• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Home page > Attualità > Marco Rodari "claun" impegnato nelle zone di guerra

Marco Rodari "claun" impegnato nelle zone di guerra

Il telegiornale di Rai1, il 13 gennaio 2020 all'ora di pranzo, ha concluso le notizie nefaste con una bellissima descrizione del "lavoro" di Marco Rodari, clown impegnato da anni nelle zone di guerra o meglio “Claun”, scritto come si pronuncia, all’italiana, per portare un sorriso a tutti i bambini. 

Penso a quanto ci costa insegnare la guerra, in difesa, con i nostri eserciti e mezzi... a certe popolazioni nel mondo disperate e a cosa entra nelle tasche di questo "claun", armato di sorriso, andando nelle stesse terre.

E allora ne scrivo anche io.

Quando è in Italia si divide tra corsie e parrocchie con lo spettacolo per bambini “Per far sorridere il Cielo”, testimonianza sulle guerre vissute.

In un articolo del 2014, si racconta che è un insegnante di lettere di Leggiuno, con poco più di 40 anni, che già nel 2010 aveva deciso di fare il “claun” a tempo pieno, Il Pimpa in ricordo del nonno Pin, con il cappellino ad elica e il naso rosso.

«Tanti ragazzi delle superiori si appassionano alla politica: così io, pur essendo neutrale, li invito a partire, zaino in spalla, per andare a farsi un’idea sul campo... Lavoro con due o quattro classi in una prima mattina, durante la quale prepariamo il momento di magia. Dopo un paio di giorni gli studenti fanno lo spettacolo ai più piccoli, e quando è possibile lo portiamo nelle case di riposo. Insegno loro a regalare un sorriso facendo semplicemente sparire un sassolino. E con la generosità e l’aiuto economico delle scuole del Varesotto mando avanti gli oratori delle missioni... Ho avuto la fortuna di conoscere quasi contemporaneamente, otto anni fa, Claun Margherito e Mago Sales, due persone che hanno fatto della solidarietà e del donarsi agli altri una ragione di vita: tutto quello che faccio lo devo a loro. Con l’Ambulaclaun di Margherito ho fatto il giro dell’Italia durante terremoti ed alluvioni. E collaboro tuttora con la fondazione di Sales, che sostiene i progetti di cui faccio parte a Gaza e in Iraq... Nel momento in cui abbiamo fatto tutto il possibile per non creare problemi per la mia sicurezza, sono partito come sempre sereno, confidando nella protezione dei bimbi che mi aspettavano... Nella mia vita sono stato a contatto con tutte le ideologienon ho mai avuto problemi perché la dimensione del “claun” è neutra: anche l’uomo più terribile che ti vede far sorridere il suo bimbo ti lascia passare».

In tantissimi dal 2015 hanno parlato di lui, l'hanno intervistato e fatto vedere i suoi video, girati in Medio Oriente, dove lui si intrattiene per circa sei mesi dell'anno con la sua Associazione: " Nelle zone di guerra i bambini disegnano carri armati, bombe e missili. Ma quando entrano in contatto con il clown solitamente tornano a disegnare sul foglio bianco cuoricini o magari anche un fiore

L’obiettivo dell' Associazione che lui ha fatto nascere,“Per Far Sorridere il Cielo” – Claun il Pimpa - Odv, consiste nel prendersi cura di bambini che hanno subito traumi fisici e psichici in conseguenza di una guerra vissuta o che stanno ancora vivendo. Come? Con Spettacoli di Magia – Clown Servizi di clown-terapia in Ospedale Creazione di Scuole di Magia - Laboratori per bambini Sostegno alimentare e medico alle famiglie bisognose Creazioni di Scuole di Magia-Clown per operatori adulti in luogo: X informazioni scriveteci a:info@ilpimpa.it

 

Sono presenti con i loro progetti a Gaza, Bagdad, Aleppo, Alessandria D’Egitto, Mosul..."Attraverso l’impegno di volontari italiani e operatori del luogo, doniamo pane e sorrisi convinti che: “Un Bimbo a cui hai regalato la Meraviglia, sarà portatore sano di Pace.Noi, nel nostro piccolo, siamo riusciti a 'far sorridere il cielo' da cui cadono bombe e lacrime.”
In una intervista a La provincia di Varese del 2014,aveva detto: «Nella mia vita sono stato a contatto con tutte le ideologie non ho mai avuto problemi perché la dimensione del “claun” è neutra: anche l’uomo più terribile che ti vede far sorridere il suo bimbo, ti lascia passare».
Se potete voi, passate parola e dite chi è Marco Rodari, il Pimpa, il claun. Grazie
Doriana Goracci
 
Alcuni video documentari

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità