• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Fabio Della Pergola

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo sabato 09 Settembre 2011
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2011
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 531 978 2958
1 mese 4 9 33
5 giorni 1 2 11
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 82 42 40
1 mese 4 0 4
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.38) 20 ottobre 2011 15:22

    Per finire, ricordando che l’accusa ai Radicali è stata quella di aver tenuto in vita il governo, cito l’art. 47 del regolamento della Camera:

    "Comma 2. Se l’Assemblea o la Commissione non è in numero, il Presidente può rinviare la seduta di un’ora, oppure toglierla. In quest’ultimo caso l’Assemblea o la Commissione s’intende convocata senz’altro, con lo stesso ordine del giorno, per il seguente giorno non festivo alla stessa ora di convocazione della seduta che è stata tolta, oppure anche per il giorno festivo quando l’Assemblea o la Commissione abbia già deliberato di tenere seduta in quella data"

    Detto in altri termini: ANCHE SE (cosa che non credo per i motivi detti sopra) i Radicali avessero fatto mancare il numero legale, non ci sarebbe stata alcuna caduta del governo, ma una banale riconvocazione della votazione (e gli "indecisi" del PDL avrebbero visti aumentare vertiginosamente i loro cachet)

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.38) 20 ottobre 2011 14:53

    E magari non dimentichiamoci l’insinuazione più grave: "da Palazzo Chigi è partito un sms diretto a un deputato PDL: Nitto Palma ha fatto un gran lavoro con i radicali...." è la notizia che si sono venduti. Notizia diffusa dalla destra e riportata da La Stampa. Ovviamente smentita dai radicali, ma che gira, gira, gira...

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.38) 20 ottobre 2011 14:29

    Naturalmente non mi incazzo se dici Pannella (a parte che avresti almeno potuto dire una parola di solidarietà per un ottantenne preso a sputi in faccia mentre cerca di spiegare le sue ragioni) ma colgo l’occasione per sottolineare ancora il punto centrale della questione - che va anche al di là della "diversità" radicale: il fatto che tutto il can can mediatico si basa su una balla colossale. Non c’è stato un ingresso in aula dei deputati Radicali PRIMA che si sapesse se il quorum era stato raggiunto o no, ma DOPO (come scrive chiarissimamente Giachetti e come hanno ammesso Franceschini e Bersani) che tutti avevano ormai capito che la partita era chiusa. Se questa differenza temporale lascia indifferenti non so cosa farci.
    Che poi i Radicali abbiano comunicato una loro avversione alle "disposizioni" arrivate dai caporioni PD e che magari abbiano reagito stizzosamente, a me sinceramente importa poco.
    Mi sembra invece gravissimo che una forza politica, caratterizzata da un forte laicismo, venga sottoposta a una larghissima diffamazione a mezzo stampa e web fondata su una plateale menzogna, proprio nel momento in cui si ipotizza un possibile congiungimento delle forze politiche fortemente sensibili al pensiero vaticano.
    Io, di questo, mi preoccupo e molto.
    Se sono andato sopra le righe mi scuso, ma ti invito a leggere Emma Bonino qui http://radicali.it/comunicati/20111...
    Fabio

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.38) 17 ottobre 2011 08:15

    Ricostruzione tutto sommato condivisibile della strategia della tensione aggiornata ad oggi. Vecchia storia e anche l’analisi fatta mi pare che abbia questa carenza: essere un po’ poco originale.
    La domanda è: possibile che nessuna organizzazione (partito, movimento) di protesta riesca mai a prevedere quello che è così facilmente prevedibile vista - appunto - la scarsa originalità dei fattori in gioco ? Possibile che per manifestare ’contro’ l’unico modo sia la GrandeManifestazioneConCorteoGigantePerLeStradeDiRoma ? dove, si sa, è facile che scoppino casini ? Possibile che RifCom e SeL che di esperienza ne hanno non abbiano avuto un (dico uno) pensiero di diversificare le proteste ? Ad esempio organizzandole in diverse città in modo da evitare l’assembramento gigante ? O qualsiasi altra cosa (un po’ di fantasia non guasterebbe) che non sia questa ripetitività che manda in malora movimenti di protesta di milioni di persone ?

  • Di Fabio Della Pergola (---.---.---.38) 15 ottobre 2011 00:48

    Assolutamente d’accordo con l’analisi della vicenda di oggi, bravo ! La gogna ai radicali è uno scandalo assoluto e Il Fatto Quotidiano è in prima fila. I preti di tutti i partiti si sono scatenati e i radicali vanno fatti fuori perché così vuole Santa Madre Chiesa. Poi - dopo - darà il suo beneplacito all’alleanza con l’UDC. E un sacco di gente si beve queste cazz..te

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Politica Società Europa

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità