• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

alessandro tantussi

alessandro tantussi

uno qualunque, ma non un qualunquista

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 09 Settembre 2010
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 100 264 263
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 187 155 32
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di alessandro tantussi (---.---.---.39) 9 agosto 2013 14:59
    alessandro tantussi

    per inciso: io (e la stragrande maggioranza degli italiani) non mi farei una minorenne, non pagherei un giudice, non comprerei deputati, ecc. Probabilmente io (ma anche tu se fossi una partita IVA) se tu non ce la facessi a pagare il 60% di tasse/imposte/contributi sfronderesti il reddito d’impresa. Lo ha detto perfino FASSINA.... quindi... regolati tu.


  • Di alessandro tantussi (---.---.---.39) 9 agosto 2013 14:53
    alessandro tantussi

    Ok, vedremo se anche altri come te, pur avendolo letto con attenzione, hanno capito poco come te. Il concetto chi non ha peccato scagli al prima pietra mi sembra che sia stato condiviso e non dileggiato. lo avevo previsto, non mi dici niente di inatteso: Verrò tacciato di difensore degli evasori, istigatore a delinquere, sporco berlusconiano (pensare che non voto nemmeno PDL) e chi più ne ha più ne metta.

  • Di alessandro tantussi (---.---.---.39) 9 agosto 2013 01:22
    alessandro tantussi

    Che devo rispondere al commento. Forse che, beh, basta leggere i giornali. Non "LIBERO" né il "GIORNALE" né il "TEMPO" Anche quelli di sinistra. Si capisce quello che non si vuol capire, basta essere disponibili a capire senza pregiudizi. L’improvvida sortita di ESPOSITO apre nuovi scenari politici e giudiziari.


  • Di alessandro tantussi (---.---.---.39) 8 agosto 2013 08:01
    alessandro tantussi
    e adesso chi è che deve fare PACE CON IL CERVELLO????

    Gli "ermellini" sono basiti: ora si aprono nuovi scenari. Ubi maior minor cessat, però mi vanto di averlo detto prima 

    AGORAVOX ha avuto il coraggio e l’imparzialità giornalistica di ospitare l’articolo (certamente non benvenuto da chi il cervello se lo beve a colazione) 
    La gravità della sortita del magistrato non può e non deve sfuggire alla gente di buon senso, anche a chi non mastica tutti i giorni diritto. Esposito ha smentito di aver pronunciato quelle frasi, ma il sonoro dell’intervista registrata lo inchioda alle sue responsabilità. Il direttore del quotidiano napoletano lo ha ribadito: il magistrato voleva proprio dire quello, ha anticipato ad un organo d’informazione le motivazioni della sentenza, non ancora rese note per le vie ufficiali. 

    Alla faccia della terzietà, della sobrietà, dello stile di vita specchiato e della limpidezza operativa che dovrebbe contraddistinguere chi fa la professione di Esposito. Si è verificato l’ennesimo cortocircuito tra settori politicizzati della magistratura e alcuni media che puntano ad esasperare il conflitto tra poteri. 

    In Cassazione tutti sono basiti. Con le sue dichiarazioni, che di fatto anticipano i contenuti di una sentenza impostata sul principio che Berlusconi «sapeva» della frode fiscale, Esposito apre inevitabilmente (e inconsapevolmente) nuovi scenari. Quelle parole, seppure ritrattate dal diretto interessato inchiodato dal sonoro della registrazione che quindi si è beccato del bugiardo a ragione veduta, sono un assist sia per la difesa, che ora avrà ulteriori motivi per tentare la strada del ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.



    Esposito, Berlusconi sapeva. Poi la smentita - Politica - ANSA.it
    Esposito, Berlusconi sapeva. Poi la smentita, Il Mattino conferma parole intervista al presidente della sezione della Cassazione che ha emesso la sentenza Mediaset, <p>
  • Di alessandro tantussi (---.---.---.39) 8 agosto 2013 04:47
    alessandro tantussi

    Io, il mio cervello, ed il mio umore siamo in perfetta sintonia.  La sentenza ha provocato nella sinistra uno schizofrenico disturbo della doppia personalità: sono (o siete?) tutti felici della condanna di Berlusconi e, nello stesso tempo, vanno a braccetto con Berlusconi, da buoni amici, nella compagine governativa. Loro (voi?) sì che debbono fare pace con il loro cervello e decidere quale parte dello stesso debba prevalere...

    Nel merito della sentenza: leggi il mio commento successivo!

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità