• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Marina Serafini

Dottore in filosofia e dottore in scienze della formazione, ho conseguito diversi master e corsi di specializzazione in comunicazione, formazione, selezione del personale e project management. Affascinata dal mondo del web marketing e dello storytelling management. Da anni impegnata nella gestione di Risorse Umane, in area didattica e nel problem solving aziendale. Mi piace dire qualcosa parlando di altro, mi piace parlare dell'uomo...
 

Statistiche

  • Primo articolo venerdì 08 Agosto 2016
  • Moderatore da domenica 09 Settembre 2016
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 65 121 44
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 119 118 1
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Marina Serafini (---.---.---.116) 2 maggio 2018 03:39
    Marina Serafini

    Ė capitato anche a me di pormi certe domande, come è capitato anche a me di subire approcci sgraditi. E’ capitato anche a me di essere aggredita da un uomo più forte ed e’ capitato in pieno giorno. Ero sola, ho lottato, e mentre lottavo e sentivo che era più forte perdevo un po’ di coraggio, quello che ti da’ la disperazione. É più forte e si arrabbiera’, e mi farà ancora più male. Lo capisco se quella ragazza si è arresa. E quando sono andata a denunciare il fatto ho dovuto difendermi, ancora, da un uomo che aggiungeva violenza a violenza, anche se solo con parole umilianti e con domande inaccettabili. Ma come si fa a farlo capire? Non viviamo in un mondo non evoluto, purtroppo.

  • Di Marina Serafini (---.---.---.249) 22 gennaio 2018 00:28
    Marina Serafini

    Scrivere è bello, ma ancora più bello riuscire a sfiorare qualcuno con le parole che hai messo insieme... Un saluto.

  • Di Marina Serafini (---.---.---.153) 17 gennaio 2018 22:24
    Marina Serafini

    Una realtà agghiacciante tanto quanto orribilmente palese. La massa permette ancora la spudorata strumentalizzazione giá sperimentata a livello mondiale solo decenni fa. Tutto già visto, tutto giá discusso, eppure tutto giá dimenticato? L’essere umano, vivente capace di tanta intelligenza, come può essere tanto ottuso? Una inquietante cecità si nutre ogni giorno di una sempre piú ovattata capacità critica, e lo stupore di ciò appartiene tristemente a pochi. Mala tempora currunt...

  • Di Marina Serafini (---.---.---.173) 27 novembre 2017 00:00
    Marina Serafini

    Sono io che la ringrazio per il post. Una buona serata.

  • Di Marina Serafini (---.---.---.136) 26 novembre 2017 10:26
    Marina Serafini

    L’avanzata del potere economico non é anomica, mi permetta: ha le sue regole e i suoi principi, e fa il suo secondo specifico programma, che ci piaccia o no. Mi permetto di sottolineare che i responsabili della distruzione del pianeta - cosi come lo conosciamo - si identificano anche in Noi Tutti che lo abitiamo. Purtroppo, mi tocca ribadire. È solo una questione di prospettive: il bicchiere mezzo vuoto é sempre mezzo pieno per qualcuno. Non sto giustificando quanto colpevolmente si srotola nel quotidiano, tutt’altro, non mi fraintenda... Cerco solo di ampliare la visione oltre la rabbia. Il mondo, il pianeta, il modo di viverlo: tutto cambia e fatichiamo ad accettarlo, e alcuni di noi si sforzano di frenare e alterare un moto in corsa. Forse dovremo accettare che il cambiamento non puó essere fermato, non con le premesse da cui partiamo, purtroppo. Lo ripeto, questo "purtroppo", che mi sembra una estensione indissolubile dal concetto di umanità. Quella fisica e terrestre, non quella ideale e poetica. Purtroppo. Ma cosa intende per contenimento cateconico?

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità