• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Silvia Amato

Silvia Amato

Mi occupo di comunicazione online, sono una blogger, una fotografa... sono anche una grafica, costruisco siti internet, insomma mi muovo in lungo e in largo nell'affascinante e multiforme mondo della comunicazione. Ho fatto parte della redazione di due giornali locali del litorale a sud di Roma molti ma molti anni fa.... Mi piace comunicare, mi occupo spesso di società e politica, e di scuola ma anche di spettacolo da quando collaboro con una agente di cinema e televisione. Da quest'anno mi occupo anche della comunicazione sul web di un teatro romano il "Teatro degli Eroi"

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 10 Ottobre 2009
  • Moderatore da martedì 12 Dicembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 14 4 5
1 mese 1 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 0 0 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Silvia Amato (---.---.---.154) 19 dicembre 2009 10:41
    Silvia Amato

    Non so se crederci davvero che si sta creando un movimento forte basato su identità di contenuti da parte di tutti i partecipanti....
    so soltanto che con la scusa della violenza e della repressione degli illeciti si sta tentando di chiuderci la bocca!
    intanto io ho firmato la petizione di agorà digitale
    http://silviamato.it/wordpress

    Poi vedremo come andare avanti, anche senza internet se necessario!

  • Di Silvia Amato (---.---.---.230) 7 novembre 2009 22:34
    Silvia Amato

    Ma sai, dici fondamentalmente le stesse cose che penso io, anzi meglio che ho pensato l’annno scorso, a ridosso delle elezioni amministrative di Roma. Il fatto è che ci si aspetta sempre qualcosa dagli altri...
    Io ero nel movimento dei meetup di Grillo, e sinceramente, all’inizio, mi aspettavo grandi cose!
    Una marea di gente che si aggregava quotidianamente, alcuni, com’è ovvio, anche per fare "fuffa" come dice Cogito, ma altri, tanti tanti altri ti assicuro, si aggregavano con la voglia di cambiare la nostra società, di risvegliare le coscienze, di partecipare alla nuova rivoluzione culturale e sociale!!!
    Io ero tra questi ultimi, armata di tanta buona volontà, di tanta rabbia contro lo stato attuale delle cose e di tante idee da portare avanti e da sostenere.
    Fatto sta che mi sono accorta, cammin facendo, ma soprattutto a ridosso delle elezioni amministrative, che la logica del tornaconto personale è così radicata negli animi italici da spingerli a trasformarsi in qualunque cosa pur di raggiungere una qualunque posizione dominante. Una qualunque ti dico, proprio qualunque.
    Ed è qui la delusione, quando ti accorgi che i tuoi compagni di viaggio, quelli che credevi "compagni di rivoluzione culturale" erano precisamente identici ai politici convensionali, o forse ci si erano trasformati in virtù dell’occasione che gli si presentava.
    Non c’è niente da fare, la maggior parte delle persone sono di questo genere, come i blogger che fanno fuffa tanto per raggiungere il maggior numero di commenti o di popolarità.
    Mi sono distaccata da tutti loro, ho vissuto giornate tremende di pianti, di rabbia, di delusione, ma poi mi sono resa conto che la mia delusione era solo fatta di una aspettativa disattesa, una aspettativa che mi ero creata io!
    Le aspettative sono qualcosa di personale, non possiamo prendercela con qualcun altro, on possiamo prendercela con chi non realizza le nostre aspettative.... non le realizza solo perchè non sono le sue!

  • Di Silvia Amato (---.---.---.230) 7 novembre 2009 12:54
    Silvia Amato

    Il fatto è che bisognerebbe capire cosa si voglia effettivamente dal proprio blog.
    Io ho due blog, uno dove cerco di inserire notizie e riflessioni sulla vita sociale e politica sia italiana che internazionale (http://silviamato.it/wordpress), un altro dedicato ai miei cani (http://alano.silviamato.it).
    Spesso i miei post non hanno commenti, ma ciò succede perchè ho inserito diversi limiti per l’invio di commenti... intanto ho askimet che mi cancella in automatico tutti i commenti spam del genere "bel sito" "fikissimo" "bel post" e robe simili, e poi ho aggiunto una regola in cui per aggiungere un commento liberamente si deve avere almeno un commento approvato.
    Odio la censura ma nella blogosfera si impone!
    In ogni caso le visite al mio blog non sono poi così scarse, generano anche un leggero guadagno con gli annunci AdSense che ho inserito.
    Non sono e non sarò mai comunque contro i blogger perchè, secondo me, rappresentano sempère e comunque delle VOCI LIBERE.
    Qualunque sia il motivo per il quale inseriscono post, sono post personali nati da scelte personali. Poco importa che vengono scritti autonomamente o che vengano copiati-incollati da altri siti, blog, forum ecc... la cosa fondamentale è che siano scelti e pubblicati autonomamente e che si abbia comunque la possibilità di rintracciarli, leggerli e sceglierli!

  • Di Silvia Amato (---.---.---.230) 7 novembre 2009 12:41
    Silvia Amato

    se il parametro è quello dell’erba che si consuma per farli vivere probabimlente inquinano tantissimo!!!!
    Molto più di un televisore al plasma certamente!!!!


Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità