• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Sport > Ma quale "Loco", Bielsa è un Lord che merita la Premier

Ma quale "Loco", Bielsa è un Lord che merita la Premier

«Marcelo Bielsa ha tutto il mio rispetto, e oggi ha dato una bella dimostrazione di cosa sia il concetto di sportività». Lo ha detto il tecnico dell'Aston Villa che si è visto restituire un gol alla penultima giornata di Championship inglese, quando il Leeds aveva bisogno dei tre punti, ma ha preferito pareggiare i conti con il fair play.

Quando il fine non giustifica i mezzi. Minuto ‘76 all’Elland Road. Sembra una partita alla Play Station, uno scherzo tra amici. “Vai a prendere una birra fresca in frigo”. Il Joystick dell'avversario rimasto incustodito, la partita che si riavvia e i tuoi avatar che si immolano verso la porta avversaria e fanno rete. 

Non si tratta di una realtà virtuale, però, ma di un match della 45esima giornata della Championship, la cadetteria inglese. Il piano inferiore del campionato inglese, il più ricco al mondo. 

La partita in questione è Leeds-Aston-Villa, due squadre in odore di promozione che galleggiano nella zona play off. In palio per la squadra di casa c'è la promozione diretta in Premier League. In cima alla classifica c’è il Norwich, il Leeds è terzo. Per i villans, invece, una sconfitta allontanerebbe l’ultima speranza di agganciare il treno della massima serie. 

Minuto ‘71, uomo a terra nel cerchio di centrocampo. Fallaccio di Cooper ai danni di Jonathan Kodjia del Villa. La squadra allenata dal “Loco” Bielsa prosegue nonostante la richiesta di fermare il gioco. Palla sull’esterno e il polacco classe ’90 Mateus Klich che insacca a giro alla sinistra del portiere. Mancano 18 minuti e per il Leeds il secondo posto (e la promozione diretta) non è più un miraggio. Tutto si giocherebbe domenica prossima, all’ultima giornata contro l’Ipswich. In caso di caduta dello Sheffield United sarebbe festa.

Così non sarà, perché il tecnico di Rosario ha preferito far pace con la giustizia ordinando di rimettere la gara in parità. La rabbia dell’olandese Anwar El Ghazi, che nel frattempo si era fatto espellere, è stata vana. Il tiro libero tocca al ganese Albert Adomah, entrato al posto di Andre Green, che mette la palla alle spalle dell’immobile Casilla e pareggia il conto. Finirà come doveva finire: in pareggio (1-1) specchio di un match equilibrato, con occasioni da ambo le parti ma con la porta che non si gonfia.

«Marcelo Bielsa ha tutto il mio rispetto, e oggi ha dato una bella dimostrazione di cosa sia il concetto di sportività» ha commentato il tecnico dell’Aston Villa Dean Smith a fine gara. Ha mostrato la solita semplicità “El Loco”: «c’è poco da dire, le cose sono andate come avete visto, mi sembra tutto chiaro. Più fair play o intento di placare gli animi? Non vedo la differenza... E comunque il calcio inglese è da sempre famoso per la sua nobiltà».

Dopo l'immancabile caffè in panchina, un mantra per il tecnico argentino, c'è il "gol sospeso", il favore da restituire per il torto all'avversario. Un gesto da Lord che meriterebbe la promozione, ma che ha già vinto la gara del rispetto.

Foto: Wikimedia

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità