• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Cesarezac

Cerco di non essere succube di condizionamenti , né di ideologie, né di confessioni religiose, sono assolutamente laico, ma cerco anche di non farmi condizionare dall'emotività , dalle paure, dall'invidia , in sintesi cerco di essere razionale, pragmatico. Le mie opinioni sono sempre basate sull'informazione. Ascolto sempre anche, direi soprattutto, chi non è della mia opinione e se ne ricorre il caso sono pronto ad ammettere di essere incorso in errore e a cambiare idea.
Oggi l'intercalare più diffuso è: "cioé voglio dire". Tutti vogliono dire non per trasmettere idee o per informare, bensì per sfogarsi. Pochissimi sono disposti ad ascoltare. Peggio per loro ; rinunciano ad imparare. 
Non cerco il consenso. Mi risulterebbe assai facile. Populismo e demagogia sono i punti deboli delle democrazie. Scrivo cose sgradite a molti. Moderatori e lettori sono avvisati.
Costituzione della Repubblica Art.21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Statistiche

  • Primo articolo sabato 01 Gennaio 2011
  • Moderatore da sabato 04 Aprile 2011
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 109 173 277
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 205 188 17
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0




Io resto a casa?

Io resto a casa?

3 Mag. 2020 | Cesarezac  









Ultimi commenti

  • Di Cesarezac (---.---.---.148) 8 novembre 2012 15:11

    E’ certo che la maggior parte degli uomini è angustiata da paure di vario genere, anzi, più che paure, da fobie. Naturalmente questi sono facilmente condizionabili da politici o sedicenti ambientalisti senza scrupoli.

    Anziché disquisire sulle fonti di energia, altri lo hanno fatto anche su AGORAVOX molto autorevolmente, vorrei osservare che sulla nostra rete stradale obsoleta, e inadeguata,pertanto, insicura, perdono la vita ogni anno poco meno di 5mila persone e circa 300mila rimangono menomate tra l’indifferenza di tutti, in primis il ministro delle infrastrutture. Per questo ho sporto un esposto/denuncia alla Procura della Repubblica, ma nulla si è mosso. 
    Quante persone al mondo hanno perso la vita o sono rimaste menomate a causa delle centrali nucleari? 
    Tirate le somme e, chi ne è capace, ragioni e stabilisca le priorità su cui preoccuparsi.
    Cesare Zaccaria 
  • Di Cesarezac (---.---.---.148) 8 novembre 2012 14:46

    Caro Di Paolo,

    Lei ed io, apparteniamo a quella ristrettissima cerchia di persone informate,non condizionabili né dalle fobie, né dalle mode, né dalle ideologie, né dai politici che strumentalizzano tutto ciò che possono per le loro carriere. 
    A farne le spese , purtroppo non sono solamente loro, i vegetali ambulanti, le pecore,che lo meritano, ma anche noi.
    Cordiali saluti . 
  • Di Cesarezac (---.---.---.148) 8 novembre 2012 10:46

    Da 15 anni uso una lavatrice da 12 kg carica dall’alto. Questa lavatrice non ha serpentine per la produzione di acqua calda, quindi, un dispositivo in meno, tutto ciò che non c’è non si rompe, non occupa spazio. L’acqua calda, la lavatrice la preleva dalla caldaia a gas dell’impianto domestico non centralizzato. In 15 anni ho totalmente ammortizzato il costo della lavatrice e beneficio di un notevole risparmio.

    Riscaldare l’acqua con l’elettricità è molto più costoso che riscaldarla con il gas. Il mercato delle lavatrici nel nostro Paese è arretrato, come del resto anche in altri settori.
  • Di Cesarezac (---.---.---.137) 6 novembre 2012 22:39

    Consideriamo chi è andato in pensione prima dell’avvento dell’euro che di colpo in pratica si è vista decurtare la pensione del 50 per cento che da allora non ha seguito la dinamica dell’inflazione.

    Ebbene ora i nostri ineffabili politici hanno l’impudenza di parlare di deindicizzazione.
    Forti con i deboli e deboli con i forti.
    Cesarezac
  • Di Cesarezac (---.---.---.29) 26 ottobre 2012 13:42

    Lei si cela dietro l’anonimato, e la cosa è comprensibile visto che si comporta da persona incivile e accecata dall’odio.

    Punto primo: che il governo di Silvio Berlusconi sia detentore del primato di durata grazie al sostegno della maggioranza degli elettori che Lei si permette di offendere gratuitamente, è un fatto inconfutabile, non un’opinione.
    Punto due: sulla palese inopportunità da parte del presidente della Repubblica Napolitano di nominare Monti senatore a vita sebbene costui avesse fatto parte della Morgan Stanley, cioè di una di quelle istituzioni che non sono illegali solamente perché responsabili di gravissimi misfatti non ancora previsti dalla giurisprudenza internazionale, concordo con Lei. Come vede non sono manicheo o accecato dall’odio, nemmeno verso chi mi offende ingiustificatamente.
    Su Goldman Sachs e Fininvest concordo ancora con Lei.
    Punto tre: gli sconquassi non risalgono a diciotto anni orsono. Il declino del nostro Pese ha iniziato ad essere programmato nel ’68, quella stagione di follia collettiva durante la quale in nome della contestazione e della trasgressione si distrussero i valori morali, la meritocrazia, il rispetto per le gerarchie, per la Patria, la scuola, e l’apparato produttivo di dimensioni importanti , le sole in grado di competere in un mondo globalizzato.
    Stia calmo e ragioni.
    Cesare Zaccaria 

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità