• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

GeriSteve

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo venerdì 03 Marzo 2011
  • Moderatore da giovedì 04 Aprile 2011
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 38 1254 81
1 mese 0 12 0
5 giorni 0 4 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 1718 898 820
1 mese 13 7 6
5 giorni 13 7 6



Depistaggio politico

Depistaggio politico

16 Giu. 2016 | GeriSteve  










Ultimi commenti

  • Di GeriSteve (---.---.---.31) 24 giugno 13:04

    credevo di essermi espresso:
    "I potenti possono anche combattere fra loro per il loro predominio a danno di altri, ma sono sempre uniti nel loro culto del potere"

    Se non tiene conto di questo fatto, la geopolitica è soltanto una parola difficile priva di valido contenuto.

    Complimenti per l’articolo.
    GeriSteve

  • Di GeriSteve (---.---.---.31) 24 giugno 12:49

    Alle religioni ci credono le masse.

    I potenti ossequiano e utilizzano le religioni, ma credono soltanto al potere.

    E’ un culto cinico e lucidissimo, decisamente globalizzato, totalmente indipendente dalle ideologie sottostanti, religiose o no. I potenti possono anche combattere fra loro per il loro predominio a danno di altri, ma sono sempre uniti nel loro culto del potere.

    Storicamente si sono sempre avute "morali stratificate", cioè morali diverse per diversi strati sociali, nel rispetto soltanto formale della morale religiosa, solo ufficialmente generale. Adesso, con la globalizzazione del potere, le morali degli strati sociali alti stanno convergendo mentre quelle dei dominanti sono unificate da tempo.

    Cambiano soltanto i mezzi: congiure di palazzo, golpe, dittatura poliziesca, schiavitù, logge segrete, brogli elettorali, controllo occulto, ricatti, oppressione economica, persuasione occulta, controllo dell’informazione, promozione di un pensiero unico...

    Ciò non toglie che sia utilissimo e meritorio , come in questo articolo, denunciare le contraddizioni fra ciò che fa e ciò che dice chi comanda: serve a svelare la vera faccia dei potenti ai molti che ancora ci credono a ciò che essi dicono.

    Riguardo conflitti e grandi problemi mondiali la gente comune tenta di capirli utilizzando categorie nazionali: gli americani, i russi, gli inglesi, i tedeschi, gli iraniani, i siriani, i sauditi, gli egiziani... sono sconfitti in partenza: non potranno mai capire niente finchè non sapranno distinguere fra chi comanda e chi subisce.

    GeriSteve

  • Di GeriSteve (---.---.---.31) 22 giugno 12:27

    Strage fascista? strage di stato?

    Si e no: forse sono due categorie inadatte a capire quelle realtà.
    E’ verissimo che non tutto lo stato repubblicano contrastava il fascismo, ma è anche vero che non tutti i fascisti apprezzavano e condividevano la stategia della tensione e non tutto lo stato italiano era coinvolto.

    Forse il punto più importante è: quanto era coinvolto lo stato?

    Difficile dirlo con precisione, ma certo tanto. Io direi che lo erano totalmente i servizi segreti (non "una parte", anche se diverse parti avevano diversi referenti), molti vertici della polizia e alcuni dei carabineri (basta guardarsi quelli che poi sono risultati iscritti alla P2) e tutto o quasi tutti i diversi governi. E dietro a quei governi c’era la democrazia cristiana, che ha sempre controllato Interni e Difesa.

    Per quella importante parte dello stato che sapeva, io credo che sia sbagliato scrivere che "non ha agito per prevenire" le stagi.

    Io ritengo piuttosto che abbia agito per programmare, organizzare, arruolare, sostenere, coprire gli esecutori e i mandanti delle stragi.  I fascisti implicati erano ben coscienti di quel che facevano, ma forse non tutti erano ben coscienti di lavorare per rafforzare la democrazia cristiana che già governava e che loro disprezzavano, reputandola (erroneamente) troppo molle e pacifica.

    GeriSteve

  • Di GeriSteve (---.---.---.31) 22 giugno 11:46

    Ci sono alcuni punti che non mi sono chiari:

    - da dove vengono gli introiti della Banca d’Italia?
    - che differenze ci sono con le altre banche centrali?
    - cosa è cambiato con la BCE e l’euro?
    - cosa c’è di vero nelle teorie sul signoraggio?

    Sono punti su cui ho sempre trovato informazioni nebulose e insoddisfacenti.

  • Di GeriSteve (---.---.---.31) 17 giugno 14:46

    Fatta la convenione, trovato l’inganno.

    I colpevoli ci sono e indiscutibilmente sono quei capi di stato che stipulano patti per fare bella figura ma con già dentro il trucco perchè possano essere impunemente violati.

    Infatti non è proibito fabbricare munizioni al fosforo bianco, commerciarle e neanche spararle: è soltanto "assolutamente vietato" usarle "nelle vicinanze di insediamenti civili". Perciò gli Usa non avrebbero fatto niente di male o di illegale: avrebbero soltanto dato delle munizioni a qualcuno che le avrà date a qualcun’altro che le ha usate in modo sbagliato. Un errore per cui non sarà mai trovato alcun colpevole, a meno che non si voglia utilizzare l’"errore" per liberarsi di qualcuno, magari innocente.

    Del resto, così fan tutti: in Ucraina un aereo civile malese pieno di civili è stato abbattuto da un missile russo, ma Putin non ha nessuna colpa: sarebbe colpa dei separatisti che hanno sbagliato, in Siria sono stati utilizzati gas sia per uccidere sia per darne la colpa agli avversari...

    Amnesty International fa benissimo a denunciare quella porcata, ma è inutile piangere sul "crimine di guerra" se non si afferma in chiaro anche che ne è responsabile chi ha armato quelle mani criminali.

    GeriSteve






Palmares