• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Mario Monti, Bilderberg ed il Nuovo Ordine Mondiale

Mario Monti, Bilderberg ed il Nuovo Ordine Mondiale

Non solo in Italia, ma nel mondo, esistono vari tipi e vari livelli di Massoneria. Col tempo, la Massoneria ha cambiato faccia e ruolo, a seconda del livello, della portata e dell’importanza della stessa. Ed anche, a seconda dei poteri, più o meno forti.

Ho sempre fatto un esempio, per far capire cosa sia la massoneria: nel nostro piccolo, siamo tutti "massoni". Nel nostro micro mondo, le nostre conoscenze, gli amici, la famiglia, compongono un gruppo, persone che spesso si aiutano fra loro. Persono che spesso decidono insieme il da farsi per la micro comunità cui appartengono. Lobby, di piccolo calibro. Massoneria in miniatura.

La sera del 9 novembre scorso, per la prima volta in televisione durante il TG1 di prima serata, è stata detta una cosa, mentre si parlava di Mario Monti, novello senatore a vita e forse prossimo Premier di transizione del Governo Italiano. La cosa detta è stata “Mario Monti, fa parte del Bilderberg Group”. A molti sarà sfuggito, altri lo hanno udito senza capire minimamente di cosa si stesse parlando. Altri ancora, pochi, hanno drizzato le orecchie e fra questi, la sottoscritta.

Alcuni anni fa, fu pubblicato questo mio articolo in cui descrivevo cosa fosse il Council on Foreign Relations ed il Bilderberg Group. Si parla di Governo Mondiale, di lobby potentissima, di discorsi e decisioni prese all’oscuro della popolazione mondiale. Fra i nomi degli “iscritti” trovate sempre tutti quelli che possono venirvi in mente a livello nazionale ed internazionale. Politici, Industriali e grandi imprenditori. Sono tutti all’interno del Council on Foreign Relations, all’interno del quale si parla e si stabiliscono cose che poi vengono messe in atto nelle varie nazioni.

Il Bilderberg invece, è un gruppo ristretto di potenti internazionali. Che si riuniscono una volta l’anno, per trattare temi globali quali la politica mondiale, l’economia mondiale e le forze militari mondiali. All’incontro, si partecipa su invito e gli invitati, circa 130, sono sempre nomi di spicco dell’economia, della politica e dei sistemi bancari.

L’incontro – che si svolge ogni anno quasi esclusivamente in Europa ed ogni 4 anni negli USA o in Canada - .si tiene dal 29 Maggio del 1954. L’ultimo, di quest’anno, si è tenuto dal 9 al 12 Giugno in Svizzera. Ma c’è ancora un’altra Commissione Internazionale che è la “Trilateral”.

Una Commissione nel cui statuto è possibile leggere: "Basata sull’analisi delle più rilevanti questioni con cui si confrontano l'America e il Giappone, la Commissione si sforza di sviluppare proposte pratiche per un'azione congiunta. I membri della Commissione comprendono più di 200 insigni cittadini, impegnati in settori diversi e provenienti dalle tre regioni".

Incontri rigorosamente a porte chiuse. Senza alcuna pubblicità sui media internazionali. Per avere informazioni, bisogna richiederle direttamente alle tre organizzazioni, oppure accreditarsi – così come è stato fatto per gli scomunicati – alla sezione Stampa delle varie Commissioni/Organizzazioni. E’ in pratica tutto ciò che crea il “Nuovo Ordine Mondiale”. Quel nucleo palpitante che opera dietro le quinte dle Mondo e che pochi conoscono.

Ma di cosa si parla in questi incontri? Si parla di grandi temi. Di ambiente, economia, politica e guerre. Si decidono le sorti del mondo, si creano strategie globali per le masse, si esercitano poteri. Insomma: si decide per la sorte del mondo e dei suoi abitanti. Mario Monti è uno dei componenti fissi del Bilderberg Group. Non è un caso, non è teoria del complotto. Non è nulla che possa far pensare a strani giri di riflessioni fatte sul nulla. E’ la realtà.

Leggendo le informazioni realtive al CFR ed al Bilderberg Group o alla Trilateral Commission, appare evidente che tutto ciò che accade su questo pianeta ha una logica che ha basi nell’oscurità di ambienti destinati a pochi “eletti”. E questi eletti – non dai popoli ma da se stessi – decidono il bene ed il male del mondo. Porre un Mario Monti a capitanare un Governo di transizione Italiano ed in un momento del genere ha la sua logica.

Che può trovare spiegazione innanzitutto nelle strategie dei mercati finanziari che proprio ora, in tutto il mondo, tengono col fiato sospeso miliardi di persone. Poi, anche nello sviluppo di nuove metodologie politiche che potrebbero portarci a novità forse per alcuni aspetti inquietanti. E’ palese, ad esempio, come nel nostro Paese le suddivisioni partitiche non esistano quasi più. Si, è vero: a parole, durante le trasmissioni televisive, i dibattiti fra politici di diverso schieramento si accendono spesso e volentieri dando forma a teatrini sterili che poi, nella realtà dei fatti non confermano l’esistenza di differenze.

Il fatto stesso che – siamo quasi tutti di questa opinione – sinistra e centro sinistra in Italia hanno perso connotazione e contenuto, deve far riflettere su ciò che potrebbe accadere nel breve periodo. Un unico, grande partito che contiene tutto e tutti gli altri. Un mega Governo Nazionale, cui si è arrivati mano a mano, sfrondando rami e fioriture.

Mario Monti, illustre Professore, economista, novello Senatore a Vita e forse prossimo Premier di transizione, forse opererà questo cambiamento. Che ne porterà altri, di cui non possiamo immaginare né la portata né i contraccolpi. Per tutti noi. Mercoledì l’Italia era praticamente fallito. Lo spread ha raggiunto livelli da default. Ieri, forse anche “grazie” al nome di Mario Monti, le borse registrano miglioramenti a 360° e lo spread sembra rientrare a livelli più accettabili.

Un caso? Assolutamente no. Ne riparleremo.

I commenti più votati

  • Di Alessandro (---.---.---.5) 13 dicembre 2011 21:25

    Caro Paolo, e chi l’ha mai detto che l’autodeterminazione dei popoli era l’anticamera della perfezione? Ma ti ricordo (benché certamente non occorra) che per darcela sono morti a milioni. Quello che spesso non viene detto quando si parla di lobby sovrannazionali, ma di cui sono assolutamente convinto, è che la nostra vigliaccheria è il primo dei loro punti di forza, e, senza offesa, quando parlo di vigliaccheria mi riferisco ad argomentazioni come le tue.

    Con Berlusconi l’Italia avrà anche dato il peggio di sé (e su questo si può essere o non essere d’accordo), ma addurre ciò a pretesto per lasciarci affossare, come collettività e come individui, da qualcuno che potrebb’essere persino peggio di quel che abbiamo già visto è del tutto fuori luogo. Pensi davvero che peggio di quello non ci sia niente? Tu devi ancora avere un brusco risveglio. Sarà meglio che impariate tutti a guardare un po’ più in là del vostro naso, perché avete prospettive davvero troppo limitate. Questa dozzinale reazione di qualunquismo oltre la quale non sapete spingervi non porterà nulla di buono. È sempre stato il nostro errore, d’altronde, ed è l’errore che ci accomuna a tutto l’Occidente dalla fine della guerra in poi: la vigliaccheria, il non saper fare altro che scappare come conigli quando le cose vanno male, ingranare la retromarcia e gettarci alla cieca sapendo già che quando finiremo in qualche precipizio, troveremo a chi addossarne la colpa.

    Nel nostro comportamento di sempre (e non solo in quello italiano) io vedo i semi dei tempi veramente duri che stanno arrivando. Quello che abbiamo adesso, in confronto, è l’Eden. Mentre noi ci facciamo la guerra a vicenda per esorcizzare i diciotto anni d’inferno che abbiamo vissuto, qualcun altro si fa gli affari suoi, e sfrutta la nostra totale inettitudine, la naturalezza a dir poco inquietante con cui stiamo "lasciando fare". Non ci vorrà ancora molto perché anche quanti hanno sempre detestato Berlusconi e i suoi elettori abbiano a rimpiangere l’Italia che aveva permesso di eleggerlo: potrà anche apparirti agghiacciante come prospettiva, ma tant’è. Con Berlusconi abbiamo visto la Storia ripetersi, a dimostrazione di quanto alcuni hanno più volte detto, ossia che da Essa non s’impara che a sbagliare in modo più eclatante di prima: tra le conseguenze peggiori del suo quasi ventennio, infatti, la più orribile di tutte non l’abbiamo ancora vista, ed è ciò che questo ventennio ha legittimato per l’avvenire. In nome dell’affrancamento dal berlusconismo ci costruiremo la tomba, e quando leggo il tuo commento ne ho la drammatica certezza. Questa cosa, a chi ha letto almeno un libro di Storia in vita sua, fa suonare molti campanelli: da Mussolini a Robespierre, da Craxi a Napoleone, sempre lo stesso copione che si ripete, che si proceda in avanti o all’indietro poco importa.

    Vi consiglio di darvi una sana svegliata, e di mettere da parte l’orgoglio, perché proprio quello farà la differenza tra un futuro decente e uno spaventoso. Il vostro malsano e infantile desiderio di punire il paese in cui vivete per non aver pensato all’unisono col vostro cervello avrà delle conseguenze ben peggiori di vent’anni di Cavaliere. Il prezzo non può e non dev’essere la libertà degli Italiani di scegliersi da sé il proprio destino, anche a costo di sbagliare: la libertà che in preda a un’indignazione incontrollata state dando via, come se non contasse nulla, e magari nella convinzione che quando vi tornerà comodo vi verrà resa dall’oggi al domani... quella libertà rischiate di perderla per sempre, se non si fa quel che va fatto per tenercela stretta. E credimi: non vi conviene affatto fingere di non ricordare cosa succedeva agli uomini quando quella libertà non era stata ancora loro concessa. Non cercate eroi salvatori in questo momento, né al di qua né al di là delle Alpi: non ce ne sono; ci sono solo squali, e non esistono squali meno feroci di altri, solo squali con più possibilità d’attacco di altri. L’essersi affidato a sedicenti eroi ha portato il Paese alle attuali condizioni.

    Rendetevi conto che state facendo il gioco di chi ha voluto tutto questo, di chi ha pilotato e sta pilotando gli eventi per far loro prendere la piega che gli fa comodo. Dalla crisi dei mutui subprime a quella dei debiti sovrani europei, dalla "primavera" araba agli improvvisi cambi di rotta in seno ai governi europei del Mediterraneo... niente di tutto questo è casuale, niente di tutto questo si deve alla «camaleontica cialtroneria» del popolo italico (al quale anche tu appartieni, che ti piaccia o no), e niente di tutto questo sarà risolto sacrificando il paese sull’altare di una non ben specificata Europa dei comuni intenti. Si direbbe che la testa ve l’hanno infarcita d’idiozie come neppure Orwell avrebbe saputo immaginare. La guerra alle Nazioni, e ai popoli che ad esse facevano riferimento, non è iniziata ieri: l’idea del "grande abbraccio di gruppo" che andasse oltre la ricerca del bene comune per collettività circoscritte da esigenze, sentimenti e forme d’espressione di secolare tradizione, in virtù di un presunto "bene supremo" comune a collettività che più diverse e inconciliabili tra loro non si poteva, quell’idea è vecchia... guarda caso quanto l’idea di un’Europa unitaria. Un’idea che ha sfruttato le paure generate da Auschwitz e da Hiroshima per attecchire... e sottomettere. E in effetti siamo ormai circondati da esseri spersonalizzati, addestrati a vedere nel senso della Nazione il diavolo in persona; salvo poi venerare popoli che al senso di appartenenza alla propria Nazione hanno rinunciato molto meno di noi. Il vostro desiderio di sottomessa simbiosi con chi con voi non condivide niente è un masochismo becero che ci danneggerà tutti; ma mentre in voi esso si espleta per una triste mancanza d’idee, per altri è il mezzo attraverso cui giungere a degli scopi ben precisi.

    Non sta né in cielo né in terra che per superare una situazione di crisi, un paese metta in pausa la propria sovranità, le proprie istituzioni, la propria libertà e tutto quello che di più prezioso possiede, affidandosi alla buonafede di persone di cui esistono miliardi di ragioni per sospettare. Monti è un membro fisso della Bilderberg, organizzazione sul cui operato vi è un’impenetrabile e ben costruita cappa di segretezza, e noi cosa facciamo? Gli affidiamo l’Italia.

    Siamo i primi responsabili di quello che ci accadrà.
    Una cosa è certa: se tu non ti preoccupi, io mi preoccupo eccome.

  • Di (---.---.---.127) 11 novembre 2011 17:02

     Le lobby economiche mondiali hanno mandato superman che viene a salvare i loro interessi


     il senatore a vita nominato d ’urgenza dal presidente della repubblica, ( ipocrita venduto ).

     l’ economista, Mario Monti


     ormai chi governa la politica dei vari stati mondiali e’ la politica dell’ economia.
    anche l’ Italia si e’ dovuta piegare a interessi delle lobby economiche mondiali.

    e’ la fine della Politica , e’ la fine delle volontà’ dei popoli, anche di sbagliare nelle loro sclelte ma liberi di decidere
  • Di antonio251039 (---.---.---.207) 13 novembre 2011 17:32
    antonio cianci 251039

    Tutto quel che si legge nell’articolo e quasi tutto quel che costituisce commento all’articolo è frutto di una visione fantasiosa della realtà storica, di scarso senso storico da parte di chi è abituato a ragionare sui fatti umani in termini manichei: padrone-oppresso, sfruttatore-sfruttato, destra-sinistra, e via rifugiandosi nella becera ed inutile dietrologia. Tutto nel tempo della globalizzazione, del policentrismo del potere politico, dei social networks, e di internet.
    E se qualcuno dedicasse un po’ del suo tempo a studiare la Storia antica, moderna e contemporanea, capirebbe molto più facilmente e semplicemente come va il mondo, anzi com’è sempre andato, giacchè gli attori dgli avvenimenti sono sempre stati gli uomini.

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.59) 2 febbraio 2013 17:42

    Massoni illuminati ITALIANI nuotano (anche se assai male) non solo nelle piscine , ma nuotano anche sotto i monti dell’intera penisola Italiana raggiunte le rive risalgono all’interno, toccando più monti e valli ..e fertili pianure ,ad i massoni illuminati con grembiule è persino a loro una canzone dedicata dal famoso GABIBBO basta andare su il sito ufficiale di : www.striscialanotizia.mediast.it e aperta la pagina cliccare su PROGRAMMA e cliccare su gabibbo canzoni :GREMBIULINO E VAI !!!! Si può leggere e sentire..

    Morando

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares