• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Pompeo Maritati

Pompeo Maritati

Dopo una vita dedicata alla gestione materialistica del bene supremo "il Denaro" approccia in punta di piedi al mondo umanistico, cercando di capire ed analizzare i mali che oggi caratterizzano ed affliggono la nostra società.

Statistiche

  • Primo articolo venerdì 06 Giugno 2010
  • Moderatore da sabato 06 Giugno 2010
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 88 12 83
1 mese 4 0 0
5 giorni 2 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 3 3 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Pompeo Maritati (---.---.---.78) 29 ottobre 2012 21:04
    Pompeo Maritati

    Desidero rispondere con ordine ad alcuni commenti che aldilà della condivisone, comunque ringrazio e rispetto.

    Gentile xxx xxx xxx40, non ho minimamente accennato che i Grillini siciliani siano degli incompetenti. Non li conosco, non so chi sono e cosa hanno fatto nella vita, auguro loro di poter dare quel segnale forte che forse noi tutti italiani da tempo stiamo aspettando.
    Al gentile xxx xxx xxx173 dico solo che la mia feroce critica nei confronti dei partiti penso possa essere giustificata dal degrado sociale, economico e soprattutto etico che è sotto gli occhi di tutto. Ciò non deve essere inteso quale partigianeria per il M5S. Da qui alle elezioni politiche son rimasti poco meno di 6 sei mesi, un periodo temporale troppo breve per le inversioni di tendenza ma sufficiente per lanciare segnali di credibile cambiamento. Si approvi una legge seria sulla corruzione, si modifichi la legge elettorale, si comincino a cacciare i "farabutti della politica", si cerchino volti nuovi, professionali e credibili che grazie a Dio in Italia ancora ce ne sono, si rimetta il cittadino al centro dell’attenzione politica e poi vedrà che Grillo altro non sarà che una meteora. Solo che ahimè quanto anzidetto appartiene all’UTOPIA. Vi ringrazio per l’attenzione. 

  • Di Pompeo Maritati (---.---.---.129) 6 gennaio 2012 12:57
    Pompeo Maritati

    le rispondo: No, non pensavo che Monti avesse la bacchetta magica. Come non avrei mai pensato, in virtù dell’equità di far pagare l’IMU indistintamente dal reddito posseduto. In merito liberalizzazione degli di apertura dei negozi, quello che dice è vero, ma con effetto negativo. Probabilmente la grande distribuzione, volendo ampliare gli orari assumerà qualche solito precario a quattro soldi, nel contempo decine e decine di piccoli esercenti saranno costretti a chiudere. Non penso che nessuno di noi immaginava che Monti avrebbe risolto i nostri problemi ma quello che abbiamo visto sin’ora è stato tutt’altro che orientato verso l’EQUITA’ avendo tutelato gli interessi dei banchieri e di uqlache ben noto politico. I margini per rendere veramente equa questa manovra c’erasno ed erano sotto gli occhi di tutti. Mi spiace, ho sempre avuto un grande rispetto per Monti, oggi alla luce di quello che ho avuto modo di vedere, un pò di questa stima è svanita. Mi auguro che domani possa poterle dare veramente ragione.
     

  • Di Pompeo Maritati (---.---.---.70) 2 agosto 2011 21:44
    Pompeo Maritati

    Chiedo scusa a tutti i lettori. La data del 2 agosto 1981 è errata. L’anno è il 1980. 

    Perdonatemi. 
  • Di Pompeo Maritati (---.---.---.76) 26 dicembre 2010 11:09
    Pompeo Maritati

    Qualche giorno qui su Agoravox ho inserito un pezzo dal titolo "Il decalogo del nuovo Parlamento Italiano". Delle elementari norme che secondo me dovrebbero rappresentare la base minimale per realizzare un sistema democratico. Però nonostante la elementarità di dette norme, al momento il tutto altro non è che UTOPIA.

  • Di Pompeo Maritati (---.---.---.138) 10 settembre 2010 20:09
    Pompeo Maritati

    Ancora una volta riscontriamo come sia facile parlare con la pancia piena e con gli ideali vuoti.
    Chi afferma certe cose su Suor Teresa di Calcutta o è in malafede, oppure non conosce cosa vuol dire fare volontariato serio, costruttivo e soprattutto in quelle difficili condizioni.
    Che la Chiesa ha sbagliato e forse continua a sbagliare ancora, potremmo anche trovarci d’accordo, ma infangare il nome di Suor Teresa è veramente troppo.
    La libertà di parola e di pensiero è una cosa straordinaria, ma va salvaguardata e difesa affinchè affermazioni non corrette, interpretazioni soggettiva dei fatti e scarsa conoscenza della realtà locale in cui operano tanti Missionari, possano inficiarne la sua credibilità .

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Politica Economia

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità