• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Giacomo Fidelibus

Giacomo Fidelibus

Giacomo Fidelibus. 30 anni. Laurea magistrale in Scienze Politiche, curriculum di governo e comunicazione politica.
Cultore di castelli, jazz e tecnologia. Tre ambiti distinti, che fanno parte del mio quotidiano. Seguo diverse tematiche legate all'architettura, all'urbanismo e ai progetti di smart City, sia per lavoro che per passione.
 
Nell’autunno del 2012 ho cominciato un tirocinio presso Limes, la rivista italiana di geopolitica.
Sono molto attivo nella realizzazione di inziative di Peace Keeping. All’inizio del 2012 ho svolto uno stage presso ECAS (European Citizen Action Service) a Bruxelles. Qui ho avuto l’opportunità di creare un progetto di mantenimento della pace per l’Afghanistan, improntato sullo sviluppo dell’apicoltura come attività alternativa alla coltivazione dell’oppio. Ho presentato la mia iniziativa presso le ambasciate afghane del Belgio e Olanda e presso le sedi di molte ONG europee.
Da tempo organizzo conferenze su argomenti pertinenti alla crisi economica, alla guerra in Afghanistan, alla professione del Corrispondente di guerra e alle dinamiche attinenti alle Rivoluzioni attualmente in corso nelle principali Piazze arabe.
Nelle mie conferenze ho invitato personalità legate alla NATO (Corrado Maria Daclon), reporter di guerra come Daniele Mastrogiacomo e Gian Micalessin ed economisti che hanno collaborato per la Banca Mondiale come Francesco Daveri.
A partire dal 2015 seguo, per ambito professionale, diversi progetti legati allo sviluppo delle Smart City; dal settore della video-protezione urbana a quello dell’open data e degli oggetti connessi. In particolare, lavorando nel settore della comunicazione wireless, mi occupo di soluzioni tecnologiche di trasmissione radio nel quadro delle applicazioni critiche.
Seguo inoltre tantissime tematiche affini e connesse alla politica. Sono un attento osservatore e divulgatore dei principi del Rinascimento Urbano e della Bioarchitettura. Dopo aver conosciuto il principale esponente italiano ed europeo del New Urbanism, l’Architetto Gabriele Tagliaventi, dal quale ho ricevuto tantissimi spunti per elaborare progetti di riqualificazione urbana e cittadina, credo che un paesaggio armonico e ordinato sia indispensabile per lo sviluppo e il progresso delle comunità e degli individui che le abitano.
E’ indispensabile individuare la via al perfezionamento delle società umane. Occorre analizzare in profondità tutte le problematiche comuni e condivise per non perdere il fine ultimo: il progresso e la libertà dell’individuo, sia esteriore che spirituale. Mi sembra adeguato concludere con una galvanizzante citazione di Stephane Hessel, illustre protagonista del XX secolo che nella sua interminabile attività politica ha subìto anche la deportazione in un campo di concentramento nazista, tratta dalle sue pubblicazioni (Indignez-vous e Impegnez-vous): “non accontentiamoci della polvere o delle briciole, ma impegniamoci per costruire una società migliore”.
Con grande stima,
Giacomo Fidelibus

Statistiche

  • Primo articolo sabato 08 Agosto 2012
  • Moderatore da venerdì 09 Settembre 2012
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 23 0 3
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 12 12 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0













Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità