• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Fake News: si fa (troppo) presto a dirlo

Fake News: si fa (troppo) presto a dirlo

Oramai si usano su tutto, le fake news e qualcuno le sta pure usando per pulirsi la coscienza e magari per togliersi qualche sassolino.
Penso a Il giornale, che nella home page mette subito in chiaro la sua linea editoriale

Nell'editoriale di ieri, Sallusti per esempio se la prende con le bufale che avrebbero fatto cadere Berlusconi:

È oggi accettato scientificamente che furono delle fake news sponsorizzate da La Repubblica le notizie che fecero cadere il governo Berlusconi nel 2011. Non è vero, infatti, che l'Italia era sull'orlo del default e che non c'erano i soldi in cassa per pagare gli stipendi pubblici; è risultata assolutamente infondata l'inchiesta giudiziaria-mediatica sulle notti di Arcore, tanto che Berlusconi è stato poi assolto in tutti i gradi di giudizio.

Già la parola scientificamente in bocca a questi giornalisti fa impressione, comunque:


- Berlusconi si è dimesso dopo aver perso la sua maggioranza (al voto di fiducia sul rendiconto generale del bilancio dello Stato alla Camera)

- la guerra sullo spread nasceva dalla scarsa fiducia degli investitori nell'Italia e nel suo governo

- sulle notti di Arcore (Bunga bunga, Ruby rubacuori, la nipote di Mubarak): Berlusconi è stato assolto, ma citando Wikipedia 

“ci fu prostituzione ma conoscenza età non assistita da adeguato supporto probatorio”[147]. Nessuna prova è stata accertata sul fatto che Berlusconi avesse esercitato un atteggiamento intimidatorio o quanto meno un'induzione indebita nei confronti del responsabile della questura milanese affinché rilasciasse la minorenne marocchina, né che fosse a conoscenza dell'età della ragazza all'epoca dei rapporti sessuali

Oramai stiamo usando la parola fakenews come tana libera tutti, tutto è una fake. E se tutto è fake, nulla lo è veramente... E uno può veramente credere che Ruby rubacuori fosse nipote di Mubarak. 

Commenti all'articolo

  • Di pv21 (---.---.---.172) 30 novembre 2017 12:58

    Ricetta >

    Ripulire sia i media che il web dalle cosiddette “bufale” (fake news) è soltanto l’avvio di una auspicabile campagna ostativa.

    Ma al peggio non c’è mai fine: restano le CATCH News. Ovvero quel “frammento” di un evento (dibattito, fatto, testo ..) che viene estrapolato e focalizzato per avvalorare la attendibilità e la valenza di un messaggio confezionato.

    Ergo. Coltivare la propria capacità critica è l’unica difesa dal rischio sempre incombente della Pescitudine da …

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità