• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca Locale > Patrimonio culturale: incontro con Tomaso Montanari a Fano

Patrimonio culturale: incontro con Tomaso Montanari a Fano


È intitolato “Patrimonio. In difesa della cultura” il terzo appuntamento della rassegna “Con le parole giuste - le parole della giustizia nella filosofia, nella letteratura, nella società”, organizzata dal Comune di Fano (Assessorato alle Biblioteche e alla Legalità Democratica, Mediateca Montanari, Biblioteca Federiciana) e dalla Fondazione Federiciana in collaborazione con l'Associazione Nazionale Magistrati - sezione Marche. Mercoledì 14 febbraio alle ore 17.00, la Mediateca Montanari di Fano ospiterà Tomaso Montanari, storico dell’arte e docente universitario, per un incontro sullo stato dei beni culturali nel nostro Paese, introdotto da Cecilia Prete, ricercatrice di storia dell’arte.

Il 2018 è l’Anno europeo del patrimonio culturale, istituito dalla Commissione Europea per sensibilizzare all’importanza di monumenti, siti, musei, biblioteche, archivi, paesaggi, conoscenze, espressioni della creatività umana, e per avvicinare i cittadini, soprattutto i più giovani, alla ricca diversità culturale che l’Italia e gli altri Paesi europei hanno da offrire. La tutela del patrimonio storico, artistico e ambientale della nazione e lo sviluppo della cultura rientrano peraltro tra i principi fondamentali della Costituzione Italiana, all’articolo 9, poiché sono finalizzati all’arricchimento degli individui e alla crescita culturale della società. Le politiche culturali attuate negli ultimi trent’anni sembrano però andare nella direzione opposta e a questo proposito Tomaso Montanari nel 2015 ha pubblicato per Einaudi Privati del patrimonio: secondo l’autore tutti i ministri, con rare eccezioni, sono andati verso l’affidamento a terzi, svendendo il patrimonio e facendo in modo di privatizzare più che valorizzare quello che appartiene a tutti i cittadini per eredità storica. Scrive infatti Montanari nella premessa: “Il patrimonio ci fa nazione non per via di sangue, ma per via di cultura e, per così dire, iure soli: cioè attraverso l’appartenenza reciproca tra cittadini e territorio antropizzato. Perché questo altissimo progetto si attui è necessario, però, che il patrimonio culturale rimanga un luogo terzo, cioè un luogo sottratto alle leggi del mercato. Il patrimonio culturale non può essere messo al servizio del denaro perché è un luogo dei diritti fondamentali della persona. E perché deve produrre cittadini: non clienti, spettatori o sudditi”.

Come si può pertanto costruire uno Stato efficiente e giusto che si prenda cura dei nostri beni culturali? «La Costituzione» dichiara Montanari, «è un progetto articolato e integrato: per attuare l’articolo 9 bisogna attuare l’articolo 53, solo una vera progressività fiscale (un fisco giusto) e a quel punto una lotta senza quartiere all’evasione fiscale può dare al patrimonio il finanziamento generale. Chi propone una flat-tax condanna (magari senza saperlo) il patrimonio culturale alla vendita, o alla distruzione».

Di questo e di molto altro si parlerà mercoledì 14 febbraio alle ore 17.00 alla MeMo di Fano con Tomaso Montanari e Cecilia Prete. L’incontro ha ricevuto il patrocinio di MAB Marche, coordinamento marchigiano tra Musei, Archivi e Biblioteche, promosso da AIB (Associazione Italiana Biblioteche), ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana) e ICOM (International Council of Museums - Italia).

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità