• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Doriana Goracci

Doriana Goracci

Sono una blogger in copy left da molti anni e mi piace impegnare parte del mio tempo nel giornalismo partecipativo, usando il cestino-come mezzo- per raccogliere quelle piccole e preziose cronache di vita, spesso sotto traccia.

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 08 Agosto 2009
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 473 381 495
1 mese 3 3 1
5 giorni 1 2 6
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 318 161 157
1 mese 6 1 5
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.122) 22 novembre 2009 09:50
    Doriana Goracci

    "Non mi reputo uno scrittore né un poeta, credo di avere qualcosa da comunicare, senza alcuna presunzione di insegnare nulla a nessuno, o salvare alcuno dal proprio destino. Raccontarci la nostra storia personale può significare la nascita di una amicizia, di un sentimento gratuito, allora anche la mia storia, la mia gran brutta storia può diventare motivo di riflessione per tentare di intravedere il pericolo dei rischi estremi, in quel mito della trasgressione che spesso diviene devianza…e poi risalire dal baratro diventa difficile. Sono una persona che disegna con le parole ciò che sente, non sono visivo, ma uditivo nel mio percepire le cose, i fatti, le persone. Ho imparato a scrivere leggendomi e credo sia importante leggere ciò che la mente e il cuore tracciano, perché sono orme e impronte digitali che sovente inducono ad ascoltare note nascoste ben al di sotto del primo strato. Vincenzo Andraous"

    Musica per le nostre orecchie basta solo volerlo, basta ascoltare e ascoltarsi. La ri-carica avviene anche e sopratutto così. Grazie Vincenzo Doriana


     
  • Di Doriana Goracci (---.---.---.35) 20 novembre 2009 19:39
    Doriana Goracci

    La morte è una non notizia? Usa la notizia e non farti usare.

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.35) 20 novembre 2009 19:17
    Doriana Goracci

    Credetemi il blog di Reset-Italia.net l’ha conosciuta bene, nacque dal disgusto collettivo di navigatori che Cominciava l’Italia a capire... da questa delirante come la conducesse la storia e nascemmo senza conoscerla, così, da quel pantano mistico e non so nemmeno come definirlo...e fa parte di una squadra nera e mediatica il passo cupo di marcia funebre che detta queste Giornate e l’assenza di una opposizione vera, l’Ombra...., è andata avanti a forza di falciate e gossip. Certo che c’è da aver paura, a stare fermi zitti...Morte e morti invano...perchè i vivi sembrano non ricordare, non ricordano.Vorrei mettere un punto interrogativo.
    http://www.youtube.com/watch?v=NFQe...

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.34) 18 novembre 2009 23:38
    Doriana Goracci

    Mi piace molto questa tua domanda...pratica, dunque Maria io lavoro su una piattaforma diversa da quella di Agoravox e mi limito ad un copia incolla, oltre legare le parole al link con chiavetta-nodo che vedi anche quando commenti, inserisci la traccia del video per intero, pensa poi la redazione, in effetti sono abituata a predisporre così, esempio
    vai su you tube Tarantella Calabrese Classic - By Daniele Sepe
    a destra trovi url per intero http://www.youtube.com/watch?v=qbDh... lo trascrivi
    poi ripeti da solo questo tracciato[video]qbDh0NzERa0[/video]
    è pronto per diventare video...spero ti piaccia anche questa tarantella ed io di essere stata chiara. Lo fù all’epoca chi mi ha aiutata. Abbraccio solidale!

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.230) 16 novembre 2009 09:37
    Doriana Goracci

    Riporto quanto è stato pubblicato su Comitato Giustizia per Franco e siti amici

    ZIO FRANCO TI VOGLIO BENE
    …dopo tre mesi la tua mancanza si avverte sempre di più…cresce sempre di più la rabbia per una morte così ingiusta…angosciante è il trattamento che ti hanno riservato in una “struttura ospedaliera” dove le persone andrebbero curate…aiutate…confortate…ASCOLTATE…ma soprattutto non private della loro DIGNITA…’…quando sono venuta in ospedale per sapere come stavi mi sono sentita impotente e mi sono erroneamente fidata delle parole di quel “medico” che diceva che bisognava aspettare…che stavi semplicemente riposando…
    Non era proprio così…mi sento impotente ora perchè non si può tornare indietro..non posso più correre in quel MALEDETTO REPARTO DI PSICHIATRA…..
    Posso solo sperare che ora tu sia sereno..lontano da questo mondo ingiusto e crudele…sperare che venga fatta giustizia…una cosa è certa…tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerti veramente non ti dimenticheranno mai perchè eri una persona buona…RARA…
    ZIO FRANCO TI VOGLIO BENE!!!
    GRAZIA