• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

l'incarcerato

l’incarcerato

incarcerato@gmail.com

Statistiche

  • Primo articolo sabato 02 Febbraio 2009
  • Moderatore da venerdì 03 Marzo 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 188 115 448
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 39 38 1
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di l’incarcerato (---.---.---.77) 23 agosto 2011 14:00
    l'incarcerato

    Guarda il problema è proprio la postilla che fece il Governo Prodi. In un loro albergo basta che ci sia una cappella e automaticamente non è una attività "esclusivamente commerciale". Quindi l’ici non la pagano. Per il resto del discorso concordo. Però come hai ben sottolineato, ci sarebbe tanto da spiegare su questi meccanismi che incitano alla protesta....sono proteste che davvero servono a qualcosa. Mi pare che nei dibattiti televisivi non si parla d’altro. Ma come mai è praticamente scomparso dai dibattiti la critica alla politica neoliberista? Finiamola di credere che il prbolema principale sia la storia della Casta. Per fortuna ci sono gli indignatos spagnoli, e non solo, che hanno capito perfettamente dove andare a colpire. Noi siamo un caso anomalo anche per questo. Eppure dieci anni fa noi eravamo la punta del movimento no global. Dai girotondini in poi, all’ascesa di Di Pietro e giornalisti di destra(Travaglio, Barbara Spinelli ecc) la sinistra ha avuto un vuoto, una voragine. Nessuna critica al Sistema che crea debiti e diseguaglianze.

  • Di l’incarcerato (---.---.---.100) 13 agosto 2011 13:31
    l'incarcerato

    Io davvero rimango perplesso. Ci hanno distrutto in un secondo quel poco di welfar che avevamo, privatizzazioni e liberalizzazioni selvagge, addirittura modificano lo statuto dei lavoratori e abrogano le festività e tutto per pagare un debito non causato da noi. E badate bene, con sta storia della Casta ci hanno reso tutti ciechi. Il debito non è certamente causato dai privilegi della poltica(ovviamente da condannare) ma dalle speculazioni delle banche e a con questa scusa il FMI ci ha obbligato a fare riforme decisamente liberiste. E qui il Governo c’entra poco perchè anche l’opposizione avrebbe fatto questo se non addirittura peggio. E noi come priorità cosa facciamo? Un referendum per abrogare il sistema elettorale? Sarebbe questa la priorità? E sarebbe questa la soluzione? No, non è possibile che siamo arrivati a questo. Quanto rimpiango il periodo no global quando proponevamo un altro tipo di economia con tanto di proposte concrete. Sembra di essere in un incubo, ma è tutto vero. 

  • Di l’incarcerato (---.---.---.126) 19 luglio 2011 09:45
    l'incarcerato

    Ho già scritto tutto in questo articolo. Ma riassumo tutto con un’affermazione, poi si può contestarla a priori oppure magari rifletterci un attimo su: "Nessuno riesce a dire con chiarezza che i tagli alla “casta” non cambierebbero assolutamente niente? I privilegi della “casta” NON sono il problema, oggi. Attaccarli significa sbagliare bersaglio; sbagliare “casta”. Significa deviare la rabbia di cui parlate in qualcosa di sterile."

  • Di l’incarcerato (---.---.---.96) 18 luglio 2011 14:09
    l'incarcerato

    Ottimo, abbiamo sviluppato pensieri simili!

  • Di l’incarcerato (---.---.---.204) 30 maggio 2011 13:14
    l'incarcerato

    Sulla questione del fotovoltaico io concordo con te e purtroppo ad alcune persone conviene non denunciare la speculazione su questa fonte rinnovabile che io considero importante. Ad esempio io ho molto apprezzato il monologo di Vulpio durante l’odiatissimo programma di Sgarbi. Pochi hanno notato che il buon Vendola lo ha querelato. Se lo avesse fatto Berlusconi, sarebbe scoppiato il putiferio. Diciamo anche che mi auspico che la Magistratura indaghi su queste questioni ...lo spero però concedimi il beneficio del dubbio.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Società

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità