• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Le società offshore: l’alleanza perfetta tra finanza e criminalità (...)

Le società offshore: l’alleanza perfetta tra finanza e criminalità organizzata

Questo mio scritto lo dedico al mio amico Niki Aprile Gatti e al giornalista Giuseppe Fava, ucciso dalla mafia perché denunciava il coinvolgimento delle banche.

Sono giorni che ho letto e riletto il discorso di Saviano davanti agli indignatos americani per capire se avesse qualche attinenza nella motivazione della protesta. Lo dico con sincerità, ma speravo, illudendomi, che questa volta lui avesse deciso di salire di livello, di denunciare la stretta alleanza tra la Finanza "legale" e quella criminale; magari dicendo finalmente che il confine tra l'illegale e il non, fosse molto labile, quasi inesistente.

E invece, ed immagino gli indignatos americani che faccia abbiano fatto, ha ribadito che c'è differenza. Addirittura dicendo che erano lì per difenderla, questa maledetta economia.

D'accordo forse mi sbaglio, d'altronde non sono nessuno. Sono uno qualunque che tra la folla di arrabbiati cerca di capire questi meccanismi perversi e sofisticati del Potere.

Forse, visto i tempi di confusione, è bene ribadire ancora una volta che le politiche neo liberiste hanno sancito la ripresa del comando padronale sull'economia e hanno prodotto precarizzazione, disoccupazione di massa e allungamento delle giornate lavorative con la conseguenza che aumentano le morti sul lavoro, si riempiono le carceri e c'è un aumento dell'infelicità individuale e collettiva.

Ma produce anche la presenza sempre più istituzionale e transnazionale delle mafie. In particolare la 'ndrangheta che si insinua perfino dentro gli apparati della Giustizia, fa affari miliardari in tutto il mondo e, tramite alleanze con grossi gruppi finanziari, riesce addirittura a controllare settori delicati come le telecomunicazioni.

Un esempio lampante di come il cosiddetto "libero mercato" sia funzionale alle mafie è quello delle società offshore. Si trovano in molti posti del mondo e molto spesso si possono aprire anche in quegli stati che non sono considerati, a torto, dei paradisi fiscali. Ad esempio c'è Londra, l'intoccabile capitale dove oltre a risiedere la principale loggia massonica, c'è anche l'epicentro di tutti gli intrallazzi finanziari criminali. Strano che nel tanto amato Parlamento europeo queste denunce non sono mai partite per poi magari porre delle sanzioni. Per carità!

Ma il sobrio, il responsabile, l'integerrimo Monti da ex presidente della Commissione Europea che si doveva occupare del commercio a quanto pare non se ne è mai occupato. Come mai? Ma si sa, quando si tratta di banche, si bada solo alla loro salvaguardia. Quasi come fossero un bene dell'umanità.

Ebbene a Londra (non considerata un paradiso fiscale) comodamente c'è la possibilità di aprire le società offshore e se date uno sguardo qui, c'è la spiegazione semplice di come aprirle e di anche perchè conviene farlo. Tutto legale.

Conviene molto dal punto di vista fiscale, perché in determinate circostanze le tasse non si pagano, inoltre aprirle costa pochissimo: bastano pochi euro. Inoltre non ci sono costi notarili e le società si possono aprire in tre giorni.

Proprio come se fosse, di fatto, un paradiso fiscale: senza costi e senza essere perseguibile. Londra come San Marino, le Bermuda, le isola Cayman, le Barbados. E guarda caso tutte le inchieste sul riciclaggio del denaro sporco con il coinvolgimento di società delle telecomunicazioni e 'ndrangheta gravitano sull'asse Londra-San Marino proprio tramite queste società a "scatole cinesi".

E allora ricordo le tre inchieste particolari: il caso Eutelia , Telecom-Fastweb e la Premium.

Quest'ultima, ahimè semisconosciuta, è finita nel limbo e tra l'altro, un ragazzo che a quest'ora avrebbe avuto la mia età, è stato ucciso nel carcere di Sollicciano. Si chiamava Niki Aprile Gatti e fu coinvolto nell'inchiesta Premium, una storia bruttissima di criminalità organizzata, società di telecomunicazioni e società offshore a Londra e San Marino. Niki era l'unico che voleva parlare tra i coinvolti, e si dichiarava innocente: non ha potuto parlare perché è morto prima.

Ci stanno inculcando l'idea che i paradisi fiscali dove risiedono le società off shore è una finanza parallela e che non fa parte del modello liberista. Ma non è così.

In realtà sono organismi politici nei quali vengono ammassati i fondi, il denaro accumulato dalle criminalità organizzate insieme a banche, imprenditori senza scrupoli e vari istituti finanziari. E con ciò stanno dominando il nostro Stato di Diritto, ovvero lo annullano.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares