• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > Gheddafi è morto: ferito dalla Nato poi ucciso dai ribelli

Gheddafi è morto: ferito dalla Nato poi ucciso dai ribelli

AGGIORNAMENTO: diversi video girati con dei telefoni cellulari mostrano il Colonnello Gheddafi in mano ai ribelli, pochi istanti dopo la cattura. Il Rais appare ferito e sanguinante. Non sono ancora certe le dinamiche della morte. Secondo alcune fonti interne al Cnt, a dare il colpo di grazia sarebbe stato un ragazzino di vent'anni: Mohammed Leith; lo stesso che appare in numerose foto diffuse nelle ultime ore con in mano una pistola calibro 9 placcata in oro, l'arma personale di Gheddafi. E' ormai certa invece la dinamica dell'attacco che ha portato alla cattura: un team di forze nato, composto da caccia francesi e predator americani ha bombardato un convoglio di auto blindate alla periferia di Sirte. A bordo di una delle quali si trovava il Rais, che sarebbe rimasto ferito gravemente. Rifugiatosi in un canale di scolo insieme alla sua scorta, l'ex dittatore è stato poi catturato dai ribelli. 

Alle truppe del Cnt (il Consiglio Nazionale di Transizione) sono serviti quasi due mesi di assedio per espugnare Sirte, il porto che dà il nome all’omonima provincia e città natale del Rais.

Il Consiglio Militare di Misurata, che ha coordinato le azioni degli assedianti, ha dichiarato poco fa che il Colonnello Mu’ammar Gheddafi sarebbe stato ucciso durante gli ultimi scontri per il possesso della città.
 
Annunciamo al mondo che Gheddafi è morto nelle mani dei rivoluzionari”, ha detto il portavoce ufficiale del Cnt a Bengasi, Abdel Hafez Ghoga. “E’ un momento storico, la fine della tirannia e della dittatura. Gheddafi è andato incontro al suo destino”
 
Le dichiarazioni non sono state ancora confermate né smentite da fonti ufficiali NATO. “Gli Stati Uniti non sono in grado di confermare, al momento, le indiscrezioni che annunciano l’uccisione del Colonnello Gheddafi”, ha dichiarato un portavoce del Dipartimento di Stato americano. La notizia è stata rilanciata dalla Tv di Stato libica ed ha fatto ben presto il giro del mondo.
 
Gheddafi sarebbe stato catturato mentre tentava di nascondersi in un tunnel o in un canale di scolo su una strada nei pressi della città espugnata. Sopra il tunnel una scritta in arabo recita: "Il rifugio del ratto Gheddafi. Allah è grande". Lo stesso Rais aveva apostrofato i ribelli con il termine di "ratti", poco dopo l'inizio della rivolta che ha portato alla fine del suo regime,
 
 
Le forze NATO hanno effettivamente dichiarato di aver bombardato questa mattina un convoglio sorpreso nel tentativo di lasciare Sirte. Ma i portavoce delle forze di coalizione non hanno precisato se Gheddafi si trovasse o meno a bordo dei mezzi colpiti dall’artiglieria internazionale.
 
Ferito gravemente alle gambe e forse alla testa, il Colonnello sarebbe morto poco tempo dopo. Una foto del presunto corpo di Gheddafi è stata diffusa oggi pomeriggio. La foto sarebbe tratta da un video fatto dai ribelli, e mostrerebbe il corpo sanguinante del Rais, martoriato dai colpi d’arma da fuoco.
 
Pochi minuti fa, la Tv Al-Jazeera ha dichiarato di possedere un video del corpo di Gheddafi, portando come prova un’altra foto del presunto cadavere. La BBC ha appena dichiarato di ritenerlo un falso.
 
 
Mu’ammar Gheddafi, 69 anni di cui 42 passati da “guida della Rivoluzione della Grande Libia”, così per il Colonnello la feroce dittatura che aveva imposto al suo paese con un colpo di stato, il primo settembre 1969.
 
 
Photo Credit Reuters
 
LEGGI ANCHE: E' morto il colonnello libico Muammar Gheddafi
 
LEGGI ANCHE: Gheddafi morto. Quando il raìs piaceva tanto ai generali USA

Commenti all'articolo

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares




    Ultimi commenti