• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Manchester e il circolo vizioso della violenza e della vendetta

Di pv21 (---.---.---.30) 25 maggio 2017 19:56

Repetita ... >

NON ci vuole alcuna strategia organizzativa e tattica esecutiva per colpire nel mucchio dei soggetti inermi e indifesi. Pensiamo a un singolo fanatico “suicida” tra la folla festiva di una qualsiasi piazza.

Nulla cambia se, come a Manchester, si lascia la pertinenza (foyer) di una grande struttura priva di un sistema di controllo a presidio dell’uscita del pubblico.


Alla luce di questa vistosa “carenza” vanno letti i molteplici accaniti tentativi di attribuire alla progettualità di una ramificata cellula jihadista il miserabile attacco.

UNICO “conforto” è che in Italia decenni di mafia hanno reso ben più avveduti gli organi e le forze all’uopo impiegate.

Per ridurre al minimo i rischi bisogna andare Avanti con Metodo


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.