• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Paolo Maria Coniglio

Paolo Maria Coniglio

Senior Security Manager, scrittore e giornalista per passione. Ho collaborato con varie testate giornalistiche tra cui: “Il Gazzettino di Vicenza" e "Il Vicenza" del gruppo Epolis, “Il Corriere Vicentino”, “PuntOvest”. Ho pubblicato due libri, l'ultimo, "All'ombra degl'ippocastani", con la casa editrice "Albatros - Il Filo". Ho scritto anche per "Il Basso Vicentino" magazine di approfondimento, Area3 e l’inserto 3menda. LucidaMente e attualmente collaboro con Agoravox.

Statistiche

  • Primo articolo sabato 09 Settembre 2009
  • Moderatore da martedì 12 Dicembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 33 10 75
1 mese 4 0 0
5 giorni 1 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 8062 3408 4654
1 mese 3826 222 3604
5 giorni 26 24 2












Ultimi commenti

  • Di Paolo Maria Coniglio (---.---.---.178) 19 ottobre 2012 20:22
    Paolo Maria Coniglio

    Buona sera Silvio, non sono in sintonia con Lei. Briatore non recita una parte,è così lui. L’unica nota positiva, e qui mi espongo, del programma è l’analisi corretta che il gruppo di lavoro ha fatto dei finalisti. Ripeto il mio concetto è la mancanza di rispetto per lo stipendio proposto e le tante ma tante famiglie che non arrivano a fine mese. Un commentatore di questo bellissimo forum, ha detto di percepire 1000 euro al mese. Chi vincerà percepirà 1.200.000 euro in un anno, minimo. Al nostro amico ci vogliono 100 anni per guadagnarli!!!! Pensi lei un venditore pagato in questo modo ma dove siamo??? E un medico che salva le vite cosa lo paghiamo allora? Basta con questi messaggi errati e distorsivi della realtà! 


    Grazie per il commento Silvio e buona vita

    Paolo Maria Coniglio
  • Di Paolo Maria Coniglio (---.---.---.217) 18 ottobre 2012 19:33
    Paolo Maria Coniglio

    Buona sera xxx.73, La ringrazio per il commento e mi scuso per il ritardo della risposta ma ho cercato su internet il sunto più veritiero per fornirle la risposta che cerca. Si tratta di un copia incolla spudorato ma sono certo che Lei ed altri commentatori potranno avere forse le idee più chiare. Vado col copia e incolla e buona lettura.


    http://altrimondi.gazzetta.it/2011/02/il-signor-billionaire.html

     Altrimondi di Giorgio Dell’Arti per “Il Fatto Quotidiano”

    LAVORO «L’apparire è il mio lavoro. Che serve poi per possedere» (Flavio Briatore). VIGNE Flavio Briatore, nato a Verzuolo, in provincia di Cuneo, il 12 aprile 1950. Genitori entrambi maestri elementari, due fratelli gemelli, Valter e Maria Rita, rispettivamente agricoltore e insegnante. Valter non è mai entrato al Billionaire: «Meglio la vigna». TRIBULA Flavio, soprannominato “Tribüla”, dal dialetto tribülare, “penare, dibattersi”. STALLE Bocciato due volte all’istituto per geometri, per farlo diplomare il padre lo iscrive a un istituto privato. Titolo della tesina di fine corso: Progetto di costruzione di una stalla. DUTTO Attilio Dutto, muratore diventato ricchissimo grazie alla speculazione edilizia. Alla metà degli anni Settanta Briatore ne diventa il factotum. AFFARI Primo affare di Briatore: convince Dutto a comprare dal torinese Schreiber la Paramatti vernici e, invece di farsi pagare per l’intermediazione, ne diventa socio. Nel 1978, quando Dutto litiga con l’altro socio di maggioranza, Briatore si schiera con lui, ottenendo la promozione a dirigente. Al socio dimissionario subentra Achille Caproni di Taliedo, erede di Giovanni Battista Caproni, fondatore della prima azienda aeronautica d’Italia. Briatore lo ha conosciuto a Milano negli ambienti della Borsa. Nove giorni dopo l’ingresso di Caproni nella Paramatti, il 21 marzo 1979, Dutto esplode nella sua Bmw davanti a casa, causa una bomba collegata all’accensione del motore. Su quell’auto doveva esserci anche Briatore, che si salva grazie a un quarto d’ora di ritardo. Non si scoprirà mai chi ha commissionato l’attentato. La scomparsa del patrimonio di Dutto, trenta miliardi di lire, un altro mistero. ATTICO Briatore si trasferisce a Milano, in un attico in piazza Tricolore, pieno centro. Memorabili le feste a caviale e champagne. Ospiti immancabili Emilio Fede e il conte Caproni. Al Nepentha, discoteca frequentata da vip, conosce una modella californiana non ancora diciottenne, Marcy Schlobohm. FUGA Maggio 1984, gli agenti della Finanza irrompono a casa di Briatore per arrestarlo, ma trovano solo Schlobohm. Lui è scappato a Saint Thomas, nelle Isole Vergini Americane. Le indagini sono partite nel 1982, l’accusa è di avere truffato ricchi giocatori d’azzardo. Per Briatore la condanna definitiva sarà a un anno e due mesi di reclusione. Altri dodici vengono arrestati. BENETTON Sbarcato a Saint Thomas, Briatore diventa il braccio destro di Luciano Benetton, che lo incarica di aprire nuovi negozi sull’isola e a New York. Raggiunto dalla Schlobohm, si sposano. Briatore ottiene così la Green card. Il divorzio, nel 1987. TANTO «Flavio? Sarà un po’ teppista, ma è tanto simpatico» (Luciano Benetton). FORMULA 1 Con l’amnistia del 1989, Briatore rientra in Italia. Benetton gli affida la direzione della sua scuderia di Formula 1. SCHUMACHER Nel 1991 vuole ingaggiare Schumacher e per farlo deve appiedare uno dei suoi piloti. Cerca di convincere Roberto Moreno a fingere una gamba rotta. Di fronte al suo rifiuto, presenta un certificato fasullo per dimostrare che Moreno soffre di depressione, quindi non può correre. Debutta così Schumacher. BILLIONAIRE Nel 1999 fonda il Billionaire. Soci: lui, Dario Mora, detto “Lele”, e Daniela Santanché. Il Billionaire diventa un brand: vengono aperti altri due locali (a Cortina D’Ampezzo e a Montecarlo), e nasce il Billionaire italian couture. Tutto pubblicizzato da Billionaire television (in onda ogni notte su Match Music e su una frequenza Sky), e da Billionaire Magazine. OPTIONAL «Una bella macchina senza l’optional di una bella donna non ha alcun valore» (Briatore).


    Grazie per l’attenzione e buona vita


    Paolo Maria Coniglio

     

  • Di Paolo Maria Coniglio (---.---.---.158) 17 ottobre 2012 20:54
    Paolo Maria Coniglio

    Grazie Signor Perotti della Sua replica e la ringrazio. Ho capito il suo punto di vista e lo rispetto anche se non lo condivido. Certo Briatore non è Berlusconi ma rappresenta una certa categoria di persone che mi riesce difficile siano riusciti a costruire un impero in modo "Pulito". Certo grande lavoratore ed imprenditore, ma lo era anche mio nonno, mio padre il mio vicino di casa e non hanno fatto ne milioni, ne miliardi ne tanto meno imperi. Io sono del parere che il nostro Paese abbia indubbiamente uomini capaci e Briatore ne fa parte ma abbiamo bisogno di uomini onesti. Lei ce la metterebbe la mano sul fuoco?


    Buona vita.

    Paolo Maria Coniglio
  • Di Paolo Maria Coniglio (---.---.---.158) 17 ottobre 2012 20:19
    Paolo Maria Coniglio

    Grazie David per il commento, condivido.


    Paolo Maria Coniglio
  • Di Paolo Maria Coniglio (---.---.---.158) 17 ottobre 2012 19:22
    Paolo Maria Coniglio

    Grazie Di Pint74 per il commento. Chapò!


    Paolo Maria Coniglio

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità