• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Kocis

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo mercoledì 10 Ottobre 2008
  • Moderatore da giovedì 10 Ottobre 2008
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 148 59 328
1 mese 2 4 1
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 0 0 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Kocis (---.---.---.165) 26 maggio 2012 14:51

    Cioè?
    Per esempio concreto di cose, giusto perchè siamo in un sito - Agoravox - che non è quello di Grillo, può riassumere il pensiero programmatico e le azioni operative attivate su alcune, o tutte, delle questioni richiamate che riguardano l’imprenscinbile quotidianità dei cittadini, specie dei bisognozi che sono tantissimi milioni?

    Sull’art. 18 che c’è, che si dice?

    Anche quando si richiama il Vangelo non si rimanda al "sito" della sacre scritture, bensì si riporta ciò che serve nel merito in oggetto.

    Grazie e cordialità

    Kocis

  • Di Kocis (---.---.---.168) 25 maggio 2012 23:07

    La chiacchera è bella. Cì, cì, ci ciù.

    Poi, esaurito il dileggio permanente su questo e su quello, giusto per far caciara, il popolo torna a casa e cerca di mettere sul fuoco la pentola. quella necessaria per non fare deperire irrimediabilmente il corpo.

    Mi chiedo e chiedo. In una fase drammatica come quella che riguarda le condizioni di vita di decine di milioni di cittadini italiani, moltissimi i giovani, di povertà crescente. Di ricchi che diventano sempre più ricchi ( il famoso e famigerato 10% che possiede il 50 % delle ricchezze complessive); di enorme e strutturale evasione fiscale; di disoccupazione; lavoro nero e precario; di eliminazione dell’art. 18 che di fatto distrugge il concetto del licenziamento individuale solo per giusta causa; di ridimensionamento dei valori , dei contenuti materialei, economici e in diritti, delle contrattazioni collettive di categoria e nei luoghi di lavoro - democrazia conrtinuamnete calpestata- ; delle pensioni decurtate economivamente e nei parametri necessari per il riconoscimento, dei continui omicidi e mutilazioni - detti infortuni - che quotidianamente avvengono nei luoghi di lavoro; di potere d’ acquisrto dei salri sempre più piccolo.....gli ultimi in europa; di mafia imperante - in coppola o in giacca di seta -, estorsioni, omicidi; di tariffe: IMU, trasporti, acuqa, rifiuti, di devastazioni ambientali e mari inquinati...........

    Il MOVIMENTO 5 STELLE e il suo "generale" Peppe Grillo, che dicono, che fanno?
    Da cittadino attento mi pare di capire che il silenzio regni sovrano.

    Eppure, le persone, quelle banalmente normali, per vivere hanno bisogno di lavoro, pane e dignità.

    Su questo di elementarmente necessario, Che proponete? Come operate nella quotidianità ? Come volete aumentare i salari e gli stipendi
     sempre più striminziti?

    E voi, come agite per allievare siffatte pene? e sulle pensionoi, specie quelle di fame, che proponete, che fate? Ora! Non nel decantato tempo della "conquista del potere"?

    Per non parlare dell’enorme debito pubblico accumulato dalle speculazioni padronali e dei Lor signori da sempre in agguato.

    Orsù si aspetta.....speranzosi, il vostro verbo e il vostro agire.

    Kocis

  • Di Kocis (---.---.---.180) 7 maggio 2012 14:53

    Una vittoria epocale che contribuisce in maniera significativa e forte a cambiare il disastroso percorso europeo, al servizio dei cittadini tutti, specie per quelli che vivono drammaticamente le conseguenze della crisi e delle grandi speculazioni in atto.

    Kocis

  • Di Kocis (---.---.---.36) 1 maggio 2012 18:44

    * RINVIO IL TESTO PRECEDENTE RISULTATO NON LEGGIBILE

    Lo "Scherzo" in sicilia con le questioni connesse alla mafia tocca sempre nervi scoperti. A maggior ragione se si viene, si profera e si va, proprio in occasione della celebrazione dell’assassinio di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo, e della strage ( oggi 1° maggio) di Portella della Ginestra ( 1947), per mano mafiosa : 11 morti, di cui 2 bambini, 27 i feriti ( diversi di questi morirono successivamente).

    Il rischio, come si dice in sicilia, e di mischiare pupi e pupazzi. facendo, quindi, appositamente grande confusione.

    A partire dal 6 maggio si terrà a Cinisi, in memoria di Peppino Impastato, l’iniziativa " Oltre i confini della memoria- Ricordare per continuare". Duerà alcuni giorni. Sarebbe cosa buona e giusta che Grillo andasse lì, ascoltando in "religioso" silenzio, per imparare e capire meglio i nessi e connessi legati alla mafia.

    Si mischiano troppe cose, condannando, a parole, tutto e tutti. MAI formulate proposte di merito appropriate, specie sulle gigantesche questioni che riguardano la gestione dell’economia da parte del neoliberismo, lo sfruttamento umano e delle risorse, sull’equa distribuzione delle ricchezze e sugli struenti innovativi di aprtecipazione democratica ( in italia o quant’altro) in raccordo con la Costituzione, per dare forte e rinnovato impulso alla nostra democraziqa.
    Poi, magari, come successo e dichiarato, si vorrebbero salvare i "sacri" confini della patria" in occasione dell’ingresso della Romania nella Comunità europea, o esternare contrarietà ( in quanto questione non rilevante) per la concessione della cittadinanza italiana ai migranti nati in italia.
    Troppi furori verbali e poco arrosto.

    Un commentatore anonimo se la prende con Agovorax per la pubblicazione dello scritto in oggetto, richiamando addirittura le "plutocrazie" di infausta memoria, sol perchè pubblica testi alui non consoni. incredibile, rivorrebbe di nuovo in auge la censura: questo si quell’altro no.
    Agoravox è strumento libero e plurale. Non gli piace. Cambi canale.

    Ai commenti di natura puramente offensiva, sul piano etico e democratico, non vale la pena di replicare.

    Buon 1° Maggio
    Kocis


  • Di Kocis (---.---.---.36) 1 maggio 2012 12:44

    Lo “Scherzo” in Sicilia con le questioni connesse alla mafia tocca sempre nervi scoperti. A maggior ragione quando si viene, si profera e si va, proprio quando si celebra l’assassinio di Pio La Torre e di Rosario di Salvo e della strage ( oggi 1° Maggio) di Portella della Ginestra ( 1947) per mano mafiosa: 11 morti, di cui 2 bambini, 27 i feriti ( diversi di questi morirono successivamente).

     

    Il rischio, come si dice in Sicilia, è di mischiare pupi e pupazzi. Facendo, quindi, appositamente, grande confusione.

    Si parla troppo in “libertà”, senza rispetto e conoscenza appropriata dei fatti e misfatti, specie nelle vesti del “forestiero”.

     

    A partire dal 6 maggio si terrà a Cinisi, in memoria di Peppino Impastato, l’iniziativa

    “Oltre i confini della memoria - Ricordare per continuare”. Durerà alcuni giorni. Sarebbe cosa buona e giusta che Grillo andasse lì, ascoltando in “religioso” silenzio, per capire meglio i nessi e i connessi legati alla mafia.

     

    Si mischiano troppe cose, condannando, a parole, tutto e tutti. MAI formulate proposte di merito, specie sulle gigantesche questioni che riguardano il neoliberismo, lo sfruttamento, un’equa distribuzione delle ricchezze e sugli strumenti innovativi di partecipazione democratica ( in Italia o quant’altro) in raccordo con la Costituzione.

    Poi, magari, come successo e dichiarato, si vorrebbero salvare i “sacri confini della patria” in occasione dell’ingresso della Romania nella Comunità Europea, o esternare netta contrarietà per la concessione della cittadinanza italiana ai migranti nati in Italia.

    Troppi furori verbali, e ben poco arrosto.

     

    Un commentatore anonimo se la prende con Agoravox, richiamando la “plutocrazia” di infausta memoria, sol perché pubblica testi a lui non consoni. Incredibile. Rivorrebbe di nuovo in auge la censura?

    Agoravox è uno strumento libero e plurale. Non gli piace. Cambi canale.

     

    A commenti di natura puramente offensiva, sul piano etico e democratico, non vale la pena di replicare.

     

    Buon 1° Maggio.

     

    Kocis