• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Il Radon, questo nemico sconosciuto

Il Radon, questo nemico sconosciuto

Il Radon è un gas nobile radioattivo, incolore, inodore ed insapore, presente in maniera omogenea sul nostro pianeta; in particolare è elemento chimico con simbolo "Rn" e con massa atomica 222, che deriva dal decadimento naturale dell'Uranio (238U).
Esso si forma a partire dal decadimento del suo progenitore, il Radio (226Ra), ed ha un tempo di dimezzamento (il tempo dopo il quale si dimezza il numero iniziale di atomi, per decadimento radioattivo) di 3,8 giorni; a differenza di altre sostanze radioattive, è gassoso, per cui in questo tempo può spostarsi facilmente dal punto di origine riuscendo a contaminare vaste aree.
 
I suoi effetti erano già noti nel I secolo A.C.; infatti Tito Lucrezio Caro, nel De Rerum Natura, riporta i danni polmonari subiti da minatori, a causa di "gas" proveniente dal sottosuolo.

Venerdì 08/11/2019 alle 19,00 si tiene presso la sala Cinema Corelli, in via Regina Margherita 64 a Trecase (NA), il seminario di approfondimento a partecipazione gratuita organizzato dall'A2C dal titolo:"Radon - La radioattività è nelle nostre case". 

L’evento di grande interesse per chi tiene alla propria salute, dopo i saluti del Sindaco, verrà introdotto dal PhD Davide Casciello che spiegherà il fenomeno del Radon, gas nobile radioattivo, incolore, inodore ed insapore, presente in maniera omogenea sul nostro pianeta.

Seguirà l’intervento del Biologo Dott. Sergio Galibardi sui meccanismi ed effetti biologici del gas, effetti assai poco noti come sconosciuto è persino l’esistenza del Radon. Tufo, granito o porfido possono emanarne elevate quantità che penetra nelle case attraverso crepe, fessure o punti aperti delle fondamenta.

Quando viene inalato il Radon, le sostanze che si sviluppano dal suo decadimento si depositano nel tessuto polmonare causando un irraggiamento altamente energetico, che danneggia le cellule epiteliali incrementando le probabilità di contrarre un tumore polmonare.

Chiuderà il proficuo evento l’Ing. Angelo Rizzo coofondatore della A2C.

Nel suo intervento l’ingegnere spiegherà la misurazione e le strategie di bonifica del gas. L'Istituto Superiore di Sanità ha stimato che in Italia ci siano 3200 morti ogni anno per tumori polmonari attribuibili al Radon. La Campania risulta una delle regioni più esposte a causa della notevole quantità di materiale tufaceo.
Mitigare le concentrazione di Radon negli ambienti è possibile e necessario; si può agire sia attraverso soluzioni impiantistiche di movimentazione aria e sia migliorando l'isolamento dell'involucro edilizio.

L’evento è patrocinato dal Comune e dalla A2C, professionisti esperti in consulenza tecnica specialistica.

A tutti coloro che faranno pervenire richiesta di iscrizione entro il giorno 07/11/2019 all'indirizzo: radon@a2c.it sarà rilasciato un attestato al termine del seminario.

Foto: Pixabay

 

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità