• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Marina Serafini

Dottore in filosofia e dottore in scienze della formazione, ho conseguito diversi master e corsi di specializzazione in comunicazione, formazione, selezione del personale e project management. Affascinata dal mondo del web marketing e dello storytelling management. Da anni impegnata nella gestione di Risorse Umane, in area didattica e nel problem solving aziendale. Mi piace dire qualcosa parlando di altro, mi piace parlare dell'uomo...
 

Statistiche

  • Primo articolo venerdì 08 Agosto 2016
  • Moderatore da domenica 09 Settembre 2016
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 67 122 43
1 mese 2 0 1
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 121 120 1
1 mese 2 2 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Marina Serafini (---.---.---.140) 25 luglio 2017 00:57
    Marina Serafini

    @Emilia Urso Anfuso Grazie a lei e per la serietà in cui svolge la sua professione. Leggerò il suo libro. Alla prossima

  • Di Marina Serafini (---.---.---.140) 25 luglio 2017 00:39
    Marina Serafini

    Sono rimasta piuttosto intrigata da questo film. Non credo si tratti solo dell’amore di padre che "americanamente" vince... Credo ci sia la forza della natura che si scontra con la castrazione del sociale e del politically correct proprio della cultura "civile"... Gli stessi ragazzi sentono il fascino del sociale, degli agi, ma si tratta di un mondo così innaturale da spingerli a rinunciarvi, nonostante la tentazione. Il confronto con i cugini e’ illuminante. Cosi come lo e’ il confronto tra i due funerali celebrati ( in chiesa e in natura). Il padre fa il Padre e trova la mediazione necessaria a garantire ai suoi figli di non vivere una realtà asociale da disadattati. Continua ad allenare i ragazzi alla vita secondo un modo naturalistico, ma al contempo fa loro frequentare la scuola, li mette in condizione di interagire con la società. Per imparare, perché non diventino davvero "dei mostri". Mi sembra un film piuttosto istruttivo.

  • Di Marina Serafini (---.---.---.228) 24 luglio 2017 19:35
    Marina Serafini

    Salve, mi scusi.. Si mi riferivo proprio al sito... Io ho il sistema Android... Avevo scritto una mail all’indirizzo indicato per i problemi tecnici, ma non ho mai ricevuto risposta. È per questo che ne ho fatto cenno: sono molto interessata a ciò che scrive e a come lo scrive, ma devo fare un certo sforzo ermeneutico per ricostruire le parti non leggibili...

  • Di Marina Serafini (---.---.---.140) 24 luglio 2017 01:37
    Marina Serafini

    La mancanza di memoria (la pescitudine di cui sopra) lascia il campo alla mancanza di attenzione. Come non mai, in questi giorni, fioriscono articoli e commenti, ben dotati di documentazione esibita, in chiara contrapposizione con la millantata necessità di questo "vaccinazionalismo". E meno male!!!! Un sentito rinraziamento a chi lo fa, in primis l’autrice dell’articolo (a proposito, il tuo blog non supporta la lettura da tablet? Le colonne laterali si mangiano la parte centrale...). Evidentemente la lunga manomissione del sistema educativo di questi ultimi vent’anni inizia a fare i suoi frutti: faticoso pensare, difficile connettere.... Figurarsi riflettere criticamente!! Un governo che impegna tempo e risorse nella non gestione delle problematiche reali, spostando l’attenzione e l’animosità (di chi ancora ce l’ha) su questioni delicate (la salute) gestite in maniera davvero cialtronica, oltre che in malafede, e c’é ancora chi risponde al suono del fischietto....

  • Di Marina Serafini (---.---.---.172) 20 luglio 2017 18:57
    Marina Serafini

    Bravo. Che nessuno dimentichi.. Le chiamiamo follie, ma purtroppo non sono dinamiche estranee agli esseri umani (o sedicenti tali). La vera tragedia è che queste azioni sono state commesse da uomini, oggi come in passato. La storia mostra, non necessariamente riesce ad insegnare. E ci umilia, ponendo ci dinanzi allo specchio. Noi e la nostra presunzione di superiorità...

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità