Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Cultura > Iaia Forte in scena alla Sala Assoli di Napoli con "Interno (...)

Iaia Forte in scena alla Sala Assoli di Napoli con "Interno Familiare"

Da un racconto di Anna Maria Ortese tratto dalla raccolta “Il mare non bagna Napoli” nasce lo spettacolo Interno Familiare, presentato da PigrecoDelta, con Iaia Forte, in scena alla Sala Assoli di Napoli da martedì 17 aprile 2012 a domenica 22 aprile.

Tempo: il giorno della vigilia di Natale. Luogo: una casa nel quartiere di Monte di Dio. Lei: Anastasia Finizio, una zitella, perdente assoluta che non ha mai conosciuto l’amore.

L’evento che fa risvegliare nella protagonista dei sogni ormai lontani è il rientro, dopo anni di lunga assenza, di un giovane di cui Anastasia era innamorata. Tra i preparativi per il pranzo natalizio con i parenti, la donna comincia a fantasticare sulla possibilità di una nuova vita e si riapre ad un amore che si rivelerà poi illusorio. Così comincia il suo viaggio immaginario tra il passato dei rimpianti e l’ansia del futuro: un percorso che, affiancato all’“orrore di un interno familiare”, la porta verso un amore ingannevole.

Gli egoismi e le invidie della famiglia però, la condanneranno alla solitudine, a rinunciare al suo amore e anche a se stessa. Anastasia torna quindi alla quotidianità della sua vita, tra casa e lavoro. C’è violenza, ma anche verità e passione, nell’opera di Anna Maria Ortese, dove queste icone di un’effimera felicità del focolare diventano poi microcosmo e metafora di Napoli stessa.

Le illusioni della protagonista su quell’uomo e su quell’amore che potrebbe tornare la faranno ricadere nella sua triste realtà: il negozio di vestiti, il sostentamento dei fratelli, la madre tiranna.

JPEG - 204.9 Kb
Iaia Forte

Sarà Iaia Forte a dare corpo e voce al lavoro di Anna Maria Ortese, raccontandoci Napoli con sensibilità dolorosa. “Ho sempre avuto – chiarisce l’attrice - una grande passione per Anna Maria Ortese, per la ricchezza della sua lingua non naturalistica, per il suo modo di sentire il mondo, vibrante ma mai sentimentale. E mi ha sempre affascinato il suo sguardo su Napoli, perché la durezza con cui ha saputo raccontarla rivela una passione reale per questa città. Spesso, la bonomia con cui si rappresenta, cela indifferenza, mentre gli amori veri devono contemplare anche il conflitto”.

Attraverso uno sguardo feroce e implacabile sulla famiglia quindi, Interno familiare presenta un dolore che, tra le mura domestiche, può trasformare il dolce focolare in “luogo di solitudine e follia”.

Interno familiare da un racconto di Anna Maria Ortese

Napoli, Sala Assoli – dal 17 al 22 aprile 2012

Inizio delle rappresentazioni ore 20.30 (feriali) e ore 18.00 (domenica)

Info e prenotazioni al numero 081497626 email botteghino@associazioneassoli.it


Ti potrebbero interessare anche

"Vi presento la mia Nannarella". Viaggio nel mondo di Anna Magnani
Napoli Teatro Festival. Dolore sotto chiave: Saponaro omaggia De Filippo e il teatro napoletano
John Taylor plays Paul McCartney
Quando la fantasia supera la realtà. “Il Vomerese” di Veraldi, il romanzo che annunciò il sequestro Dozier
L’Africaine inaugura la stagione alla Fenice di Venezia


Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità