Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

Daniel di Schuler

Daniel di Schuler

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 08 Agosto 2010
  • Moderatore da lunedì 08 Agosto 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 443 65 690
1 mese 5 0 0
5 giorni 1 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 0 0 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Daniel di Schuler (---.---.---.6) 21 febbraio 23:59
    Daniel di Schuler

    La ringrazio per avermi letto e, soprattutto, per il suo commento. Ho pochissime certezze in campo artistico, pur praticando l’arte da sempre. Una è che nell’arte vi sia qualcosa che va oltre le parole; di non riconducibile ad alcuna evidente logica. Ci sono artisti ed opere che ci piacciono ed altri che ci piacciono meno, e poco importa che magari i primi siano solo dei minori e tra quelli che proprio non sopportiamo ci siano maestri universalmente acclamati. Non ho quindi la minima intenzione di convincerla della bravura di Schiele. Ha tutto il diritto di non farselo piacere. Per il resto che dirle? Nessuno può essere testimone d’altro che del proprio tempo. Se domani dovessi scolpire un falso busto d’imperatore romano, darei comunque testimonianza della nostra epoca. Certificherei, se non altro, che di questi tempi ancora apprezzavamo quei modelli. Da quanto ho capito, lei ha una visione dell’arte non troppo diversa dalla mia; da quella che ho maturato nell’ultimo decennio. Ma è, appunto, solo una delle tante possibili visioni. Io da qualche anno cerco il bello; lo voglio trovare a tutti i costi. Qualche decennio fa facevo grandi tele espressioniste, che denunciavano tutto e tutti. Non le ripudio; semplicemente corrispondono alla visione dell’arte che avevo allora. Come non ripudio certe tele Pop che facevo ad inizio anni 80. Tutto dipende da quel che all’arte chiediamo e da cosa, con l’arte, vogliamo dire. E fortunatamente c’è arte per tutti.

  • Di Daniel di Schuler (---.---.---.244) 13 marzo 2014 11:58
    Daniel di Schuler

    Grazie anche a Vittorio ed Enzo. I giovani. Noi, e soprattutto i nostri fratelli maggiori, li abbiamo traditi in tutti i modi possibili. Spero solo siano clementi, il giorno in cui ci presenteranno il conto. Il nostro civismo? Non ne resta traccia. Esisteva, fino a non molto tempo fa, un’etica borghese. Negata, più che disprezzata, ma reale e fondata sul dovere. Prima di tutto quello di fare, e al meglio, il proprio lavoro. Credo che la nostra ricostruzione spirituale debba partire da qualcosa di tanto elementare come premiare i migliori. Oggi, come quasi sempre, mettiamo loro in mano una valigia.

  • Di Daniel di Schuler (---.---.---.16) 13 marzo 2014 00:39
    Daniel di Schuler

    Grazie innanzitutto per avermi letto.

    Grazie a Gottardo per il suo sostegno; grazie a Persio per il suo contributo. Su questi temi abbiamo posizioni pressoché identiche. Grazie a chi ha scovato quella frase del vecchio Buko. Grazie anche all’anonimo che mi critica così cortesemente. Credo che, durante il ventennio penultimo scorso, mi avrebbe semplicemente definito “passatista”. Se ho capito bene, mi ha anche dato dell’aspirante grillino. Beh, ho preso del fascista e del comunista, del democristiano e del sessantottino, del sionista e dell’antisemita, in questi anni. Nessuno mi ha mai dato del liberale e dell’azionista. Peccato. Per quel che valgono le etichette a questo punto, è quello che sono da sempre.

  • Di Daniel di Schuler (---.---.---.36) 10 marzo 2014 13:23
    Daniel di Schuler

    Grazie per avermi letto,

    Terrò nel debito conto il suo consiglio.
    I migliori auguri per la sua professione che spero vivamente non abbia nulla a che vedere con l’insegnamento dell’ italiano.
    Daniel

  • Di Daniel di Schuler (---.---.---.117) 28 febbraio 2014 14:09
    Daniel di Schuler

    Mai sopportato i megafoni: fanno tanto regime.