• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Scienza e Tecnologia > Esiste un’applicazione che serve solo a dire “yo”

Esiste un’applicazione che serve solo a dire “yo”

Il nome dell'applicazione è Yo, ed è già disponibile per iOS e Android. Serve a comunicare “Yo” ai propri amici inviando dei messaggi con scritto “yo”. L'indispensabile strumento avrebbe raccolto più di un milione di dollari di finanziamenti, secondo quanto riporta TechCrunch. Ma chi lo finanzia!1?!

Ovviamente i coraggiosi filantropi rimangono anonimi. In compenso, l'applicazione è stata scaricata da 50mila persone e ha collezionato 4 milioni di messaggi (cioè di "yo"). Come funziona? Indovinate un po': ci si fa un account, si aggiungono i contatti (numeri telefonici o profili Facebook e Twitter) e poi si inviano gli “Yo”, in attesa di ricevere una risposta. Quale? Due lettere: “Yo”.



Or Arbel, il creatore dell'applicazione, un israeliano trasferitosi a San Francisco per lavorare a tempo pieno allo sviluppo del progetto, rispetto alla sua idea ha dichiarato laconicamente: “Yo”. Ai centoquaranta caratteri di Twitter, “Yo” risponde scarnificando la semantica al massimo, fino a raggiungere una forma futura o forse antichissima di comunicazione: quella che non dice.

L'uso dei messaggi monosillabici potrebbe essere associato ad altre funzioni, così da ottenere un qualche potenziale espressivo, ma forse lo scopo dell'applicazione è proprio quello di mostrare che al complessificarsi dello sviluppo delle tecnologie comunicative può corrispondere la più totale desertificazione semantica. E, nonostante questo, si può voler dire qualcosa: Yo.
 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità