• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Carnevale di Venezia al Palazzetto Bru Zane: operetta, che passione! (...)

Carnevale di Venezia al Palazzetto Bru Zane: operetta, che passione! Divertimento e tanto altro per grandi e piccini

Le Centre de musique romantique française di Venezia programma la grande musica di Jacques Offenbach per un Carnevale brioso e spumeggiante.

JPEG - 5 Kb

Annullato il volo della colombina in Piazza S. Marco per dare la stura all’ effervescente Carnevale di Venezia, dal 12 febbraio all’1 marzo ci potremo godere comunque la città di dogi esibendo i fantasiosi costumi e divertendoci approfittando della gustosa e vivace piece messa in scena dal Palazzetto Bru Zane.

Le 66! di Jacques Offenbach, operetta di un atto su libretto di Auguste Pittaud de Forges e di Laurencin, scritta nel 1856 per il teatro des Bouffes-Parisiens fondato dallo stesso compositore a Parigi, sarà il perno degli appuntamenti al Palazzetto nei giorni della grande kermesse veneziana.

JPEG - 5.3 Kb

La divertente piece, dopo la fortunata tournée in Francia, sarà in scena dal 25 al 27 febbraio 2022 proprio a Palazzetto Bru Zane.

Godiamoci dunque l’allegra atmosfera romantica francese con un’opera che la regista Victoria Duhamel descrive così: “un gioiellino, un divertissement che presenta personaggi tanto commoventi quanto realistici, dotato di una musica vivace e spumeggiante, che abbina inventiva e riferimenti al grand opéra, e di una trama delle più classiche ‒ addirittura edificante…”

L’arrangiamento originale di François Bernard per pianoforte, clarinetto e trombone e la partecipe regia di Victoria Duhamel metteranno in luce tutta la finezza e la dimensione parodistica di questa operetta in un atto.

Lo spettacolo, in francese con sopratitoli in italiano e inglese, vedrà nel ruolo di Berthold, Paul-Alexandre Dubois e Flannan Obé e Lara Neumann rispettivamente in quelli di Frantz e
Grittly.

JPEG - 5.4 Kb

Le musiche saranno eseguite dal trio costituito da Rozenn Le Trionnaire al clarinetto, Lucas Perruchon al trombone e Christophe Manien al pianoforte. Le scene sono di Guillemine Burin des Roziers, i costumi di Emily Cauwet-Lafont. Il disegno luci e la direzione di palcoscenico sono affidati a Félix Bataillou.

Gli spettacoli avranno luogo venerdì 25, sabato 26 febbraio alle ore 19.30 e domenica 27 febbraio alle 17.00, ingresso 15€ | ridotto 5€.

Alle tre recite si affiancheranno una conferenza, un laboratorio concerto per i bambini più piccoli e visite guidate gratuite al Palazzetto come di seguito specificato:

Incontro con il pubblico di Victoria Duhamel e Rozenn Le Trionnaire, sabato 26 febbraio, ore 17 a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria: contact@bru-zane.com

Laboratorio concerto per bambini dai 4 ai 7 anni, domenica 13 febbraio ore 15.30, Una giornata speciale con musiche di Viardot, Saint-Saëns, Fauré, Boulanger, Debussy eseguite dal vivo da Cristina Santin al pianoforte e Valentina Danelon al violino, con l’allestimento di Annalisa Metus. Ingresso 5€ a persona.

JPEG - 6.3 Kb

Conferenza in italiano, giovedì 17 febbraio ore 18: À la fin du second ballet nous sommes allés au “ridotto”, Paolo Da Col relatore. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria: contact@bru-zane.com

Visite guidate gratuite del palazzetto Bru Zane, dal 24 febbraio al 1° marzo: 14.30 italiano; 15.00 francese; 15.30 inglese con prenotazione obbligatoria: contact@bru-zane.com

Il Palazzetto Bru Zane, è ubicato a Venezia, San Polo 2368. Da Campo San Stin (a pochi minuti dalla fermata San Tomà del vaporetto linea 1) attraversare il sottoportico alla fine del Campo, il Palazzetto si trova in fondo alla calle.

JPEG - 192.3 Kb

Marina Bontempelli

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità