• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Europa > 500° Leonardo da Vinci: Jean d’Orleans accoglierà Emmanuel Macron ad Amboise. (...)

500° Leonardo da Vinci: Jean d’Orleans accoglierà Emmanuel Macron ad Amboise. La Couronne passa con gli europeisti.

La Couronne inverte rotta e passa dai sovranisti agli europeisti: se le ultime immagini pubbliche di Henry VII lo ritraggono con i Gilets Jaunes, Jean d'Orleans sarà con Macron ad Amboise 

Se tra le ultime immagini di Henry VII Comte de Paris, vi sono quelle che, a poche settimane dalla morte ritraggono SAR a riaccendere la fiamma al “Milite ignoto” presso l'Arc de Triomphe, “per dare dignità ai Gilets Jaunes”, acerrimi nemici di Emmanuel Macron – al culmine di una lontananza segnata da tempo anche con i posters dalla dicitura sprezzante “Leur President notre Roi” - le immagini pubbliche del suo successore Jean d'Orleans, nuovo Conte di Parigi, segneranno una inversione di 180° a sottolineare anche la lontananza di pensiero che spesso ha connotato, sia pure all'interno dell'orizzonte monarchista, il figlio Jean.

L'accoglienza del Presidente Emmanuel Macron al Castello reale di Amboise, luogo della morte di Leonardo da Vinci il 2 maggio 1519, da parte del vecchio Henry VII sarebbe invero stata assai improbabile. Invero la conoscenza di Jean d'Orleans con Emmanuel Macron è di vecchia data ed ha reso così possibile l'annuncio sul blog “La Couronne” che riprende la prima del settimanale “L'Express” che dedica un ampio servizio, ben 10 pagine, al nuovo Conte, al suo percorso formativo ed umano, alla famiglia, alle sue concezioni e progetti politici. Un orientamento decisamente nuovo e importante sia per l'autorevolezza del sostegno al Presidente Emmanuel Macron, sia per le vicine elezioni europee. Un Giglio di Francia moderno e progressista che ben si sposa con il Genio del Grande Leonardo che, con orgoglio per averlo accolto sino alla morte, i francesi sentono anche come “loro”. Una scelta di campo del nuovo “Chef de la Maison Royale” che, pur con i debiti distinguo, è volta a mirare con l'accoglienza di Macron anche quella concezione che – dopo gli individualismi nazionalfascisti che hanno portato due guerre mondiali e milioni di morti – a Ventotene, in supercarcere, fu maturata da Alfiero Spinelli ed Ernesto Rossi.

francesco latteri scholten.

 

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità