• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa

Al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa

Cosa direi al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa?

Intanto una premessa:

Lei ha una grande occasione IN CHIAVE ECONOMICA, Lei lo sa, La faccia pesare.

  • sono un cittadino che ha sempre “sostenuto” il Ministro dell’Ambiente entrante,
  • sono anche il cittadino che ha “sperato” che il Ministro uscente fosse l’ultima delusione sopportata.
  • Non c’è ideologia nella cura dell’Ambiente, c’è POLITICA, una parte importante della gestione della sfera pubblica e comune,
  • sono anche il cittadino consapevole del fatto che il Ministero che presiede è stoltamente considerato di serie B, se tutto va bene.

Siamo in grande difficoltà economica, le soluzioni previste sono a dir poco fantasiose e pesanti sui debiti presenti e futuri e non ci rendiamo conto che una parte della soluzione c’è ed è al tempo stesso ambientale e di vero straordinario sviluppo economico per un Paese importatore di materie prime e, addirittura, di materie prime seconde oltre che di energia.

Non ci rendiamo conto che quelle materie prime sono dappertutto - non solo negli scarti industriali - in particolare nei supermercati, che le famiglie, anche se non consapevoli, “pagano” e che opportunamente raccolte, differenziate e rimesse in circolo sono Materia Prima Seconda, questo il termine corretto, che a questo fine l’Unione Europea finanzia con fondi strutturali e con bandi.

http://www.minambiente.it/pagina/leconomia-circolare-nellunione-europea

Negli ultimi anni l’Italia in questo senso è migliorata ma per il bisogno che abbiamo di Economia Circolare siamo troppo in ritardo, usiamo troppo le discariche e gli inceneritori (il precedente governo addirittura ne voleva ulteriori 12 - oltre a 6 o 9 in costruzione ed oltre 40 già funzionanti) https://www.recyclind.it/ita/2359/greenbook2018idatisullagestionedeirifiutiurbaniinitalia/

e non utilizziamo pienamente fondi che non pesano sul debito pubblico, che creano diffusamente posti di lavoro, che ci farebbero risparmiare in importazione di materie prime ed energia, che fanno bello e pulito. Con l’Ambiente si fa economia.

https://www.legambiente.it/contenuti/dossier/comuni-ricicloni-2018

Noi non abbiamo da imparare da nessuno, i comuni Ricicloni ci sono dal 1990, il Modello Treviso da Lei citato, La Contarina Spa (www.contarina.it) è un modello studiato e visitato da mezzo mondo con un bacino di utenza di oltre 500.000 utenti dunque una media città, ma non facciamo sistema e quando lo facciamo, spesso, i bacini sono rifugio per vecchi politici e nuovi trombati, giace in Parlamento, dal 30 Settembre 2013 una Proposta di Legge di iniziativa Popolare - Legge Rifiuti Zero:per una vera società sostenibile - (Perfetta ai sensi dell’art. 4 e 20 del Contratto di Governo del Cambiamento del quale fa parte) http://www.camera.it/leg18/126?tab=1&leg=18&idDocumento=3&sede=&tipo=

Lei scrive nel suo discorso:

  • L’attività di monitoraggio, controllo e risoluzione delle procedure di infrazione avrà carattere rilevante: l’obiettivo è quello di proseguire e migliorare il percorso virtuoso di contrazione delle procedure di infrazione a carico del nostro Paese, passate complessivamente dalle 117 del 2014 alle 59 di oggi. 13 di queste, ovvero circa il 22%, sono di natura ambientale, afferenti in particolare alle tematiche dell’inquinamento dell’aria, dei rifiuti e del trattamento delle acque reflue urbane.

Un paio d’anni fa, notizie stampa, parlavano di ammende per infrazioni ambientali di € 170.000 circa al giorno oltre alla parte fissa.

Servono progetti, vanno imposti a Regioni e Comuni “pigri”, anche tramite il commissariamento degli assessorati o la dichiarazione di opere di interesse nazionale.

E’ proprio la mancanza di visione politica (nel senso di gestione anche operativa del territorio) che manca e fa mancare progettualità complessiva.

C’è molto di più, Lei ne parla nel Suo discorso programmatico al Parlamento, un bel discorso che denota competenza ed esperienza,

http://www.minambiente.it/comunicati/ambiente-le-linee-programmatiche-del-ministro-dellambiente-sergio-costa

Al primo punto dice:

  • a sensibilizzare i cittadini sull’importanza di collaborare tra di loro e con le istituzioni affinché il loro presente e il futuro dei loro figli si aprano alle tematiche verdi, non solo come sfida culturale ma anche come opportunità sociale ed economica.

Va bene Sig. Ministro, sono d’accordo, Lei ha bisogno di una struttura non solo informativa ma propagandistica - i due partiti alleati nel Governo - ne hanno di fortissime, se ne faccia assegnare una parte.

Sig. Ministro, il suo discorso dopo oltre 100 giorni, ha ricevuto 153 like su FB, aggiunga pure il mio che sono a-social: è troppo poco.

Sig. Ministro, Lei ha iniziato bene: http://www.minambiente.it/archivio-comunicati-stampa

ora attendiamo la Finanziaria e vedremo se sarà stato capace di finanziare progetti, sempre che nel cassetto del Ministero ce ne siano.

Io attendo di vedere come si rapporterà il suo Ministero con le strutture Europee perché, rendiamocene conto, alla fine, in questo Paese, contano sempre di più solo ed esclusivamente i soldi. Possibilmente facili.

In Italia ci sono centinaia se non migliaia di Associazioni ambientaliste, molte riconosciute ed inserite nell’elenco Min.Ambiente, alcune nazionali altre dedite in particolare ad un territorio ristretto o a singoli argomenti, associazioni spesso considerate, non senza ragione, pauperiste, tifose della decrescita, naif o estremiste.

Non c’è un partito VERDE degno di questo nome - le persone degne sono tante, sia chiaro -, che si occupi di un Paese fortemente antropizzato che dimostri di avere visione ampia e proposte articolate su problemi contingenti e non. E’ pur vero che i problemi sono molti, si sommano e nonostante conoscenza e tecnologia si moltiplicano.

Non c’è perché è evidente che la maggioranza dei miei concittadini non ha alcun interesse all’ambiente ed al territorio se non in occasione di catastrofi ed inquinamenti gravi. Tutto va poi rapidamente nel dimenticatoio.

Anche per fare cose banali, giuste ed evidenti, oggi, serve consenso, serve propaganda, possibilmente di basso livello, per la Sua storia personale immagino sarà come farsi violenza, ma ci provi Sig. Ministro.

Buon Lavoro,

Un Saluto

Es.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità