• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Paolo Praolini

Paolo Praolini

Analista del nostro tempo. Conoscere il mondo ed imparare dalla gente che lo vive è la mia passione.

Statistiche

  • Primo articolo domenica 07 Luglio 2008
  • Moderatore da giovedì 07 Luglio 2008
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 117 216 246
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 387 374 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Paolo Praolini (---.---.---.42) 12 gennaio 2011 22:44
    Paolo Praolini

    L’ostilità della Cina ad attuare la regolamentazione dei diritti umani riconosciuta dall’Onu e dagli stati membri è la stessa degli Stati Uniti che nel 2011 ancora praticano la pena di morte!
    Non credete?

  • Di Paolo Praolini (---.---.---.42) 11 gennaio 2011 19:16
    Paolo Praolini

    Proprio un bell’articolo che continua ad illustrare lo stato dei territori campani soggiogati dalla camorra.
    Purtroppo di articoli come questi se ne vedono ancora pochi e la diffusione latita.
    Facciamoli girare...

  • Di Paolo Praolini (---.---.---.42) 10 gennaio 2011 22:29
    Paolo Praolini

    Noi occidentali siamo troppo spesso trainati dai media che riescono ad imporre quello che spesso viene definito ’il pensiero comune’.
    Per questo mi vengono tanti dubbi quando per mesi le TV ’sparlano di Sakine’, ma non si accorgono di migliaia di altri casi di soprusi e calpestio dei diritti umani che ogni giorno vengono attuati.
    Senza andare tanto lontani in un paese come gli Stati uniti ritenuto un paese civile, democratico e moderno, ancora oggi viene praticata la pena di morte, allo stesso modo di come viene praticata in Cina o altrove.
    Allora mi guardo bene dall’appoggiare questi movimenti un po’ troppo ’modaioli’.

  • Di Paolo Praolini (---.---.---.236) 4 gennaio 2011 18:56
    Paolo Praolini

    Bellissimo questo articolo, pieno di dati ed informazioni tangibili che illustrano da quanti anni queste ’famiglie’ che tengono banco al mercato dell’illecito, lo facciano indisturbatamente grazie alle coperture di personaggi pubblici e potenti compiacenti.
    Forse su questo ampio argomento debbo credere che i media abbiano chiuso un occhio o forse due commettendo un errore imperdonabile sin dagli anni successivi al terremoto dell’ ’80 in cui cominciarono ad arrivare fiumi di denaro in Campania .
    Per disinteresse da parte dell’opinione pubblica, per scelta editoriale o per pressioni della politica verso le redazioni, questo errore ce lo stiamo trascinando dietro da troppi anni. Ad eccezione di Annozero, Report e qualche solitario giornalista come la Capacchione o Saviano, per il resto si preferisce tacere cosa avviene sotto ai ns occhi.
    E’ scandaloso che tuttora non ci sia la coscienza della classe politica e delle amministrazioni di dare una svolta alla situazione ambientale campana che si sta giocando tutta sulla pelle della povera gente, che da troppo tempo si ribella e strilla nelle orecchie sorde di chi non vuol ascoltare.

  • Di Paolo Praolini (---.---.---.206) 3 gennaio 2011 23:38
    Paolo Praolini

    Purtroppo ci stiamo assuefacendo a questa moltitudine di forzature ed ingiustizie perpetrate sotto i ns occhi, poi quando ci sono dentro anche le alte cariche dello Stato come è accaduto al Ganapini si capisce che abbiamo di fronte un boccone troppo grosso per le ns fauci!
    E’ giusto tirarsi indietro per salvaguardare il nome della giustizia e della moralità?
    Giudicando dall’estermo forse direi di no!

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Politica Mondo Società Cronaca

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità