• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cultura > Enzo Di Pasquale racconta la magia di un’isola con un personaggio unico e (...)

Enzo Di Pasquale racconta la magia di un’isola con un personaggio unico e curioso: “Ignazia”

“Ignazia” è il nuovo romanzo del giornalista castellammarese Enzo di Pasquale. Suggestivo, assolutamente godibile, da leggere tutto d’un fiato. Ambientato in Sicilia, sull’isola di Marettimo, l’ultima delle Egadi, con le sue notti avvolte nel silenzio rotto solo dalle onde che schiaffeggiano la costa. In una comunità che vive della pesca del tonno con la magia di un’isola dal nome odoroso di mare e il paesaggio pittorico e fiabesco di un racconto incentrato su un unico personaggio femminile: Ignazia, per l’appunto.
 LA STORIA: La storia di Ignazia parte dal padre che, dopo pochi anni s’imbarca per l’America in cerca di fortuna, si risposa e si arricchisce. La bambina intanto cresce e con innata vitalità e misteriosa saggezza anima la vita dell’isola. Osservando le iscrizioni sulle lapidi impara a scrivere, divora i libri con estrema curiosità, calcola direzione e velocità delle correnti marine. Tiene la corrispondenza con i mariti oltreoceano, istruisce i bambini e con fare quasi magico risolve contrasti familiari. Fin quando dall’America arriva l’eredità del padre e con essa, finalmente, una scuola per i marettimari. E un bel giorno, sull’isola, approda anche un maestro che escogita per i suoi quattro alunni un nuovo gioco: lanciare una bottiglia in mare con un messaggio per i bambini di un’isola sconosciuta che ritorna sempre indietro con una risposta. È la scoperta di un mondo oltre Marettimo. Come un folletto benevolo Ignazia continua a tessere trame incantate per il suo piccolo regno, finché il destino la riconsegna, secondo un’usanza del luogo, alle acque dell’isola. Scandita dalla vita del mare, dall’eco degli eventi del continente e del nuovo mondo – il passaggio della cometa di Halley, la guerra, lo sbarco sulla luna – questa storia intreccia personaggi fiabeschi e reali, ancorati a una terra aspra che evoca la nostalgia propria delle cose lontane, perdute.
 
 “Ignazia – scrive federico Ligotti sul Corriere di Roma - va letta sorseggiando Bianco d’Alcamo. Se c’era del marcio in Danimarca, c’è del pesce in Sicilia e ci sarà del successo, assicurato, per Enzo Di Pasquale”.

 
Presentazioni del libro
4 novembre Feltrinelli Palermo
28 novembre Feltrinelli Favignana
19 dicembre al Castello dei Conti di Modica ad Alcamo
Altre presentazioni saranno effettuate nel mese di dicembre anche a Castellammare del Golfo, Roma, Milano, Trento, Cosenza, Firenze, Pisa, Viterbo e Basilea.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares