• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Guido Monte: quando il prof se ne va, da Fb e dalla vita

Guido Monte: quando il prof se ne va, da Fb e dalla vita

Guido Monte era un professore, docente di Lettere del liceo classico Meli di Palermo. Per caso ho saputo della sua esistenza su Facebook: "C'è un significato nascosto, segreto, delle cose, che si può accennare appena. Vi è poi un elemento inafferrabile, che è l'invisibile su cui tutto si fonda. un piccolo particolare può nascondere e contenere l'essenza della vita".

I ragazzi, accorsi tutti ai suoi funerali hanno scritto: “Prof non ci sei più!!! Abbiamo un ricordo fantastico della tua persona!!! Oltre ad insegnarci italiano e latino, ci hai insegnato a vivere!!! Grazie di tutto!!!”

Qualcuno ha redatto per lui una voce su wikipedia, definendolo scrittore e poeta e lui aveva scritto certo non la data della morte ma "Una volta ero così..."

Aveva perso la sua compagna di viaggio, Laura, una prof come lui ,da qualche anno:

riuscivi a guardare
gli animali negli occhi,
e non ti davi pace
per loro
nel tuo firmamento
di pietà ora forse respiri
luna e stelle

Su facebook, accanto a una foto di lei aveva riportato un haiku di Issa: “Senza di te, in verità, i boschi sono troppo ampi” e in una foto di lei con il cane: "Il 3 febbraio avresti compiuto 57 anni"

Anche Claudia Pepe, è una prof e mia amica su FB, proprio da lei ho appreso di questa prematura partenza, scrive dal suo blog
"...Ci vuole poesia per far chinare i propri allievi davanti alla passione. Ci vuole poesia, uno zainetto sulle spalle, un timido annuire, per dimenticare la stanchezza di un lavoro che a tratti diventa massacrante. Nel suo zainetto portava sempre il vocabolario di greco “Rocci”. Non portava smartphone, né computer. Portava il sapere, la conoscenza, quella che puoi trovare su delle pagine consunte da anni di studio e di dedizione. Il Professor Monte possedeva l’arte della maieutica, la magia che Socrate paragona a quello della levatrice, il “tirar fuori” dall’allievo pensieri assolutamente personali, farli riflettere, farli pensare, farli amare."

Scrive Nicolò Gaeta, suo alunno su FB: "Davamo per scontata la sua presenza in classe, la sua atmosfera, il suo schioccare le dita per applaudire, l'appello, i sorrisi. Saranno proprio questi a mancarci di più, quei sorrisi pieni di amore per noi, per il suo lavoro e per la vita. Il nostro viaggio si è interrotto così, in modo brusco e improvviso, è stato breve ma intenso e senza dubbio indimenticabile, le voglio bene e resterà sempre impresso nel mio cuore, arrivederci professore♡"

Altre voci sparse da LiveSicilia: "Noi eravamo veramente una classe di feccia. Non studiavamo con nessuno, però con lui sì. Perché? Un po' perché ci incantava. Un po' perché sapeva farsi amare e non volevamo dargli un dispiacere”.

“Lo incontravi così, con la camicia di flanella, con la giacca svolazzante. E magari, all'inizio, lo sottovalutavi. Poi ne scoprivi la profondità, l'umanità, la saggezza. Te ne innamoravi”. “Era pazzo di Dante. Te lo faceva imparare a memoria e mettere in scena. Hai presente Benigni che declama la 'Divina Commedia'? Noi siamo stati i primi, grazie a Guido”. “Mia figlia piange da giorni, mi ha detto di non avere mai provato una sofferenza tanto grande”.

Scrive su FB Gabriele Ingrassia, suo amico: "Questo nella foto è il cane di Guido e Laura, lo avevano salvato e lo mantenevano in una pensione per animali. Gli erano molto affezionati e ogni settimana andavano a trovarlo per fare delle passeggiate con lui. Purtroppo per motivi economici non posso sostenere la spesa del mantenimento in pensione ne posso prendermene cura poiché in casa ho già due cani e un gatto. In nome dell'affetto che provate per Guido vi prego di aiutarmi a trovargli una casa e una famiglia che gli voglia bene proprio come gliene voleva lui. Potete scrivermi qui su facebook per maggiori informazioni. "
 

Scrive un suo alunno Federico Biondo: "...Col suo modo di insegnare, utilizzando e rendendoci partecipi della recitazione, con la libertà che ci lasciava nell’organizzare le interrogazioni e nel gestire il tempo libero che ci concedeva dopo ogni sua lezione, ha fatto capire a un ragazzo come me, che della scuola proprio un ni vulieva a bruaru, che un professore può diventare un amico, che in fondo in fondo la scuola non era così terribile, ma soprattutto che le sue 2 semplici ore di lezione potevano cambiare un’intera settimana andata storta.

Grazie di aver riso con me invece di avermi bocciato a giugno quando al 4º anno ho scritto sul tema “L’ Aspirale” ahah, grazie per aver scritto sul registro i miei innumerevoli “2 impreparato” sempre a matita per poi cancellarli, grazie per essere stato IL MIO PROFESSORE. "

Lui Guido Monte, il prof, il 2 dicembre aveva lasciato scritto sulla sua pagina in bella vista:
Esercitazione natalizia di saggio breve.
Per la V H: "Individuo e società di massa"
Per la IV H: "Omicidi politici"

e prima ancora: Lettura per le vacanze natalizie per la III C e la III H Dostoevskij, La Leggenda del Grande Inquisitore

"e poi viene l'ora di addormentarsi,
e guardi le cose
con occhi socchiusi
mentre un senso di meraviglia
pervade tutto"

Ascoltando Oteme, sarà il temporale, che gli piaceva tanto...penso che avrà raggiunto Laura, la sua compagna, staranno viaggiando sorridendo e mormorando un Haiku di Issa...

Non scordare:
noi camminiamo sopra l’inferno,
guardando i fiori

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità