• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Kocis

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo mercoledì 10 Ottobre 2008
  • Moderatore da giovedì 10 Ottobre 2008
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 178 78 373
1 mese 1 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 0 0 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Kocis (---.---.---.10) 1 giugno 2023 14:55

    Quello che segue è il testo che accompagna il video 29 maggio 1921 “ IU Turiddu Ciaramunti c’era”. Scritto da Enzo Ruta, l’attore che interpreta nel video, magistralmente, “Turiddu Ciaramunti”. Enzo Ruta, attore e regista di Modica, purtroppo è morto due anni addietro. Il 5 giugno è l’anniversario.


    “QUANDO I BRACCIANTI ERAVAMO NOI... STORIA DELL’ECCIDIO DI PASSOGATTA - MODICA 1918: finisce la Prima Guerra Mondiale. I combattenti tornano alle loro case. Carestia, bassi salari e disoccupazione provocano tumulti in ogni angolo d’Italia. Nel circondario di Modica, Sicilia Orientale, il Partito Socialista prova a organizzare decine di migliaia di braccianti analfabeti e poverissimi, creando cooperative e sindacati, lottando per condizioni di lavoro più dignitose. Nelle elezioni del 1920 i Socialisti conquistano la quasi totalità dei municipi dell’allora provincia di Siracusa. In pochi mesi, nobili e massari assoldano squadracce di mercenari e fascisti che con la violenza cacciano tutte le amministrazioni socialiste. Omicidi e violenze in ogni città del circondario provocano il crollo del Partito Socialista nelle elezioni politiche del 15 maggio 1921. I socialisti tentano comunque di far sentire la loro voce, e a Modica organizzano una grande manifestazione nelle campagne, a Passogatta: il 29 maggio 1921 le squadracce danno però il colpo di grazia al movimento, sparando sulla folla e uccidendo 5 lavoratori. "Turiddu Ciaramunti: nome e cognome fittizi, ma dietro c’è una persona vera a cui, a suo tempo nel 1972, promisi di non rivelare le sue generalità. Ho raccolto questa testimonianza, dietro sollecitazione di Pippa Floridia che cercava un testimone dei fatti dell’eccidio di Passogatta. Con il mio registratore Geloso a nastro e grazie ai buoni uffici della nonna di un mio caro amico finalmente riuscii a raccogliere la testimonianza. Dopo la iniziale ritrosia e sospetto, il settantaseienne scalpellino mi raccontò la sua storia di giovane socialista che visse quella giornata in presa diretta e nel cuore del corteo. Microstoria che riflette in pieno la grande storia. Così Turiddu Ciaramunti diventa un pezzo di teatro di narrazione, certamente è un punto di vista personale, emotivo e parziale. La verità spetta stabilirla agli storici. Alle parole affido le emozioni e le paure di quel giorno." Enzo Ruta”


    https://www.youtube.com/watch?v=6Nr-eLhjZSU&t=5s

  • Di Kocis (---.---.---.180) 21 agosto 2022 11:41

    Aggiornamento:

    I funerali di Nicolò Caruso, morto fulminato sul lavoro


    Lutto cittadino a Militello Val di Catania, Messa “solenne”, grande partecipazione popolare, in cinquecento accompagnano la salma al cimitero, attraversando il paese, “scortata” dalle musiche all’uopo suonate dalla banda paesana.

    Sono questi gli aspetti salienti che hanno caratterizzato nel pomeriggio di sabato a Militello il funerale di Nicolò Caruso, folgorato dalla corrente elettrica durante l’attività di lavoro a Caltagirone la sera di giorno 11 agosto, dipendente di Sirti Energia.

    Commozione, dolore, sdegno e sentimento di giustizia per la tragedia, “fendevano” l’interno della grande chiesa – Santuario di Santa Maria La Stella – stracolma di persone, e l’ampia piazza circostante che è rimasta riempita di cittadini per tutta la durata della cerimonia. La salma era giunta dall’abitazione “ scortata” da un fitto corteo.

    Un evento, luttuoso, certamente speciale per questo paese collocato nell’entroterra della provincia catanese. Un lavoratore, morto drammaticamente, è stato degnamente salutato con vivissimo affetto da una grandissima rappresentanza della comunità cittadina.

    Alla fine della cerimonia funebre accompagnata dai canti del folto coro, Nicolò Caruso è stato ricordato dalle parole di due nipoti e dai significativi pronunciamenti del sindaco di Militello Giovanni Burtone che, tra l’altro, ha evidenziato la necessità improrogabile di costante sicurezza nei luoghi di lavoro.


    Appello e Monito: Mai più tragedie, morti e mutilazioni nelle attività lavorative! Attivazione urgente continua e costante delle norme e delle attrezzature antinfortunistiche, dei controlli dei preposti tecnici istituzionali, in tutti i luoghi di lavoro.


    domenico stimolo


  • Di Kocis (---.---.---.180) 13 agosto 2022 12:53

    Giusto per “aggiornare” l’elenco ( molto lungo) cronologico umano delle tragedie sul lavoro.

    Giovedì sera un lavoratore della Sirti è morto, folgorato dalla media tensione, nell’area esterna di Caltagirone ( Catania) – in contrada Magazzinazzo-, mentre effettuava un intervento di manutenzione-guasti su un supporto di rete dell’energia elettrica.

    Si chiamava Nicola Caruso, residente a Militello – paese del catanese.

    Lascia la moglie e due figli


    Possibilmente non è l’ ultimo, cronologicamente, evento tragico. Infatti, quando scrivo questa breve nota si è a sabato nella tarda mattinata.


    ( domenico stimolo, ex RLS – Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza -)

  • Di Kocis (---.---.---.130) 2 agosto 2022 14:08

    Dunque. Questa mattina nel TG1, delle ore 8.00, il giornalista che ha fatto un servizio sul luogo della drammatica vicenda ( stazione ferroviaria di Riccione) ha evidenziato che la velocità del treno era di 190 Km/h.

    A far di conto, un oggetto mobile che “cammina” a questa velocità, in 1 secondo percorre 52,7 metri.

    La stazione di Riccione è complessivamente di modeste dimensioni, ci sono solo due binari.

    ….A Ciascuno la sua riflessione……….

    Tema: Un “oggetto” mobile che si sposta alla velocità detta, con la massa complessiva trasportante ( in peso e lunghezza) non precisata (????) che spazio metrico frenante ha bisogno per arrivare da 190 a 0 Km orari?

    Data la tragedia consumatosi spremersi le meningi è doveroso!

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità