito, hanno bulimia da tastiera perché rimanga qualche frase ad effetto qua e là. Se Nel Merito, scrivesse “nel merito” e badasse ai risultati ottenuti prima e previsti ora dai Decreti Sicurezza, avrebbe delle difficoltà, ma la propaganda, il marketing da venditore porta a porta, hanno delle esigenze,

    E ti tira fuori:

    American Affairs Org, una pubblicazione trumpista che quindi fa propaganda pro domo sua, (non conosco Carlo Formenti) e che sulla questione dello sfruttamento dell’Africa parlano bene e razzolano male, che Trump è un neoliberista del giusto stampo “lasciate libero il mercato che si autoregolerà” peccato che non sia vero e che gli americani per primi sfruttino l’Africa e sostengano le loro multinazionali anche tramite corruzione, colpi di stato, ecc. quando i loro desideri non vengono soddisfatti (come in sud America), noi gli siamo andati dietro.

    Destra e Sinistra, Populisti e Sovranisti occidentali parlano sempre di “aiutiamoli a casa loro” peccato che siano sempre parole vuote e quando le riempiono di contenuti, gli aiuti finiscano nelle tasche delle industrie occidentali, pur avendo risultati caritatevoli positivi ma insufficienti, e non in sviluppo locale. (un giorno vi spiegherò come funzionano gli aiuti occidentali e perché in molti paesi si trovano prodotti occidentali ad un prezzo inferiore a quello dei nostri negozi)

    Fin dagli anni ’80, scienziati e università hanno “avvisato” che, senza cambiamenti, sarebbe successo, e sta succedendo, ma non c’entra niente la politica partitica interna, la questione è umanitaria e come tale molti cittadini, me compreso, la intendono. 

    Il Governo italiano attacca le ONG ma le organizzazioni non governative vivono grazie ai contributi di privati.

    Sono certo che, anziché dotarsi di navi per il soccorso, preferirebbero di gran lunga fare quello che hanno sempre fatto: andare lì, combattere fame e miseria, organizzare scuole e sanità, scavare pozzi, acquistare utensili adatti allo sviluppo ecc.ecc.ecc. Certo, spiegano anche i gravi effetti del land grabbing e water grabbing, cioè l’accaparramento di terreni ed acqua da parte di multinazionali (da una ventina d’anni hanno cominciato anche i cinesi) e questo non le rende simpatiche a qualcuno.

    Per quanto mi riguarda credo che a comandare oggi siano in molti casi l’intolleranza (prodotto diretto dell’ignoranza) la xenofobia ed il razzismo, adeguatamente sorretti da propaganda e chissà cos’altro.

    (ho in moderazione un post, ne accenno per tutt’altro argomento)

    Paolo, è un peccato che con la tua preparazione di base sia finito nel popolo “ma anche”, sarebbe ora di rendersi conto che “ma anche lui lo fa” non è una giustificazione e, soprattutto, indebolisce argomenti e rivendicazioni anche legittimi.

    Un Saluto

    Es.

  • Di Ditela giusta (---.---.---.83) 5 agosto 18:56

    P. S.

    Comunque, detto tra di noi, hanno trovato proprio quello buono a far da moderatore al sito

    • Di Enzo Salvà (---.---.---.87) 5 agosto 19:20
      Enzo Salvà

      Sei troppo teso, Agoravox, basta informarsi. funziona così:

      L’obiettivo di AgoraVox è permettere la pubblicazione di articoli che siano verificabili e, per quanto possibile, inediti. Chiunque può diventare un redattore di AV, indipendentemente dal suo orientamento politico, economico o religioso, dalla sua cultura o dalla sua estrazione sociale.

      AgoraVox è un media diverso perché il suo ?comitato di redazione? non è quello classico di un giornale: non ci sono forme di controllo da parte della redazione, ma sono i redattori stessi che, in quanto moderatori, votano, commentano e segnalano gli articoli proposti.

      Come si diventa moderatore? Bisogna aver pubblicato almeno 4 articoli. Passata questa soglia si potranno automaticamente votare e commentare quelli degli altri prima che vengano pubblicati.

      L’idea alla base di questo meccanismo è che i moderatori possano segnalare problemi direttamente al redattore dell’articolo. Che tipo di problemi? Di ordine giuridico, per esempio (diffamazione, ingiurie, incitazione all’odio, ecc...); la presenza di informazioni scorrette o di errori nell’articolo (una data o un nome sbagliato...) o, ancora, se l’articolo ha un contenuto a carattere commerciale nascosto.

      Questo meccanismo (un dialogo tra il redattore e la community) può far sì che l’articolo si completi o si migliori in un processo di creazione collettiva della notizia.

      Come consultare i messaggi inviati? Il redattore dovrà recarsi nella pagina ?notifiche? oppure nella sua pagina articolo (se questo è ancora ?in corso di moderazione?).

      Quando l’articolo viene pubblicato (o rifiutato) il redattore riceve una mail di notifica, così come ogni qualvolta riceve un commento.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.87) 5 agosto 19:22
    Enzo Salvà

    Io sono solo uno che rispetta le regole del sito, e che ha scritto più di 4 post.....

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità