• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

paolodegregorio

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo martedì 10 Ottobre 2008
  • Moderatore da mercoledì 10 Ottobre 2008
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 580 27 990
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 0 0 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di paolodegregorio (---.---.---.19) 23 novembre 2009 20:16

    All’ing. De Siano vorrei proporre una ulteriore possibilità per l’utilizzo dell’energia alternativa. e conoscere cosa ne pensa.
    Ho pensato che sarebbe utile inserire pannelli fotovoltaici su un conteiner ed utilizzare l’energia prodotta per la ricarica di batterie della macchina elettrica,
    Il conteiner può servire da garage per l’auto e, colorato di verde, può essere facilmente mimetizzato sul territorio.
    saluti a tutti
    paolo

  • Di paolodegregorio (---.---.---.133) 17 novembre 2009 18:00

    ma è costituzionale un decreto del presidente del consiglio dei ministri che legifera e addirittura stabilisce norme penali???
    Mi piacerebbe sentire l’opinione di un costituzionalista.

  • Di paolodegregorio (---.---.---.124) 25 febbraio 2009 13:20

     il costo dell’energia proveniente dal nucleare non lo conosce nessuno, perchè non è stato risolto il problema delle scorie. E solo a ciclo completo si può conoscere il costo vero, le cifre di cui parlano sono il parziale costo.

     Negli Usa non costruiscono nuove centrali nucleari. Obama fonda il superamento della crisi sulle energie rinnovabili (il nucleare lascia le scorie è pertanto è "improprio" classificarlo rinnovabile). I nostri grandi politici non si chiedono il perchè?.
    Lo sanno bene che negli Usa gli investitori hanno fatto ricerche che hanno dato esito negativo e pertanto, logicamente, non investono, le assicurazioni non stipulano contratti, e lo Stato non finanzia la costruzione.Ma i nostri insistono e loro sanno quali interessi portano avanti, di certo non i nostri.

     L’esito del referendum mi è stato detto che vincola per 10 anni perciò quello di vent’anni fa è superato. Dobbiamo prepararci ad un nuovo referendum. Sono convinto che la maggioranza degli italiani non è d’accordo con la scelta dei nostri politici (trasversale, destra e sinistra), verifichiamo.

     Gli importi destinati alla realizzazione di una sola centrale darebbero risultati strepitosi, se fossero destinati alla microgenerazione energetica, diffusa su tutto il territorio,inclusi i capannoni delle industrie e delle attività artigianali e commerciali e soprattutto in campagna,
    Invece gli incentivi alle rinnovabili previsti dalla recente normativa vengono ostacolati dall’attuale governo che ha apportato modifiche. Difatti mentre in caso di impianto fotovoltaico, i consumi vengono ddebitati nell’anno in cui si verificano, il pagamento del surplus dell’energia prodotta viene pagata l’anno successivo. Oltre a questa novità ci sono le difficoltà burocratiche che ostacolano tutto ciò che concerne la microgenerazione. Il motivo: favorire i grossi gruppi e la scelta del nucleare che risulterebbe superata e irrazionale.

  • Di paolodegregorio (---.---.---.86) 10 febbraio 2009 11:08

    caro ascanio montisci,

    ieri sera ,con tranquilla indifferenza, la TV ha parlato di 7 miliardi di abitanti della terra. Nessuno ha ripreso questo dato. L’aumento continuo della popolazione mondiale non è sostenibile dal nostro pianeta, già ora, e sono dati scientifici, consumiamo più di quanto la terra riesce a produrre.
    L’educazione sessuale e la contraccezione favorita e diffusa sono imperativi categorici.Le religioni che si oppongono (sopratttutto l’ islam e la cattolica), e i politici che le assecondano, hanno la responsabilità di portare la terra alla catastrofe .
    saluti
    paolo

  • Di paolodegregorio (---.---.---.205) 13 gennaio 2009 16:56

    La prima sensazione è quella di una novità, in quanto il pensiero ateo non è mai presente sui media, figuriamoci in forma di pubblicità, ma viene il “magone” a constatare la sproporzione tra la “canoa” degli atei e la “flotta imperiale” dei preti e dei loro fiancheggiatori della politica, dove non esiste un solo partito, nemmeno di estrema sinistra, che si definisca ateo e che voglia ridimensionare drasticamente il ruolo della Chiesa e soprattutto la parte finanziaria a carico dei contribuenti italiani.

    Eppure dovrebbe essere evidente, come è il sole che ci dà la luce, il ruolo di fiancheggiatori della destra politica da parte di tutto l’apparato Vaticano, che conta su migliaia di miliardi (soldi pubblici) per mantenere parrocchie, ristrutturare chiese, finanziare radio e tv private, oltre ad ottenere convenzioni con la sanità pubblica statale per i propri ospedali PRIVATI dove il rapporto con il personale è gestito con criteri di discriminazione religiosa.

    Vogliamo anche ricordare che in questi ultimi anni la CEI si è costantemente intromessa, pesantemente, sempre in appoggio delle destre, per bocciare quei provvedimenti a favore delle coppie di fatto, degli omosessuali, contro la pillola abortiva e quella del giorno dopo, cercando di ricacciare le donne, che vogliono abortire, nella clandestinità.

    E’ forse il momento giusto, nella crisi identitaria delle sinistre, indicare un fattore che può essere unificante, quello della identità laica che deve espellere dalla scena politica ogni farneticazione religiosa, abolire il Concordato e l’8 per mille, riconoscere il fatto evidente che il potere di orientamento al voto della organizzazione cattolica in Italia, il suo radicamento tra i poveri, altera in modo sostanziale i risultati elettorali, e questo ruolo a favore della destra deve essere denunciato, ridimensionato e sconfitto.

    Francamente non mi appassiona sviluppare il discorso di contrapposizione a chi ha fede: Dio non esiste, Dio esiste. La fede non è un fatto razionale e non la fai vacillare con gli argomenti del razionalismo, si perde tempo su questo terreno.

    Sarebbe utilissimo invece percorrere la strada di una democrazia ferita dalla alleanza della Chiesa con la parte più conservatrice dei poteri forti, quelli capitalisti, a cui la Chiesa consegna milioni di scimmie ammaestrate alla rassegnazione e alla illusione della vita eterna, gente che vota per i propri oppressori ed è per questo che i preti sono così largamente finanziati dalle classi dominanti.

    Riterrei molto utile, vista l’ingerenza religiosa nelle leggi dello Stato, che gruppi organizzati di atei si ingerissero nelle prediche della domenica, nelle chiese, e chiedessero perché i preti pedofili che infestano la Chiesa non sono cacciati, perché ci si impegna a difendere la vita dei feti surgelati e non si scomunicano i costruttori di armi, perché il comandamento divino del “non uccidere” non vincola i cristiani al suo assoluto rispetto e la Chiesa stessa mandava a morte i suoi oppositori? E così via con i mille altri interrogativi che la storia reale e secolare della Chiesa ci propone.

    Chiudo con il “socialista di Dio” il prete Gianni Baget Bozzo, estimatore del delinquente Bettino Craxi, che rispetto alla iniziativa di Genova si lascia scappare la seguente frase: “adesso c’è l’ateismo che ti dice, goditi la vita, perché nessuno ti giudica, è un messaggio di solitudine, lo trovo depressivo”.

    Depressivo per te caro Baget, perché quelli come te hanno il terrore della gente che si vuole godere la vita, senza sensi di colpa e senza giudici, perché voi proponete solo sacrifici e sofferenze, naturalmente ai poveri. I ricchi vi pagano per questo e si godono la vita.

    Forza atei!

    Paolo De Gregorio 

     

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità