• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Immigrati in Italia: una radiografia dell’integrazione

Immigrati in Italia: una radiografia dell’integrazione

L’Italia è un paese multietnico, una realtà composita fatta di 200 nazionalita, di 5 milioni di stranieri che danno un forte contributo demografico ed economico al nostro Paese. Al 31/12/ 2016 sono aumentati di 20.875 unità, mentre gli italiani sono diminuiti di 96mila e 976 unità.

Gli stranieri in età lavorativa sono il 78% contro il 63,2% degli italiani, versano 7 miliardi di Irpef, 11 miliardi di contributi previdenziali, assicurando il pagamento di 640 mila pensioni. Hanno un peso economico, che nel 2015 è stato di 127 miliardi, pari all'8,8% del PIL nazionale.

Da questa radiografia dell’ISTAT emerge una indomita voglia degli immigrati di integrarsi, che testimonia il fallimento della politica dei muri e dei respingimenti, la possibilità e la convenienza economica di una politica di integrazione e di accoglienza.

Ma noi buttiamo nel cestino questa opzione, e invece di gestirla al meglio, utilizzando il meglio nelle imprese, ma anche per la nascita di nuove aziende di migranti, pensiamo al modo migliore per rifiutare l'aiuto che ci offrono e di porli in contrapposizione ai disoccupati italiani: la guerra tra i poveri. E la gente?

La gente annega i suoi istinti di paura e le tracce mai sopite del ventennio negli annunci, continui e persistenti e rassicuranti di slogan nazionalistici. Ascolta questi slogan - “Prima gli italiani” - e si rassicura, anche se esprimono una politica suicida e tafazzista, che ci consegna nelle mani dei Paesi più forti, dei primi appunto, mentre noi, nello scacchiere internazionale, non siamo neppure secondi o terzi, anche se sono spot pubblicitari per far voti.

E allora, con la mente intorpidita, la gente insiste e persiste nella stupida ostinazione di voltare la faccia, di guardare dall’altra parte. Non considera il ruolo degli immigrati nel tamponare il saldo demografico negativo e quello economico, il fallimento della politica dei respingimenti, la possibilità e la convenienza di una politica di integrazione e vota Lega.

 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità