• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Enzo Salvà

Enzo Salvà

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo mercoledì 09 Settembre 2018
  • Moderatore da venerdì 09 Settembre 2018
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 23 233 131
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 111 96 15
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 1 ottobre 2019 09:42
    Enzo Salvà

    vero, ma si può tentare, ad esempio, dei 500 fanno parte 145 italiani, nell’appello c’è anche questo:

    "Posta la cruciale importanza che hanno i combustibili fossili per l’approvvigionamento energetico dell’umanità, suggeriamo che non si aderisca a politiche di riduzione acritica della immissione di anidride carbonica in atmosfera con l’illusoria pretesa di governare il clima".

    Dove il vocabolo, acritica, assume grande importanza: fa pensare che sia una novità arrivata con Greta, non un problema affrontato “ufficialmente” – non dagli ambientalisti in sede ONU dal 1992;

    allo stesso modo, immissione di anidride carbonica, ASSOCIANDO I COMBUSTIBILI FOSSILI alla semplice emissione di Co2. Chissà, forse i 145 scienziati italiani, parte dei 500, andranno a spiegare bene questo passaggio a Taranto o alle varie Associazioni di Medici Pneumologi, tanto per rimanere sul superficiale.

    Lei commenta e mi risponde: “Non è detto che vi sia reale indipendenza”. Le rispondo: i 500 evidenziano la “cruciale importanza dei combustibili fossili”, posso restituirLe la risposta?

    Ma è possibile basare un confronto su queste basi? È possibile discutere partendo da sospetto e dietrologia? E’ possibile partire dal seme di "corrotto" per ottenere una sana conoscenza?

    Sul titolo: mi sembra che gli effetti siano, in generale, positivi. Il fatto che se ne parli diffusamente, in particolare nei consessi mondiali o in UE dove si spera che il pacchetto Green New Deal sia corposo nel prossimo bilancio dell’Unione. Tutta la parte dell’agro-alimentare e trasporti collegati sta tornando a galla, magari più faticosamente, ma si muove. 

    Grande parte di questo si deve al fenomeno mediatico Greta Thunberg che, faccia qualche conto a mente libera, serve proprio a "sollevare e spingere le coscienze". Diventa fenomeno mediatico in quanto il problema c’è ma serve una spinta per cominciare a risolverlo: sindrome NIMTO.

    Casualmente Greta ha il grande merito di aver deciso, un bel giorno, di scioperare da sola.

    Io lo associo ai tagli di Lucio Fontana: sembra facile, che ci vuole!

    Lei scrive “se si attende troppo prima di risolvere un problema...", e prosegue, “Uno di essi è sotto gli occhi di noi poveri italiani, costretti ormai non solo a vivere in un…” e via andare su altri temi, da qui il mio commento.

    Mi scuso, purtroppo il mio deficit di comprensione permane.

    Un Saluto

    Es.

     

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.153) 30 settembre 2019 22:53
    Enzo Salvà

    Mah, diciamo che ho problemi cognitivi ....

    Sui 500, che io ho citato, credo sia il caso di vedere dati e metodi di calcolo a confronto, quando e se li presenteranno. altro che guru...... 

    Un saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 30 settembre 2019 17:49
    Enzo Salvà

    Greta Thunberg si limita alla protesta, accusa di non aver fatto nulla sulla questione “gas climateranti” che nonostante l’evoluzione tecnologica sono in continuo aumento.

    Chiede di ascoltare gli scienziati; in particolare cita IPCC che, ricordo, prevedevano una situazione degenerata già negli anni 60/70/80, (ad esclusione di circa 500 scienziati che si riuniranno a breve).

    Greta non è, ad oggi, un’ambientalista, politicamente parlando, non propone, avrà visto come di infuria quando dice “voi chiedete ai bambini una soluzione! come osate?” 

    L’articolo non va: che “c’azzecca” il ministro dell’istruzione italiano, i SUV (chissà forse c’erano anche genitori in bicicletta) e ragazzini che sporcano, con FFF?

    Cosa ha a che vedere questa protesta con “la, in generale, politica italiana”, l’ineducazione, l’ambientalismo di facciata “purché non mi rompa i cabasisi visto che pago la TARI”?

    Signora, Lei ha posto sullo stesso piano, piani diversi di edifici diversi.

    Qualche tempo fa ho scritto questo post con gli occhi di un adulto, cercando di essere pratico, disilluso.

    Da chi si è battuta contro TTIP e CETA, tra gli altri, mi aspettavo altro, qualche cosa di più.

    A questo proposito, poco importa se leggerà il mio articolo, sulla questione ambientale collegata all’agro-alimentare ed ai trasporti Le segnalo questo articolo .

    Se invece il Suo articolo aveva intenti provocatori, per sollevare qualche sana riflessione sul fatto che è dal nostro piccolo che dovremmo e potremmo …….. , il titolo ed il sommario non mi sembrano azzeccati. 

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 26 settembre 2019 16:59
    Enzo Salvà

    Qualche cosa avevo già scritto me ne ricordo solo adesso. 

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 26 settembre 2019 16:56
    Enzo Salvà

    paolo, "stai sereno" non me lo dovevi proprio augurare. Punti di vista: io per professione lavoro su Regolamenti e Direttive quindi con le parole ci faccio previsioni poi, come si dice in Veneto "carta canta e villan dorme".

    Un Saluto

    Es.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità