• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Varsavia marcia davvero verso la Polexit?

Di Truman Burbank (---.---.---.7) 21 ottobre 18:37
Truman Burbank

Interessante articolo che parte da una predizione del futuro per spiegare cosa sta succedendo. Un sillogismo suggestivo, per quanto sia abbondantemente utilizzato dal PD. Va da sé che è una fallacia.

E’ forse il caso piuttosto di valutare se un fatto giuridico, cioè la sentenza della Corte suprema della Polonia, è giuridicamente fondato o meno.

Non è difficile vedere che nella diatriba la ragione è tutta dalla parte della Polonia ed il torto tutto dalla parte dell’Europa.

Nel merito:

 non esiste una Costituzione europea

 non esiste una corte costituzionale europea

 i vincoli europei possono solo fare riferimento a trattati, i quali per loro natura sono sottoposti alla Costituzione nazionale

 le decisioni di ultima istanza le prende la Corte costituzionale nazionale.

L’Europa può solo rispondere solo con comportamenti ricattatori, quelli tipici della mafia, per imporre illegalmente le sue pretese. A volte funziona.

Comunque la Germania ha più volte rifiutato leggi europee perchè erano incompatibili con la sua Costituzione. 

Una volta l’ha fatto anche il Portogallo.

L’Italia, paese servile, si è sempre sottoposta alle bizze dell’europa, anche se dal punto di vista giuridico la situazione era uguale a quella di Germania, Portogallo e Polonia.


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox