• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Cesarezac

Cerco di non essere succube di condizionamenti , né di ideologie, né di confessioni religiose, sono assolutamente laico, ma cerco anche di non farmi condizionare dall'emotività , dalle paure, dall'invidia , in sintesi cerco di essere razionale, pragmatico. Le mie opinioni sono sempre basate sull'informazione. Ascolto sempre anche, direi soprattutto, chi non è della mia opinione e se ne ricorre il caso sono pronto ad ammettere di essere incorso in errore e a cambiare idea.
Oggi l'intercalare più diffuso è: "cioé voglio dire". Tutti vogliono dire non per trasmettere idee o per informare, bensì per sfogarsi. Pochissimi sono disposti ad ascoltare. Peggio per loro ; rinunciano ad imparare. 
Non cerco il consenso. Mi risulterebbe assai facile. Populismo e demagogia sono i punti deboli delle democrazie. Scrivo cose sgradite a molti. Moderatori e lettori sono avvisati.
Costituzione della Repubblica Art.21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Statistiche

  • Primo articolo sabato 01 Gennaio 2011
  • Moderatore da sabato 04 Aprile 2011
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 108 171 277
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 205 188 17
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0










Ultimi commenti

  • Di Cesarezac (---.---.---.196) 15 maggio 18:16

    Personalmente mi sono sempre ribellato, ho pubblicato articoli contro l’illegale confinamento in casa che favorisce lo sviluppo di batteri e virus e deprime le difese organiche. Quando mi fermano gli uomini di una delle tante forze di polizia , non eslusa quella Guardia Costiera che in occasione del vergognoso naufragio della Costa Concordia, nella persona del comandante Gregorio De Falco si rese colpevole del grave reato di omissione di soccorso sebbene sollecitato ad agire, avrebbe potuto salvare oltre 30 vittime e gli italiani lo hanno nominato senatore! Vergogna sulla vergogna, quando mi fermano li offendo: come vi permettete di fermare un libero cittadino, siete passibili di denuncia per abuso di potere. Gli ordini, i divieti incostituzionali non si eseguono.

  • Di Cesarezac (---.---.---.196) 12 maggio 19:21

    DI PAOLO,lasciamo parlare i fatti, abbiamo perso tutti i marchi famosi dell’auto, è vero o è una mia invenzione? i nostri concittadini così come le aziende che non sono già fuggiti all’estero continuano nell’esodo. 

    Il popolo ignorante e non informato afferma che siamo invasi. La verità è l’opposto, siamo il paese europeo con il minor numero di immigrati, l’8,4 per cento. Non siamo un paese attrattivo, da noi chiudono perfino i cinesi.

    Il governo chiede braccianti , medici, docenti scolastici alla Romania, all’Ungheria. Pochi giorni orsono un piccolo imprenditore napoletano, costretto al fallimento per la tassazione insostenibile, per il dolore di gettare sul lastrico i suoi collaboratori si è suicidato.

    Quanto al Covid il nostro è un record mondiale, negativo, s’intende.

  • Di Cesarezac (---.---.---.94) 3 aprile 14:36

    Enzo Salvà,

    non è il traffico veicolare il maggior responsabile dell’inquinamento atmosferico, sono gli edifici mal protetti dalla temperatura esterna che richiedono apparecchi per il condizionamento alimentati da energia elettrica prodotta bruciando combustibili fossili, i governo lo sa e per questo finanzia il cappotto termico sennonchè gli italiani che sono un popolo di risparmiatori ovvero taccagni, non accettano di spendere un centesimo. Il cappotto termico non si farà,il governo lo avrebbe dovuto rendere obbligatorio, l’atmosfera continuerà ad essere pessima e la gente continuerà a crepare di Covid-19, di tumore e di polmonite

  • Di Cesarezac (---.---.---.94) 3 aprile 09:47

    DUM ROMAE CONSULITUR SAGUNTUM EXPUGNATUR, metre voi vi trastullate con il sesso degli angeli la gente muore.

    Rileggete con attenzione l’articolo, inquinamento atmosferico e vittime del Covid-19 coincidono. Ogni altra considerazione serve a confondere le idee e quindi a continuare con lo stesso andazzo e la gente a morire.

  • Di Cesarezac (---.---.---.94) 2 aprile 21:37

    Il Covid-19 non è un essere organico vivente.

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità