• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Scoop di Libero: "Ecco il calendario osè di Romano Prodi"

Scoop di Libero: "Ecco il calendario osè di Romano Prodi"

Un grande giorno per l'informazione di questo Paese. Se Il Giornale lancia le bombe sulla nipote di Garibaldi ed il babbo di Saviano, Libero non vuole essere da meno, e butta nella mischia il suo miglior cronista, Gianluigi Nuzzi, quello che scrive anche di mafia, corruzione e Vaticano. "Ecco il calendario delle fan di Prodi: nel 2008 posarono nude per sostenere l’allora premier". Roba grossa. Da prima pagina. Dopo "Veline e velinone, arcorine e chigine", lo scoop di Nuzzi rivela l'esistenza delle "Prodine". No, certo, "Prodi non ne sapeva nulla", aveva altri "1000 problemi a cui pensare", ma non importa, Prodi come Berlusconi, Berlusconi come Prodi, Boccassini: archivia tutto.


[Clicca per ingrandire]

Commenti all'articolo

  • Di Mazzetta (---.---.---.9) 24 febbraio 2011 10:47
    Mazzetta

    eheheheheh


    tanto più che l’autore del calendario è lo stesso che l’anno dopo ha fatto quello con "le studentesse nude per la Gelmini" (http://mazzetta.splinder.com/post/1... )

    sono davvero scarsi....
  • Di pv21 (---.---.---.106) 24 febbraio 2011 20:02

    Pseudo-Bipolarismo >

    Nel 2008, con il 36% di consenso elettorale, la Legge 270/2005 (“porcellum”) ha assegnato al governo una maggioranza di 340 Deputati.
    Una maggioranza “blindata”, alla Camera, da 24 voti in più della maggioranza “assoluta”(316).

    Ciò nonostante per Decreti e Leggi ordinarie basta tuttora la maggioranza “semplice” dei votanti.
    Lo stesso vale per le Commissioni presidiate dai Gruppi costituitisi, in Parlamento, con un minimo di consistenza numerica.

    Sono mesi che il governo ottiene la “fiducia” con meno di 316 voti.
    Assistiamo altresì a “trasmigrazioni” volte a formare Gruppi “satelliti” che, all’occorrenza, possono modificare gli equilibri interni di varie Commissioni.

    I Padri costituenti non immaginarono un Parlamento di “nominati” o maggioranze “blindate” da strane “alchimie” politiche. Di certo avrebbero contrastato il rischio di evoluzioni di stampo “autoritario”.
    Non avrebbero dato spazio a questa sorta di “puzzle” manovrato da una casta di Primi Super Cives attenta a privilegi, interessi ed immunità …

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares